More stories

  • in

    Play Off 5° posto: Milano conquista il pass per la finale. 3-1 a Verona

    SEMIFINALE – PLAY OFF 5° POSTOAllianz Milano – NBV Verona 3-1 (22-25, 25-20, 25-20, 25-20)Allianz Milano: Sbertoli 6, Basic 11, Kozamernik 10, Patry 16, Urnaut 16, Piano 7, Staforini (L), Daldello 0, Pesaresi (L), Maar 2, Meschiari 0. N.E. Weber, Ishikawa, Mosca. All. Piazza.NBV Verona: Spirito 0, Magalini 12, Aguenier 9, Jensen 20, Asparuhov 16, Zingel 6, Donati (L), Bonami (L), Peslac 0. N.E. Kaziyski, Zanotti, Caneschi. All. Stoytchev.ARBITRI: Luciani, Frapiccini.NOTE – durata set: 29′, 26′, 27′, 26′; tot: 108′.
    MILANO – È l’Allianz Powervolley Milano la seconda finalista dei playoff 5° posto. La squadra di coach Piazza raggiunge Modena (che ha battuto Piacenza per 3-0) nell’ultimo atto del torneo che assegna un posto in Europa in Challenge Cup nella prossima stagione. Dopo il passo falso della scorsa settimana, i meneghini si riscattano immediatamente e trovano il successo su l’NBV Verona, battuta con il punteggio di 3-1. Un match non privo di suspense quello che si è disputato al Centro FIPAV Pavesi, chiuso in 4 set in 1 ora e 48 minuti di gioco con i parziali 22-25, 25-20, 25-20, 25-20. Milano trova nella concretezza d’attacco e nella fase break armi fondamentali per la conquista della finalissima, in programma domenica 25 aprile all’Allianz Cloud.
    I meneghini hanno giocato con grande intensità, riversando energia e qualità sul taraflex del Centro Pavesi, su cui ha brillato in particolar modo la prestazione di Riccardo Sbertoli. Egregia la regia del palleggiatore meneghino, che si prende il titolo di MVP, mandando in doppia cifra quattro giocatori (Patry ed Urnaut con 16 punti, 11 per Basic e 10 per Kozamernik). È stato un match dettato dall’equilibrio, ma è il team guidato da coach Piazza a primeggiare in quasi tutti i fondamentali, mettendo in grossa difficoltà Verona soprattutto nei momenti cruciali, sapendo gestire con sapienza il ritmo del gioco per lunghi tratti della partita e, di fatto, riscattando definitivamente il brutto k.o. di sette giorni fa subito proprio per mano de i veneti.
    Riccardo Sbertoli, MVP del match
    SESTETTI – Milano, c’è Basic in coppia di posto 4 con Urnaut, poi è Sbertoli-Patry in diagonale di posto 2, Kozamernik e Piano al centro con Pesaresi libero.  Verona in campo con Spirito-Jensen, Aguenier-Zingel e Magalini-Asparuhov, con Bonami libero
    LA PARTITA – Partenza favorevole a Verona che mura Urnaut e l’ace di Asparuhov per il 2-6, che porta al primo time out di coach Piazza. Kozamernik inchioda a terra un imperioso primo tempo (5-9), con il muro a due Patry-Kozamernik che riavvicina Milano (7-10). Milano non molla e la diagonale di Urnaut vale l’8-10, seguita dall’invasione di Asparuhov che porta il parziale sul 9-10. Anoora un muro per Milano: Kozamernik blocca Jensen per il 10 pari, con il danese che attacca sull’asta consegnando il vantaggio ai padroni di casa (11-10). Primo +2 nel set per Milano: Patry dai 9 metri bombarda per il 14-12. Si riporta subito avanti Verona, sfruttando l’errore in primo tempo di Piano (14-15), con Patry che non sbaglia in diagonale siglando il 15-16. Patry trova un tocco liftato per il 18-19, ma l’ace di Jensen porta sul 19-22 Verona. Patry chiude il break (21-22), ma è ancora un ace, questa volta di Asparuhov, a portare il parziale sul 21-24. Magalini trova il mani out del 22-25.
    Patry rimedia subito all’errore e trova la diagonale del 4-5, poi è l’ace di Sbertoli a rimettere il punteggio in parità (6-6). Ancora Milano che sfrutta prima l’attacco out di Magalini e poi è Patry a sfondare per l’8-6. Ancora Sbertoli che trova una serie incredibile dai 9 metri per il 10-6, con un altro ace che arriva con Kozamernik (13-9). Pipe di Basic in rigiocata (14-9), poi muro vincente per Piano (15-9). Urnaut sfonda il muro e respinge l’offensiva veronese (16-12), ma è proprio l’attacco out dello sloveno a portare Verona sul -3 (17-14). Sbertoli si improvvisa attaccante e trova il mani out del 19-15, poi il regista illumina per Kozamernik che non sbaglia sotto rete (21-17). Doppio Urnaut ed il punteggio diventa 23-18, poi è ancora lo sloveno a mettere la parola fine sul parziale (25-20).
    Ace di Patry (3-1), seguito da un altro ace di Piano (6-3). Alla festa dai 9 metri del set si unisce anche Sbertoli che trova l’ace dell’8-4, con la pipe di Basic che porta il vantaggio di Milano sul +5 (10-5). Mani out Patry (12-18), seguito dall’errore in primo tempo di Zingel. Muro Milano (15-10), poi Basic passa in mezzo al muro per il 17-11. Kozamernik è una sentenza al centro della rete (due punti consecutivi per il 20 -12), ma Verona rimonta fino al 20-18, sfruttando le imprecisioni dei padroni di casa. Maar toglie le castagne dal fuoco (21-18), trovando anche lo smash del 22-18. Kozamernik a segno in primo tempo (23-19), poi è attacco mancino per Urnaut (24-19). Piano chiude i giochi in primo tempo per il 25-20Subito Urnaut in diagonale per il 3-2, ma è Verona a trovare il primo +2 (5-7) con la diagonale vincente di Jensen. Subito parità per Milano con il muro di Patry (7-7), con cambio palla fluido tra le due squadre: alla diagonale di Jensen, risponde la pipe di Basic (11-11). Super ace di Urnaut (12-11) che trova l’incrocio delle linee, con il break firmato Patry da seconda linea (14-12). Sbertoli si supera a muro (15-12), con Piano che alza un muro enorme per il 19-15. Piano chiude un meraviglioso scambio (22-16), con Meschiari in campo per Basic sul 23-17. Sull’errore di Verona, il match si chiude 25-20.
    Patry, opposto di Milano
    HANNO DETTO
    Il commento finale è affidato alle parole di Matteo Meschiari, inserito nel finale da coach Piazza e ad un passo dal siglare il match point: “Quando sono entrato ero un po’ incredulo: è successo tutto molto velocemente, non me l’aspettavo e una volta in campo ho dovuto guardare da un’altra prospettiva la palla. Peccato per la difesa dell’avversario perché speravo di fare almeno l’ultimo punto, ma è stato bravissimo lui, quindi complimenti. Ho avuto un momento di difficoltà, ma i miei compagni sono sempre stati lì a incoraggiarmi, supportarmi e darmi consiglio quindi è stato un ingresso facilitato. Oggi abbiamo disputato una bella partita, soprattutto perché l’ultima volta che abbiamo giocato contro Verona abbiamo subìto una brutta sconfitta con parziali anche abbastanza severi. Oggi ci siamo rifatti con un avversario molto forte. Adesso siamo in finale e la testa va a Modena, che ha vinto con Piacenza: il nostro obiettivo è giocare al meglio per conquistare l’accesso in Europa”.
    Radostin Stoytchev, allenatore di Verona: “Nel primo set siamo andati molto bene perchè la squadra è rimasta lucida, purtroppo invece nel secondo set su una situazione in cui avremmo avuto la possibilità di pareggiare non siamo riusciti a sfruttare la situazione e invece abbiamo preso un ace che ci ha stroncato. Nel terzo e quarto set abbiamo sofferto il cambio palla e con qualche errore di troppo in battuta, specialmente quelle al salto. Milano ha vinto meritatamente la partita, esprimendo un ottimo livello di gioco che è nelle loro corde da tutta la stagione: complimenti a loro. Il bilancio dei giovani? Sono molto soddisfatto tu tutti i ragazzi, specialmente di Magalini e Jensen” LEGGI TUTTO

  • in

    Play Off 5° posto. Modena vince il derby in semifinale. 3-0 a Piacenza

    SEMIFINALE PLAY OFF 5° POSTOGas Sales Bluenergy Piacenza – Leo Shoes Modena 0-3 (21-25, 16-25, 21-25)Gas Sales Bluenergy Piacenza: Baranowicz 1, Clevenot 9, Tondo 8, Finger 9, Antonov 10, Mousavi 3, Fanuli (L), Scanferla (L), Izzo 0, Candellaro 0. N.E. Botto. All. Bernardi.Leo Shoes Modena: Christenson 5, Rinaldi 9, Bossi 2, Buchegger 16, Petric 10, Mazzone 7, Sanguinetti (L), Porro 0, Grebennikov (L), Stankovic 0, Gollini 0. N.E. Vettori, Estrada Mazorra, Karlitzek. All. Giani.ARBITRI: Curto, Pozzato.NOTE – durata set: 30′, 27′, 30′; tot: 87′.
    PIACENZA – Si chiude qui la stagione della Gas Sales Piacenza che in semifinale si vede superata in casa, con un netto 0-3, da una Leo Shoes Modena che ha disputato questo torneo in un crescendo che ha via via smentito sul campo alle sensazioni iniziali che avevano fatto pensare ad un mancato interesse gialloblù nella corsa alla partecipazione 2021/22 alla terza coppa continentale. Nella semifinale in gara unica di oggi si son posti all’attenzione due giocatori che radio mercato mette già come partenti, l’opposto austriaco Buchegger e lo schiacciatore serbo Petric con 15 e 11 punti realizzati con un attacco al 68% e 61%.La Gas Sales con soli 10 uomini in organico – senza Russell, Grozer e Polo, non ha saputo sfruttare un dato percentuale di ricezione migliore di quello emiliano in fase di costruzione realizzativa in attacco. A livello individuale spiccano i 10 punti di Antonov (45%), ma soprattutto i 9 di Tondo che ha attaccato al 70% e piazzato due muri.Modena domenica 25 aprile sarà quindi in finale sul campo della vincente di Milano-Verona, in corso.
    In aggiornamento LEGGI TUTTO

  • in

    Pallavolo: Le partite italiane di oggi…

    MODENA – Tutte le gare italiane di oggi. Tutti i giorni l’elenco è anticipato sulla newsletter di Volleyball.it delle ore 8. Iscriviti qui
    LE PARTITE DI OGGI
    SUPERLEGA – PLAY OFF 5° POSTO – SEMIFINALI ore 18.00 Gas Sales Bluenergy Piacenza – Leo Shoes Modenaore 19.00 Allianz Milano – NBV Verona
    A2 FEMMINILE – POOL SALVEZZA – 3ª GIORNATA DI ANDATAore 18:00 Olimpia Teodora Ravenna – Club Italia Crai

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteNovara: Arriva anche Rosamaria LEGGI TUTTO

  • in

    A2 Credem Banca: Brescia non si ferma piu. Vince gara1 a Siena

    Gara 1 Semifinali Play Off PromozioneEmma Villas Aubay Siena – Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia 2-3 (25-21, 23-25, 21-25, 25-21, 13-15)Emma Villas Aubay Siena: Fabroni 1, Massari 16, Zamagni 7, Romanò 27, Yudin 17, Barone 10, Crivellari (L), Fantauzzo 0, Fusco (L), Panciocco 0. N.E. Della Volpe, Ciulli, Truocchio. All. Spanakis.Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia: Tiberti 2, Galliani 14, Candeli 11, Bisi 19, Cisolla 15, Esposito 16, Tonoli (L), Tasholli 0, Cogliati 0, Franzoni (L), Bergoli 0. N.E. Orlando Boscardini, Crosatti, Ghirardi. All. Zambonardi.ARBITRI: Merli, Grassia.NOTE – durata set: 26′, 28′, 28′, 28′, 20′; tot: 130′.
    SIENA – Brescia vince al tiebreak la gara1 della semifinale playoff al PalaEstra contro la Emma Villas Aubay Siena. I lombardi proseguono sulle ali dell’entusiasmo e colgono una preziosa vittoria nel palazzetto dello sport di viale Sclavo. Vana la reazione senese che consente di vincere il quarto set alla formazione di casa. Domenica si gioca gara2 a Brescia.
    SESTETTI – Siena inizia con Fabroni e Romanò sulla diagonale palleggiatore-opposto, Yudin e Massari in banda, Zamagni e Barone al centro, Fusco libero. Brescia risponde con Tiberti-Galliani, Cisolla-Bisi, Candeli-Esposito, Franzoni.
    LA PARTITA – La Emma Villas Aubay parte forte: 5-2 grazie al muro di Rocco Barone e al bel punto break di Yuri Romanò. Brescia recupera e mette la testa avanti con l’ace di Cisolla (7-8). Zamagni a segno (10-11), Fabroni trova bene anche Yuri Romanò per il punto dell’11-12. Barone al servizio continua ad essere un fattore importante per Siena. Fantastica la difesa dei toscani, che con Barone e Massari salvano un pallone destinato a cadere sul taraflex e poi ribaltano l’azione finalizzandola con Yuri Romanò. E’ un punto meraviglioso, che vale il 16-14. Yudin realizza il 20-17, con Romanò dopo un’altra buonissima difesa senese i toscani raggiungono il 21-17. Bisi realizza l’ace del 23-21. Romanò è fantastico perché da posizione complicata schiaccia il 24-21. E’ Barone a chiudere il primo set sul 25-21 con un altro ace.
    Buon approccio da parte dei senesi anche nel secondo set, con un ispiratissimo Barone che mette giù il pallone del 3-0. Yudin gioca bene sulle mani del muro per il 4-0. Ace di Zamagni per il 5-0, un altro muro senese dà addirittura il 6-0. Massari è autore del 7-0 con una schiacciata potente e precisa. Barone e Zamagni mettono giù altri palloni importanti. Bisi spara out (13-7). Esposito dai nove metri riduce le distanze, Candeli trova il muro punto del 13-10. Romanò va ancora a segno, gli risponde Bisi e i lombardi si avvicinano ancora di più (17-16). Cisolla fa valere la sua qualità (19-18). Esposito pareggia con un ace, Galliani opera il sorpasso. Candeli con una veloce schiaccia e chiude il secondo set sul 23-25.
    Romanò chiude un punto molto lungo al termine di buone difese da una parte e dall’altra. Brescia avanti 9-11, Yudin mette giù con un delicato pallonetto il 10-11. Gli ospiti toccano anche il +3 (12-15) su cui coach Alessandro Spanakis chiama time out. Ancora Bisi a segno (13-16), gli ospiti approfittano di alcuni errori di troppo da parte della Emma Villas Aubay e volano sul +5 (15-20). Siena ci prova e con la battuta vincente di Romanò arriva al 20-22. Il muro di Esposito chiude il terzo parziale sul 21-25.
    Yudin e Romanò mettono giù punti importanti. La pipe di Massari porta Siena sull’8-5, Romanò mette altri mattoncini. Yudin schiaccia il 13-11. Massari mette giù il quattordicesimo punto, ma Bisi è protagonista della rimonta bresciana. Il numero 9 del team ospite realizza anche un ace, poi trova il mani-out del muro senese per il 14-16. Bene Zamagni (15-16). Un muro bresciano e l’ace di Cisolla danno il 15-19. Break senese, Romanò e il muro di Barone riportano la Emma Villas Aubay a -1 (18-19). La reazione di Siena è imponente, i locali passano avanti con l’ace di Romanò (20-19). Barone mura per il 21-20. Bravissimo Romanò (23-21), il muro di Zamagni vale il 24-21. Massari chiude il set sul 25-21.
    Siena parte 2-0, con un muro di Fabroni. Esposito realizza l’ace del 3-3. Bravo Yudin che trova lo spiraglio per il 5-4. Bisi trova il punto con cui si va al cambio di campo (7-8). Esposito mette giù il 7-10. Candeli realizza l’ace del 7-11. Siena recupera e si porta sull’11-12, Esposito chiude la veloce del 12-13. Romanò mette fuori il pallone del 12-14. La chiude Esposito (13-15). LEGGI TUTTO

  • in

    A2 Credem Banca: Taranto vince gara1 di semifinale. 3-2 a Cuneo

    Gara 1 Semifinali Play Off PromozionePrisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-2 (25-20, 25-17, 22-25, 17-25, 15-13)Prisma Taranto: Coscione 4, Fiore 11, Di Martino 6, Padura Diaz 25, Gironi 16, Alletti 11, Cascio (L), Hoffer (L), Cottarelli 0, Cominetti 0, Goi (L), Parodi 1. N.E. Persoglia. All. Di Pinto.BAM Acqua S.Bernardo Cuneo: Pistolesi 4, Tiozzo 17, Sighinolfi 9, Pereira Da Silva 15, Preti 6, Bonola 10, Bisotto (L), Chiapello (L), Catania (L), Galaverna 11. N.E. Gonzi, D’Amato, Rainero. All. Serniotti.ARBITRI: De Simeis, Palumbo.NOTE – durata set: 26′, 24′, 31′, 27′, 22′; tot: 130′.
    TARANTO – Vittoria al tie-break per la Prisma Taranto: nella gara1 delle semifinali playoff, la squadra di coach Di Pinto si impone per 3-2 sulla BAM Acqua S. Bernardo Cuneo e si porta in vantaggio nella serie.
    SESTETTI – Sestetto tipico per coach Di Pinto: Coscione in cabina di regia, Padura Diaz opposto, Gironi e Fiore schiacciatori, Alletti-Di Martino centrali con Goi libero. Coach Serniotti risponde con Pistolesi in regia, opposto Wagner; centrali Bonola e Sighinolfi, in banda Tiozzo e Preti, libero Catania.
    LA PARTITA – Avvio di match scoppiettante: break iniziale di Cuneo (4-5), poi Taranto prova a creare il primo allungo con la pipe di Gironi e l’ace di Fiore (9-6). I piemontesi provano a reagire, Alletti e Padura Diaz lo ricacciano indietro fino al 15-10, con coach Serniotti che chiama timeout. I rossoblù mantengono le redini del gioco e passano sul 19-15: Cuneo chiede la seconda sospensione. DI Martino e Padura Diaz rispondono a Sighinolfi e Tiozzo (23-20), poi l’opposto italo-cubano mette a segno il 25-20 dopo un lungo scambio.
    Taranto parte benissimo nel secondo set: break di 4-1 firmato Coscione, Alletti e Gironi con Serniotti che interrompe subito il gioco. La Prisma cresce tanto, soprattutto in attacco: gli uomini di Di Pinto sono in palla e si portano sul +6 (13-7) obbligando Cuneo al secondo timeout del set. L’ingresso di Galaverna, al posto di Preti, dà maggior lucidità agli attacchi dei piemontesi ma Taranto è un rullo compressore: sul 24-15, i rossoblù hanno a disposizione ben nove palle set. Cuneo ne riesce ad annullarne due, poi Galaverna sbaglia la battuta (25-17).
    Serniotti conferma Galaverna al posto di Preti nel terzo set. Cuneo parte meglio, piazzando un break di 1-5 con Di Pinto che chiede timeout. La formazione ospite approfitta del momento di sbandamento dei tarantini: squadre molto fallose, specie in battuta, con gli orange che riescono a doppiare Taranto (8-16). La Prisma prova a forzare la mano (11-17), DI Pinto getta nella mischia Parodi al posto di Fiore per cercare maggior lucidità. Sul 14-21, il tecnico dei rossoblù chiama il secondo timeout: la Prisma reagisce con un break di 7-2 che riporta Taranto sul -2 (21-23). Cuneo rimane fredda, affida gli attacchi decisivi a Wagner e Tiozzo e si porta sul 2-1 (22-25).
    Galvanizzata dalla vittoria del set, Cuneo parte forte anche nel quarto parziale: 2-4 e timeout chiesto da Di Pinto. L’inerzia resta a favore dei piemontesi: Taranto continua a fare fatica, Galaverna entra totalmente in partita e porta Cuneo sul 4-10. La squadra di Serniotti prende fiducia, Pistolesi piazza l’ace del 6-14 portando sul +8 gli ospiti. Fiore e Padura Diaz provano a dare la scossa ma Cuneo è brava a non far rientrare Taranto nel set: Wagner mette a segno il punto del 17-25 con la partita che scivola al tie-break.
    La Prisma entra con un piglio diverso nel quinto parziale: muro di Di Martino e attacco out di Pistolesi per il 2-0 iniziale, con Serniotti che chiede subito il timeout. Taranto va sul 4-1, poi Cuneo la riprende con Galaverna e due muri di Bonola (4-5): Di Pinto chiama timeout. Le due squadre si rispondono punto a punto: ne beneficia lo spettacolo. Sale in cattedra Padura Diaz che, con un muro e un attacco vincente, porta Taranto sul +3 (11-8): Serniotti sospende il gioco. Wagner regala il 12-8; entra in campo Preti per Tiozzo. Cuneo non molla e si riporta sul -3 (13-10), poi Padura Diaz consegna a Taranto quattro match-point. Due muri di Bonola riportano Cuneo sul -1 (14-13), poi Sighinolfi sbaglia la battuta con Taranto che vince 15-12 e porta a casa gara-1.Domenica 25 aprile, in terra piemontese, gara-2 delle semifinali: l’inizio del match è fissato per le ore 18.00. LEGGI TUTTO

  • in

    A3 Credem Banca: Gara3 Ottavi. Promosse Motta di Livenza, Brugherio, Grottazzolina e Lecce

    MODENA – Con i risultati di oggi termina la competizione a due gironi in Serie A3 Credem Banca, giunta agli Ottavi Play Off. Le vincenti si uniscono ora in un unico tabellone che prevede Quarti e Semifinali al meglio delle 3 gare. Le due squadre vincitrici le Semifinali saranno promosse in Serie A2.
    HRK Motta di Livenza batte ViViBanca Torino e trova l’abbinamento con Abba Pineto, che ha chiuso i giochi con Normanna Aversa Academy.
    Gamma Chimica Brugherio piega in casa la Vigilar Fano per 3-0 e raggiungerà domenica il campo di Grottazzolina, dopo che la Videx (leader del Girone Blu) con un 3-1 in Gara 3 ha chiuso il campionato della Pallavolo Franco Tigano Palmi.
    Efficienza Energia Galatina, seconda in Regular Season e a lungo protagonista del Girone Blu, scivola in casa al quinto set e spalanca la strada ad Aurispa Libellula Lecce, eroica underdog partita ultima dai Sedicesimi. Si invertono quindi le sedi gara previste nella sfida Blu contro Bianchi: la già qualificata Med Store Macerata (terza Bianca in classifica) parte col favore di campo contro Lecce (10a Blu).
    La prossima quarta sfida era già stata definita dalle Gare 2, con Delta Group Rico Carni Porti Viro in lizza con Maury’s Com Cavi Tuscania.
    Risultati Gara 3 Ottavi di Finale Play Off A3 Credem Banca – Girone BiancoHRK Motta di Livenza – ViViBanca Torino 3-1 (18-25, 25-23, 25-23, 25-16)Gamma Chimica Brugherio – Vigilar Fano 3-0 (25-21, 25-19, 26-24)Risultati Gara 3 Ottavi di Finale Play Off A3 Credem Banca – Girone BluVidex Grottazzolina – Pallavolo Franco Tigano Palmi 3-1 (25-16, 25-15, 20-25, 25-16)Efficienza Energia Galatina – Aurispa Libellula Lecce 2-3 (25-19, 25-18, 25-27, 9-25, 11-15)Abba Pineto – Normanna Aversa Academy 3-0 (25-12, 25-14, 25-16)
    PROGRAMMA – Tutte le gare in diretta su Legavolley.tvGara 1 Quarti di Finale Play Off A3 Credem Banca Domenica 25 aprile, orari da definireHRK Motta di Livenza – Abba PinetoMed Store Macerata – Aurispa Libellula LecceVidex Grottazzolina – Gamma Chimica BrugherioDelta Group Rico Carni Porto Viro – Maury’s Com Cavi Tuscania
    Gara 2 Quarti di Finale Play Off A3 Credem Banca Domenica 2 maggio, orari da definireAbba Pineto – HRK Motta di LivenzaAurispa Libellula Lecce – Med Store MacerataGamma Chimica Brugherio – Videx GrottazzolinaMaury’s Com Cavi Tuscania – Delta Group Rico Carni Porto Viro
    Eventuale Gara 3 Quarti di Finale Play Off A3 Credem Banca Mercoledì 5 maggio, orari da definireHRK Motta di Livenza – Abba PinetoMed Store Macerata – Aurispa Libellula LecceVidex Grottazzolina – Gamma Chimica BrugherioDelta Group Rico Carni Porto Viro – Maury’s Com Cavi Tuscania LEGGI TUTTO

  • in

    A2 Credem Banca: Brescia e Taranto vincono gara 1 di semifinale play off

    MODENA –  I tabellini di gara1 di semifinale play off promozione di A2 Credem Banca.
    Prisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-2 (25-20, 25-17, 22-25, 17-25, 15-13)Prisma Taranto: Coscione 4, Fiore 11, Di Martino 6, Padura Diaz 25, Gironi 16, Alletti 11, Cascio (L), Hoffer (L), Cottarelli 0, Cominetti 0, Goi (L), Parodi 1. N.E. Persoglia. All. Di Pinto.BAM Acqua S.Bernardo Cuneo: Pistolesi 4, Tiozzo 17, Sighinolfi 9, Pereira Da Silva 15, Preti 6, Bonola 10, Bisotto (L), Chiapello (L), Catania (L), Galaverna 11. N.E. Gonzi, D’Amato, Rainero. All. Serniotti.ARBITRI: De Simeis, Palumbo.NOTE – durata set: 26′, 24′, 31′, 27′, 22′; tot: 130′.
    Emma Villas Aubay Siena – Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia 2-3 (25-21, 23-25, 21-25, 25-21, 13-15)Emma Villas Aubay Siena: Fabroni 1, Massari 16, Zamagni 7, Romanò 27, Yudin 17, Barone 10, Crivellari (L), Fantauzzo 0, Fusco (L), Panciocco 0. N.E. Della Volpe, Ciulli, Truocchio. All. Spanakis.Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia: Tiberti 2, Galliani 14, Candeli 11, Bisi 19, Cisolla 15, Esposito 16, Tonoli (L), Tasholli 0, Cogliati 0, Franzoni (L), Bergoli 0. N.E. Orlando Boscardini, Crosatti, Ghirardi. All. Zambonardi.ARBITRI: Merli, Grassia.NOTE – durata set: 26′, 28′, 28′, 28′, 20′; tot: 130′.
    Prossimo turnoGara 2 Semifinali Play Off A2 Credem BancaDomenica 25 Aprile 2021, ore 18.00Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia – Emma Villas Aubay SienaBAM Acqua S.Bernardo Cuneo – Prisma Taranto
    Gara 3 Semifinali Play Off A2 Credem BancaDomenica 2 maggio 2021, orari da definireEmma Villas Aubay Siena – Gruppo Consoli Centrale del Latte BresciaPrisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo
    Eventuale Gara 4 Semifinali Play Off A2 Credem BancaMercoledì 5 maggio 2021, orari da definireGruppo Consoli Centrale del Latte Brescia – Emma Villas Aubay SienaBAM Acqua S.Bernardo Cuneo – Prisma Taranto
    Eventuale Gara 5 Semifinali Play Off A2 Credem BancaDomenica 9 maggio 2021, orari da definireEmma Villas Aubay Siena-Gruppo Consoli Centrale del Latte BresciaPrisma Taranto-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo LEGGI TUTTO

  • in

    A2 F.: Pool Promozione, vincono Vallefoglia e Sassuolo. Pool Salvezza: Vince Torino

    MODENA – Megabox Vallefoglia e Green Warriors Sassuolo escono vittoriose dai due match di recupero della 5^ giornata della Pool Promozione. Le tigri di Fabio Bonafede strappano un’altra vittoria significativa dopo quella contro Roma e raggiungono Macerata in terza posizione a quota 52 punti. Avanti due set a zero con parziali netti, le pesaresi hanno la possibilità di chiudere sia nel terzo che nel quarto (quattro match point complessivi), ma le ragazze di Michele Marchiaro, nonostante la fatica accumulata due giorni fa in Salento, riescono a issarsi al tie-break, il 13° stagionale. Lì, le padrone di casa sono praticamente perfette e dominano 15-3. Da stropicciarsi gli occhi il confronto tra martelli: Pamio sigla 34 punti con 5 ace, Zago 27 con 3 muri.Le neroverdi di Enrico Barbolini conquistano il primo duello contro l’Omag San Giovanni in Marignano, battuta per 3-0 in Romagna. Sassuolo, bella e concreta, ritrova sé stessa e la vittoria: con un’ottima prestazione di squadra, Dimitriadhi e compagne cancellano in fretta la sconfitta subita a Macerata e si rilanciano nella corsa ai Play Off Promozione, raggiungendo l’ottavo posto a quota 40 punti, appaiando il Volley Soverato. Probabilmente poco brillanti per gli impegni ravvicinati a cui sono state chiamate dopo un lungo periodo di stop, le zie di Stefano Saja non offrono una prestazione positiva. L’opportunità di riscatto giungerà presto, visto che nel weekend le due squadre si riaffronteranno, questa volta al PalaConsolata di Sassuolo. Top scorer è Antropova con 18 punti.
    MEGABOX VALLEFOGLIA – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-2 (25-19 25-18 28-30 25-27 15-3)MEGABOX VALLEFOGLIA: Balboni 1, Pamio 34, Bertaiola 16, Colzi 14, Bacchi 19, Kramer 14, Bresciani (L), Durante. Non entrate: Dapic, Costagli, Ricci, Stafoggia. All. Bonafede.EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Gray 10, Zago 27, Buffo 3, Akrari 10, Boldini 4, Fiesoli 8, Fiori (L), Bussoli 8, Pecorari 1, Casalis, Nuccio. Non entrate: Guelli (L), Allasia. All. Marchiaro.ARBITRI: Turtu’, Mattei.NOTE – Durata set: 20′, 22′, 30′, 29′, 10′; Tot: 111′.
    OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – GREEN WARRIORS SASSUOLO 0-3 (17-25 22-25 20-25)OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Peonia 11, Ceron 4, Berasi 1, Silva Conceicao 13, Cosi 5, Fiore 9, Bonvicini (L), Fedrigo 3, De Bellis 1, Spadoni 1, Aluigi, Urbinati, Penna (L). All. Saja.GREEN WARRIORS SASSUOLO: Busolini 7, Spinello 1, Salinas 10, Civitico 9, Antropova 18, Dhimitriadhi 9, Falcone (L), Pasquino 1. Non entrate: Ferrari, Pelloni (L), Magazza, Fornari. All. Barbolini.ARBITRI: Laghi, Clemente.NOTE – Durata set: 24′, 26′, 27′; Tot: 77′.
    CLASSIFICHE – Acqua & Sapone Roma Volley Club 59 (3); Lpm Bam Mondovì 56 (3); CBF Balducci HR Macerata 52 (2); Megabox Vallefoglia 52 (3); Eurospin Ford Sara Pinerolo 47 (2); Sigel Marsala 43 (3); Cuore Di Mamma Cutrofiano 42 (2); Volley Soverato 40 (2); Green Warriors Sassuolo 40 (3); Omag San Giovanni in Marignano 34 (6).(tra parentesi le partite ancora da disputare)
    POOL SALVEZZA – Il Barricalla Cus Torino pone fine alla propria stagione con un successo soffertissimo sulla Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, concluso solo 20-18 al tie-break dopo aver annullato alle avversarie ben quattro match point. In un match che non metteva alcunché in palio ma comunque spettacolare, le ragazze di Mauro Chiappafreddo vanno sotto, la ribaltano e poi rischiano di perderla contro le vicentine che confermano l’ottimo momento di forma. Cagnin, schiacciatrice ospite, è la migliore realizzatrice della serata con 22 punti, mentre tra le cussine 18 di Venturini (tra cui anche il punto finale).
    Giovedì alle 18.00 l’Olimpia Teodora Ravenna, che lo scorso weekend ha conquistato matematicamente il primo posto della Pool Salvezza e dunque l’accesso ai Play Off Promozione, ospiterà al PalaCosta il Club Italia Crai.
    BARRICALLA CUS TORINO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-2 (17-25 25-22 25-19 18-25 20-18)BARRICALLA CUS TORINO: Sainz 3, Bertone 4, Rimoldi, Pinto 16, Mabilo 8, Sironi 13, Torrese (L), Venturini 18, Severin 2, Gamba, Batte. Non entrate: Rengoni (L). All. Chiappafreddo.SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Scacchetti 4, Cagnin 22, Bovo 14, Covino 8, Battista 6, Bartolini 3, Monaco (L), Brandi 11, Canton 6. Non entrate: Imperiali (L), Mangani, Rosso. All. Fangareggi.ARBITRI: Cavicchi, Brunelli.NOTE – Durata set: 24′, 24′, 23′, 27′, 25′; Tot: 123′.
    CLASSIFICHE –  Olimpia Teodora Ravenna 41 (2); Futura Volley Giovani Busto Arsizio 35 (1); Itas Città Fiera Martignacco 35 (1); Geovillage Hermaea Olbia 32; Cda Talmassons 31 (2); Barricalla Cus Torino 30; Club Italia Crai 23 (4); Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 15 (1); Exacer Montale 8 (1).(tra parentesi le partite ancora da disputare) LEGGI TUTTO