More stories

  • in

    F1, stipendio piloti: quanto guadagnano Leclerc, Sainz, Verstappen, Hamilton e non solo

    Stipendi da far girare la testa per i 20 piloti dei 10 team che corrono il Mondiale 2023 di Formula 1. Ecco la classifica con tutte le cifre a tanti zero: chi sarà il Paperon de Paperoni del Circus? Chi invece sarà il Paperino della situazione?
     20. Logan Sargeant – Williams
    Debutterà quest’anno in Formula 1 con la Williams e prenderà il posto di Nicholas Latifi. Il suo stipendio? È uno dei più bassi del Circus, visto che la cifra si aggira intorno a 1 milione di dollari ovvero 900mila euro annui. 

    19. Yuki Tsunoda – AlphaTauri
    Penultima posizione per l’unico pilota giapponese della Formula 1. Yuki ha uno stipendio annuo di 1 milione di dollari ovvero 900mila euro annui, nonostante abbia solo 22 anni, sia sotto contratto con la scuderia di Faenza e in Formula 1 già da tre anni. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen: “Budget cap? Non so quanto incida”

    ROMA – Il 2022 in F1 è stato un anno da sogno per Max Verstappen e per la Red Bull: il pilota olandese si è confermato campione del mondo con tanto di record di vittorie (15), mentre la scuderia di Milton Keynes è tornata a vincere il mondiale costruttori dopo nove anni dall’ultima volta. Un’impresa che Verstappen punta a ripetere anche nel 2023, dove parte ancora con i favori del pronostico, pronto a provare a imporsi nuovamente su Charles Leclerc e Lewis Hamilton. L’unica incognita riguarda l’incidenza della penalità inflitta dalla FIA alla Red Bull per lo sforamento del budget cap. “Ci condizionerà, ma quanto? – si è chiesto il campione olandese nell’intervista rilasciata al sito ufficiale della F1 – Non lo sappiamo ancora. Sono fiducioso che la nostra squadra posssa usare questa situazione come motivazione extra per fare ancora meglio”.
    Le prospettive per il 2023
    “Abbiamo una monoposto molto competitiva – ha proseguito Verstappen -. Abbiamo già un sacco di idee grandiose per il prossimo per quanto riguarda la nostra monoposto, e speriamo che possano essere abbastanza”. Il classe ’97 quindi non si preoccupa delle sanzioni e anzi punta a fare ancora meglio nella stagione che sta per cominciare: non resta che aspettare i primi test per avere un primo, seppur parziale, bilancio delle forze in pista.  LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen su Ferrari e Mercedes: “Più vicine nel 2023”

    ROMA – Il 2023 è l’anno in cui Max Verstappen e Red Bull saranno chiamati alla conferma dei titoli piloti e costruttori di Formula 1. L’olandese, assoluto dominatore nella seconda parte dell’ultima stagione, non si aspettava una vittoria così netta: “Mi aspettavo che la Ferrari combattesse per il titolo più a lungo – ha detto -. Se si guarda a quanto fossero vicine le vetture, è un po’ sorprendente avere un divario così grande. Non ci sono stati molti weekend in cui siamo stati davvero dominanti”.Guarda la galleryLa Ferrari 365 GT4 2+2 di Niki Lauda
    Le parole di Verstappen
    “Alla fine sono abbastanza soddisfatto di come sia andata a finire, soprattutto dopo la stagione che ho avuto l’anno scorso -ha aggiunto Verstappen -. Non è sempre bello avere ogni anno il tipo di lotta del 2021. E penso che l’anno prossimo tutto sarà comunque più vicino presso il vertice della classifica. Ci sarà la Ferrari, così come ci sarà sicuramente la Mercedes” – ha concluso l’olandese, che vede quindi maggiormente temibili le due scuderie rivali nel 2023. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen avverte: “Ferrari più vicina nel 2023”

    ROMA – Max Verstappen si affaccia al 2023 da campione del mondo di Formula 1, mentre la Red Bull difenderà il titolo costruttori. Il pilota olandese, assoluto dominatore nella seconda parte dell’ultima stagione, non si aspettava una vittoria così netta: “Mi aspettavo che la Ferrari combattesse per il titolo più a lungo – ha detto -. Se si guarda a quanto fossero vicine le vetture, è un po’ sorprendente avere un divario così grande. Non ci sono stati molti weekend in cui siamo stati davvero dominanti”.Guarda la galleryF1, le più veloci al pit stop: la posizione della Ferrari
    Verso il nuovo anno
    “Alla fine sono abbastanza soddisfatto di come sia andata a finire, soprattutto dopo la stagione che ho avuto l’anno scorso -ha aggiunto Verstappen -. Non è sempre bello avere ogni anno il tipo di lotta del 2021. E penso che l’anno prossimo tutto sarà comunque più vicino presso il vertice della classifica. Ci sarà la Ferrari, così come ci sarà sicuramente la Mercedes” – ha concluso l’olandese, che vede quindi maggiormente temibili le due scuderie rivali nel 2023.

    Clicca qui per non perderti tutte le news ed i pronostici di Formula 1 LEGGI TUTTO

  • in

    F1, la paura di Verstappen: “Difficile non farsi raggiungere nel 2023”

    ROMA – Max Verstappen e la Red Bull arrivano da una stagione dominata in Formula 1. Il 2022 ha visto il pilota olandese trionfare sulla Ferrari e Charles Leclerc, protagonisti di un crollo dopo un avvio di campionato da titolo, che però non ha trovato conferme nei mesi estivi e autunnali. L’olandese, in vista del 2023, si è però mostrato preoccupato del ritorno dei team rivali, in primis la Rossa, ma anche una Mercedes in crescita nel finale di stagione e pronta a tornare in alto nel prossimo Mondiale.Guarda la galleryLa Ferrari 365 GT4 2+2 di Niki Lauda
    Le parole di Verstappen
    “Penso che sarà difficile mantenere il livello del 2022, ma credo ancora che possiamo essere di nuovo molto competitivi – le parole di Verstappen riportate da “Speedweek” -. Mi aspetto però che le altre squadre si mettano al passo. La fine delle mie vittorie? Onestamente non ci penso molto. So che posso fornire le fornire le prestazioni giuste se ho una macchina veloce. Ma a volte non c’è questo tipo di macchina e so che verrà il momento. Spero solo che non accada presto”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1 Verstappen preoccupato per la Red Bull: “Nel 2023 può succedere questo”

    ROMA – Una stagione dominata, soprattutto nella seconda parte, quella di Red Bull e Max Verstappen in Formula 1. Il 2022 ha visto il pilota olandese trionfare sulla Ferrari e Charles Leclerc, protagonisti di un crollo dopo un avvio di campionato da titolo, che però non ha trovato conferme nei mesi estivi e autunnali. L’olandese, in vista del 2023, si è però mostrato preoccupato del ritorno dei team rivali, in primis la Rossa, ma anche una Mercedes in crescita nel finale di stagione e pronta a tornare in alto nel prossimo Mondiale.Guarda la galleryMax Verstappen, in vendita la sua Honda Civic Type-R GT
    La paura di Verstappen
    “Penso che sarà difficile mantenere il livello del 2022, ma credo ancora che possiamo essere di nuovo molto competitivi – le parole di Verstappen riportate da “Speedweek” -. Mi aspetto però che le altre squadre si mettano al passo. La fine delle mie vittorie? Onestamente non ci penso molto. So che posso fornire le fornire le prestazioni giuste se ho una macchina veloce. Ma a volte non c’è questo tipo di macchina e so che verrà il momento. Spero solo che non accada presto”.
    Clicca qui per non perderti tutte le news ed i pronostici di Formula 1 LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen: “Con Hamilton gli incidenti sono una storia diversa”

    ROMA – Le battaglie tra Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno caratterizzato tutto il  Mondiale 2021 di Formula 1. Anche nell’ultima stagione, nonostante obiettivi differenti, i due hanno avuto occasione di battagliare in pista, rendendosi protagonisti anche di qualche contatto. In un’intervista ad “Autosport”, il campione del mondo in carica ha parlato del rapporto con il rivale anche in relazione agli incidenti di pista: “Con tutti quelli con cui ho combattuto quest’anno, sono state battaglie davvero dure e aggressive e non ci siamo mai davvero toccati. In qualche modo, con Lewis è una storia diversa e sinceramente non capisco”.Guarda la galleryLa Ferrari 365 GT4 2+2 di Niki Lauda
    Le parole di Verstappen
    “Quest’anno non avremo avuto molte battaglie, ma in Brasile ci siamo toccati, non era mia intenzione – ha aggiunto Hamilton -. Mi hanno dato la colpa per questo, cosa che non ho trovato giusto. Non sento di fare qualcosa di diverso con Lewiso con gli altri piloti nel modo in cui corriamo. Il giorno prima con Russell stavamo avendo un incredibile lotta. È stato molto divertente estavo cercando di fare lo stesso nella gara, ma sfortunatamente non ci siamo riusciti. Rispetto sempre molto Lewis per ciò che ha ottenuto in questo sport, maè per questo che non capisco davvero perché non possiamo davvero correre come ho fatto con gli altri”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen e gli incidenti con Hamilton: “Non capisco perché…”

    ROMA – Max Verstappen e Lewis Hamilton sono stati i protagonisti della lotta al titolo 2021 di Formula 1. Anche nell’ultima stagione, nonostante obiettivi differenti, i due hanno avuto occasione di battagliare in pista, rendendosi protagonisti anche di qualche contatto. In un’intervista ad “Autosport”, il campione del mondo in carica ha parlato del rapporto con il rivale anche in relazione agli incidenti di pista: “Con tutti quelli con cui ho combattuto quest’anno, sono state battaglie davvero dure e aggressive e non ci siamo mai davvero toccati. In qualche modo, con Lewis è una storia diversa e sinceramente non capisco”.Guarda la galleryF1, le più veloci al pit stop: la posizione della Ferrari
    Il rapporto con Hamilton
    “Quest’anno non avremo avuto molte battaglie, ma in Brasile ci siamo toccati, non era mia intenzione – ha aggiunto Hamilton -. Mi hanno dato la colpa per questo, cosa che non ho trovato giusto. Non sento di fare qualcosa di diverso con Lewiso con gli altri piloti nel modo in cui corriamo. Il giorno prima con Russell stavamo avendo un incredibile lotta. È stato molto divertente estavo cercando di fare lo stesso nella gara, ma sfortunatamente non ci siamo riusciti. Rispetto sempre molto Lewis per ciò che ha ottenuto in questo sport, maè per questo che non capisco davvero perché non possiamo davvero correre come ho fatto con gli altri”.

    Clicca qui per non perderti tutte le news ed i pronostici di Formula 1 LEGGI TUTTO