More stories

  • in

    Paura in F1, un’iguana gigante semina il panico durante le prove a Singapore

    SINGAPORE – Giornata strana a Singapore per la Formula 1. Le prove libere, dominate dalle Ferrari di Sainz e Leclerc, sono state interrotte per tre volte per degli incidenti con delle iguane di varie dimensioni, di cui una enorme. La città-stato si può considerare la Svizzera dell’Asia, super tecnlogica, ma anche immersa nella natura, tra orchidee (fiore simbolo di Singapore) e animali che è meglio non incrociare sulla propria strada. Lo sanno bene i piloti della Formula 1 che hanno dovuto fare i conti con le bandiere gialle a causa delle iguane in pista. George Russell della Mercedes non è riuscito a evitare l’animale, mentre Lando Norris è passato vicino al rettile in modialità stealth. 

    Singapore, iguana in pista in Formula 1 

    Il leader del campionato Max Verstappen ha detto via radio al suo team: “C’è di nuovo una lucertola in pista, questa volta più piccola”. La risposta sparata nel casco: “Ok, abbiamo capito, forse Godzilla ha avuto un figlio”.  Così Carlos Sainz: “Un’altra lucertola al turno nove”. Mentre Russell più tardi ha alzato la guardia avvertendo che c’era “un’altra lucertola, ma questa volta diversa”.   LEGGI TUTTO

  • in

    Sainz rapinato a Milano dopo il Gp di Monza: la sua reazione è incredibile

    Sainz, la rapina a Milano
    Sainz è stato avvicinato in strada da due uomini che gli hanno sfilato l’orologio dal polso. Immediata la reazione del pilota e della sua guardia del corpo, che insieme ad alcuni cittadini, hanno iniziato a rincorrere i malviventi che alla fine sono stati raggiunti e bloccati in Via Montenapoleone. Poco dopo gli agenti di polizia hanno preso in custodia i rapinatori mentre Sainz è stato poi riaccompagnato in hotel. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Sainz: “La Ferrari non è dove voleva essere, Red Bull domina il mondiale”

    ROMA – Riconosce il difficile momento della Ferrari, Carlos Sainz, il pilota spagnolo del Cavallino che, intervistato dalla radio iberica Cadena Ser, analizza il complicato avvio del mondiale della Rossa: “Non siamo dove vorremmo essere – ha ribadito Sainz – la Red Bull domina il Mondiale e noi dobbiamo migliorare, siamo i primi ad esserne consapevoli”. LEGGI TUTTO

  • in

    Sainz, fiducia Ferrari: “Qui in Spagna a casa e c’è nuovo aggiornamento”

    ROMA – Come a Montecarlo per Charles Leclerc, stavolta è toccato a Carlos Sainz presenziare alla conferenza stampa riservata ai piloti che apre ufficialmente il week-end di Barcellona. Perché stavolta è lui a correre in casa, e a dover raccontare le emozioni, e le pressioni, dell’avere tutti gli occhi puntati addosso. Soprattutto in virtù delle annunciate novità tecniche messe in pista dalla Ferrari. LEGGI TUTTO

  • in

    Formula 1: a Imola una Fanzone per vivere il dietro le quinte del GP

    TORINO – Benvenuti al luna park della Formula 1, dove immergersi davvero nel Circus più adrenalinico dei motori. Imola, che dal 19 al 21 maggio ospiterà il GP del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna, fa un altro passo nella direzione della spettacolarizzazione e nel coinvolgimento dei tifosi. Chi andrà all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari (restano solo il 20% dei biglietti) potrà vivere infatti il dietro le quinte del mondo delle quattro ruote da corsa grazie alla Fanzone Activation allestita alle spalle delle tribune situate s LEGGI TUTTO

  • in

    La Ferrari è già sotto esame: gli errori e i rimedi, 15 giorni per svoltare

    TORINO – Riavvolgere il nastro, per provare a capire cosa sia successo. La Ferrari vista in Bahrain è stata troppo brutta per essere vera, troppo triste in confronto a quella allegra che si era vista alla presentazione. È una Ferrari attonita dalla contro-prestazione della prima gara. Frederic Vasseur non può avere colpe, l’auto era già pronta quando lui è arrivato a Maranello, ma – dopo le lunghe riunioni con gli ingegneri e le ricognizioni tecniche – alcuni limiti non erano stati previsti, probabilmente Vasseur è il primo che non si aspettava la “legnata” ricevuta a Sakhir. Il manager francese, sin dai suoi primi giorni, ha indicato nell’affidabilità il primo problema da risolvere eppure proprio da quel fronte sono arrivati i guai, perché senza la rottura sull’auto di Leclerc sarebbe stato possibile arrivare con due auto in fondo, probabilmente il monegasco sarebbe salito sul podio (Alonso permettendo). LEGGI TUTTO

  • in

    “Questo è Now”: serie tv, show, film e tutto lo Sport di Sky in diretta streaming

    TORINO – “Questo è NOW” è il claim della nuova campagna di comunicazione del servizio in streaming di Sky, da oggi in onda sulle principali TV italiane e sulle piattaforme digitali. In un mondo in cui i contenuti sono sempre più frammentati tra i diversi servizi in streaming, NOW propone un’offerta ricchissima, con tutto lo Sport di Sky in diretta, la diretta dei canali lineari a brand Sky e un’ampia proposta di titoli on demand – tra cui le Serie TV più attese, gli Show imperdibili e il grande Cinema italiano e internazionale. Un catalogo vario e immediatamente accessibile, da vedere quando e dove si vuole, con la libertà di scegliere tra due diversi pass a seconda dei propri gusti.Al centro dello spot di 30” c’è l’ampissima programmazione di NOW, a partire dal grande Cinema con film come il biopic Elvis sul re del rock’n’roll candidato a 8 premi Oscar, Top Gun: Maverick con il ritorno di Tom Cruise nello storico franchise e Jurassic World – Il Dominio, l’ultimo capitolo della saga. Spazio anche alle Serie TV di cui tutti parlano, tra cui la seguitissima The Last of Us, il prequel de Il Trono di Spade House of The Dragon, le due stagioni della serie HBO The White Lotus, senza dimenticare And Just Like That, revival dell’iconica serie Sex and the City.Pilastri dell’offerta NOW sono anche i popolarissimi Show Sky Original tra cui Masterchef Italia, con la sua dodicesima edizione attualmente in corso, la nuova avventura di Pechino Express, che toccherà quest’anno India, Borneo malese e Cambogia, e il nuovo viaggio on-the-road di Quelle Brave Ragazze, con Mara Maionchi, Sandra Milo e Marisa Laurito. LEGGI TUTTO