More stories

  • in

    Ciclismo su pista, l'iridata Amy Pieters in coma dopo incidente

    La tre volte campionessa del mondo su pista, nel Madison, Amy Pieters è in coma farmacologico dopo un incidente mentre si allenava in Spagna con la nazionale olandese a Calpe, località spagnola nei pressi di Alicante. La Pieters si stava allenando con la compagna di squadra Kirsten Wild e dopo la caduta – le circostanze non sono ancora state accertate – ha perso conoscenza ed è stata portata d’urgenza in un ospedale di Alicante dove è stata operata per le gravi ferite alla testa. Ora è in coma indotto, come riferisce una nota del Team SD Worx.

     “Amy Pieters resterà in coma artificiale per i prossimi giorni – si legge nel comunicato -. Quando i medici la sveglieranno tra qualche giorno, sarà possibile valutare l’eventuale danno. La sua famiglia è in viaggio verso l’ospedale. Al momento non è possibile fare ulteriori annunci in merito all’incidente e chiediamo a tutti di rispettare la privacy delle persone coinvolte”. Amy Pieters, ‘figlia d’arte’ (suo padre Peter ha corso da professionista) ha vinto anche su strada, e in particolare si è imposta nella prova in linea degli Europei del 2019. LEGGI TUTTO

  • in

    Ciclismo, Ullrich ricoverato per dipendenza da alcol e droghe in Messico

    Non c’è pace per Jan Ullrich. Il vincitore del Tour del France nel 1997, secondo quanto riportato dalla ‘Bild’, sarebbe infatti nuovamente ricoverato in una clinica per disintossicarsi dalle dipendenze di droga e alcol. L’ex ciclista tedesco, oggi 48enne, avrebbe avuto una ricaduta dopo un viaggio a Cuba, dove aveva festeggiato il compleanno. Ullrich sarebbe stato portato in una clinica specializzata in Messico, in attesa di essere trasferito in Svizzera, suo Paese di residenza. Secondo il quotidiano tedesco, sarebbe stata fatale la rottura di poche settimane fa con la fidanzata Elizabeth Napoles. Ullrich, che già in passato aveva sofferto di depressione e di dipendenze, avrebbe ricevuto la visita in Messico da parte di Lance Armstrong, ex collega e rivale nelle edizioni di fine anni Novanta e inizio duemila del Tour de France.  LEGGI TUTTO

  • in

    Alex Zanardi è tornato a casa, la moglie Daniela: “Ora avrà ancora più forza”

    Il migliore regalo di Natale possibile alla sua famiglia, ma anche a tutto il mondo dello sport, Alex Zanardi l’ha già fatto. Il campionissimo e simbolo dello sport paralimpico (4 ori e 2 argenti), infatti, ha lasciato da qualche settimana l’ospedale dove era ricoverato dal 19 giugno del 2020 facendo ritorno a casa. Il profondo burrone nel quale era nuovamente precipitato dopo l’incidente avuto durante una tappa della staffetta di Obiettivo Tricolore, uno dei tanti eventi che aveva pensato per il progetto Obiettivo3 a promozione del ciclismo paralimpico, non è ancora stato scalato del tutto, ma un importante passo verso il suo pieno recupero è stato compiuto: “Alex ha potuto lasciare l’ospedale qualche settimana fa – ha spiegato la moglie Daniela durante la cerimonia di consegna dei Collari d’oro 2021 alla Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica a Roma – e ora è tornato a casa con noi. Abbiamo aspettato a lungo che ciò accadesse e siamo molto felici che sia stato possibile ora, anche se in futuro ci saranno ancora dei soggiorni temporanei in cliniche speciali per effettuare misure di riabilitazione specifiche sul posto. Dopo il lungo periodo in ospedale è importante per lui tornare dalla sua famiglia. Per un anno e mezzo – ha continuato Daniela -, Alex ha avuto intorno a sé solo persone con mascherine e dispositivi di protezione e le visite erano molto limitate. Ora Stiamo con Alex tutto il giorno, lui è nel suo ambiente familiare e quindi può tornare un minimo alla normalità. Questo gli dà ulteriore forza. Siamo molto grati al personale medico delle cliniche in cui è stato curato”. “E’ il regalo più bello che potessimo ricevere, sperando possa ritrovare serenità familiare e successi di ripresa”, ha spiegato poi il presidente del Cip Luca Pancalli, sempre dal palco della manifestazione romana. “E’ una notizia meravigliosa perché ci sono stati diversi tentativi per diversi motivi di carattere medico di tornare a casa, è stato un grande successo, consente a lui di fare Natale a casa”, ha aggiunto Malagò. “E’ una notizia splendida in una giornata che incorona gli atleti che hanno reso grande la nostra Italia, questo è il potere dello sport che consente di avere tra noi Alex Zanardi”. LEGGI TUTTO