More stories

  • in

    La Lube vince e programma il rientro degli infortunati. Parla il medico Mariano Avio

    La Cucine Lube Civitanova vince e convince in SuperLega Credem Banca. Nel girone di ritorno sono arrivati tre successi con il massimo scarto contro tutte formazioni in salute: Padova, Piacenza e Monza. Gli uomini di Chicco Blengini hanno fatto fronte alle assenze con personalità, impegno e spirito di squadra.
    Simone Anzani e Rok Jeroncic si sono riuniti al gruppo alla vigilia dell’ultima gara, ma al centro hanno giocato Enrico Diamantini e Robertlandy Simon, mentre Ivan Zaytsev, che aveva concluso con qualche smorfia l’allenamento di sabato, ha stretto i denti dando spettacolo insieme al cubano Marlon Yant.
    Sono due gli atleti ancora ai box e si tratta di schiacciatori chiave nell’economia del gioco biancorosso: Jiri Kovar e il capitano Osmany Juantorena. Sul percorso di recupero, il medico sociale Mariano Avio fornisce aggiornamenti.
    Mariano Avio: “Kovar sta seguendo delle terapie mirate per la lesione del tendine quadricipitale che gli dà problemi da tempo e l’obiettivo è quello di riaverlo in campo a fine febbraio. Jiri negli anni ci ha abituato a grandi recuperi. Sono sicuro che tornerà in forma anche questa volta grazie al supporto del fisioterapista Marco Frontaloni e del preparatore Massimo Merazzi. Il percorso di Juantorena è stato più complicato. Durante gli approfondimenti è emersa anche una lesione muscolare al grande rotondo destro. Il giocatore è fuori da metà novembre, ma il cammino è in discesa. Nei prossimi giorni Osmany sarà sottoposto a una nuova risonanza magnetica e, salvo sorprese, riprenderà ad allenare la ricezione. Gradualmente il capitano aumenterà il carico di lavoro e diversificherà l’attività. Su una cosa posso sbilanciarmi, secondo me tornerà in campo ancora più forte!” LEGGI TUTTO

  • in

    Torna la Champions giovedì al PalaBarton

    Dopo il rinvio del match di campionato contro Piacenza, Block Devils al lavoro per la sfida contro i campioni di Francia, match valido per la quarta giornata della Pool E. Il 27 sera al PalaBarton un Cannes profondamente rinnovato rispetto al match d’andata. Il centrale bianconero Fabio Ricci: “Ci aspetta una partita molto importante per fare un altro passo verso la qualificazione ai quarti di finale della Champions League”

    Prepara la quarta giornata di Champions League la Sir Sicoma Monini Perugia.Dopo il rinvio del match di Superlega con Piacenza, fine settimana di lavoro per gli uomini di Nikola Grbic attesi nuovamente dal palcoscenico continentale con la sfida casalinga di giovedì sera al PalaBarton contro l’As Cannes Dragons.Al comando della Pool E a punteggio pieno dopo le prime tre giornate, i Block Devils cercano altri tre punti che sarebbero importantissimi in chiave qualificazione ai quarti di finale contro i campioni di Francia profondamente rinnovati rispetto alla sfida d’andata in terra francese con il recupero dall’infortunio del regista brasiliano Gelinski ed i nuovi acquisti del mercato invernale operati dalla società transalpina che ha tesserato il regista serbo Batak (ex Ravenna), l’opposto colombiano Jimenez (proveniente dal campionato coreano, 50 punti totali nelle ultime due gare di campionato) ed il martello bulgaro Penchev (proveniente dalla PlusLiga polacca). Nuovo sarà anche il tecnico seduto in panchina dove si è insediato il serbo Nikola Matijasevic. Cambiamenti che hanno giovato ai “Dragoni”, reduci da due successi consecutivi nella Ligue A che hanno consentito al Cannes di abbandonare l’ultimo posto in classifica.“Ci aspetta una partita molto importante per fare un altro passo verso la qualificazione ai quarti di finale della Champions League”, spiega il centrale bianconero Fabio Ricci. “Giochiamo in casa davanti ai nostri tifosi. Il Cannes è molto diverso dalla squadra affrontata nella gara d’andata, sono in un buon momento nel campionato francese e dovremo stare concentrati e giocare la nostra miglior pallavolo per conquistare i tre punti”.I Block Devils, dopo il lavoro tecnico di oggi pomeriggio, svolgeranno una doppia seduta fisica e tecnica domani. Mercoledì sera e giovedì mattina in programma le ultime rifiniture pregara.
    UFFICIO STAMPA SIR SICOMA MONINI PERUGIA

    Articolo precedenteSanfilippo “Vogliamo riscattarci contro San Donà, la Coppa Italia obiettivo concreto” LEGGI TUTTO

  • in

    La Cucine Lube va di fretta, Monza si arrende in tre set

    La Cucine Lube Civitanova schianta la Vero Volley Monza per 3-0 nell’11ª di ritorno di SuperLega Credem Banca (25-19, 25-19, 25-17), giornata interamente anticipata, consolidando il suo secondo posto in solitaria nella classifica della Regular Season.
    Tutto facile per i campioni d’Italia, autori di una prestazione superlativa, davanti ai 1.123 spettatori dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, dalla linea dei nove metri (8 ace), con Ivan Zaytsev grande protagonista e MVP finale della sfida (15 punti).
    La gara
    Juantorena e Kovar sono ancora indisponibili, Blengini ritrova Anzani anche se solo per la panchina e ripropone in toto il sestetto che mercoledì scorso ha sbancato Piacenza, con Lucarelli e Yant in banda, Zaytsev in posto 2 opposto al regista De Cecco e Diamantini al centro con Simon. Sulla sponda brianzola si rivede invece Grozer, che va comunque ad accomodarsi in panchina, lasciando ancora a Davyskiba(chiuderà con 17 punti e il 44% in attacco) il posto nella diagonale d’attacco con Orduna.
    I campioni d’Italia mettono al sicuro la vittoria del parziale d’apertura già in avvio, con un fantastico turno al servizio di Zaytsev (2 ace) che li spinge sino al 7-1. Il resto del set è normale amministrazione per i cucinieri, che ricevono col 75% di positività e attaccano col 56% di efficacia (super Yant con 6 punti e l’86% in attacco) contro il 42% degli avversari. Chiude sul 25-16 un ace di Luciano De Cecco.
    Il secondo set è l’esatta fotocopia di quello precedente, con lo strappo della Cucine Lube firmato nuovamente dalla battuta dello Zar, che stavolta si porta sulla linea dei nove metri quando il tabellone segna 4-4. Zaytsev firma i due ace di fila (altri 7 punti per lui, 57% in attacco) continuando anche successivamente a creare grattacapi alla seconda linea di Monza, che trova il cambio palla dopo aver subìto un parziale di 4 punti (8-4). Strada spianata, insomma, per la formazione di Blengini che prima allunga sul 14-8 e poi sul 19-13, rispettivamente con il quinto ace personale del suo opposto e il primo dell’ottimo Marlon Yant (6 punti col 62% sulle schiacciate, mentre nel giro di seconda linea è costantemente avvicendato da Marchisio). Finisce 25-16 con un altro ace, stavolta di Lucarelli (7 punti anche per lui, 86% in attacco).
    Il terzo parziale è il più equilibrato della gara, ma soltanto fino al 10 pari. Poi Yant (top scorer finale con 19 punti, 74% in attacco) difende e contrattacca lui stesso per il break sul 12-10 che apre le porte all’allungo decisivo della Lube (15-10), registrato nuovamente con Ivan Zaytsev in battuta.
    Le dichiarazioni
    GIANLORENZO BLENGINI: “La vittoria e i tre punti in questo campionato non sono mai scontati. L’impatto della squadra sulla partita è stato un aspetto importante di oggi: con i favori del pronostico, se non si impattano bene queste sfide, c’è il rischio di rincorrere, di innervosirsi e di non trovare il ritmo di gara. Abbiamo gestito bene comprendendo che una squadra come Monza non aveva niente da perdere e non avrebbe mollato, nonostante l’assenza dell’opposto titolare: il terzo set lo ha dimostrato, ma siamo stati lì, abbiamo trovato il momento per allungare e abbiamo gestito il vantaggio. La squadra sta resistendo e sta stringendo i denti, ora dobbiamo ragionare giorno per giorno perché ci possono essere delle sorprese, anche last minute. Occorre guardare quello che si ha: l’atteggiamento e la vittoria sono state positive”.
    MARLON YANT: “Abbiamo centrato una bella vittoria, la squadra ha fatto tutto il possibile per imporsi, ci siamo impegnati e per questo sono contento. C’è ancora tanta strada da fare, contro il Maribor sarà una bella sfida e speriamo di portare a casa i tre punti. Dopo la sconfitta in Coppa Italia ci siamo riposati, abbiamo parlato tra noi e abbiamo fissato gli obbiettivi: dobbiamo vincere il campionato e lottare per la Champions League”.
    IVAN ZAYTSEV: “La prestazione è stata ottima, molto concreta dal punto di vista mentale. Siamo stati molto aggressivi e sono contento che siamo riusciti a migliorare qualche aspetto del gioco che ci era mancato a Piacenza. Continuiamo a lavorare, cercando di resistere in questo momento poco fortunato: andiamo avanti perché abbiamo tante partite da affrontare. Mercoledì torniamo in campo contro il Maribor, stasera ci riposiamo e poi la prepariamo per bene. Siamo in testa al girone ed è una competizione importante: la Coppa Italia ci è sfuggita, ora ci concentriamo su campionato e Champions League. Ho ancora qualche dolore di assestamento, ma sono contento perché i ragazzi mi stanno aiutando in campo e sto trovando un ottimo feeling, tanto che stasera è entrata anche la battuta. Andiamo avanti tutti insieme, cercando di esprimerci sempre meglio”.
    FABIO BALASO: “Monza è una squadra molto forte e insidiosa: le mancava qualche elemento, ma siamo stati bravi fin dall’inizio, imponendo il nostro gioco e portando a casa questi tre punti importanti per noi e per la classifica. Siamo stati molto efficienti al servizio e li abbiamo tenuti staccati da rete, hanno giocato con palla alta, ma siamo stati bravi ad attaccarli e a rigiocare. Contro il Maribor non bisogna abbassare la guardia, è un’altra partita importante come tutte quelle di CEV Champions League e dobbiamo affrontarla con la giusta mentalità”.
    Il tabellino
    CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez n.e., Sottile n.e., Marchisio, Jeroncic (L) n.e., Balaso (L), Lucarelli 12, Zaytsev 15, Penna n.e., Diamantini 4, Simon 6, De Cecco 2, Anzani, Yant 19. All. Blengini.
    MONZA: Grozdanov, Karyagin 7, Dzavoronok 6, Orduna, Magliano n.e., Federici (L), Galliani, Grozer n.e., Galassi 4, Katic, Beretta 2, Davyskiba 17, Gianotti n.e., Gaggini (L) n.e. All. Eccheli
    ARBITRI: Florian (TV) – Zanussi (TV).
    PARZIALI: 25-19 (26’), 25-16 (26’), 25-17 (25’). Tot 1h 17’.
    NOTE: Spettatori 1123, incasso 14-606,41 Euro. Civitanova battute sbagliate 11, ace 8, muri vincenti 5, 56% in attacco, 57% in ricezione (26% perfette). Monza battute sbagliate 8, ace 1, muri 7, 38% in attacco, 40% in ricezione (13% perfette). Spettatori: 1.132. Incasso: 14.606, 41. MVP: Zaytsev. LEGGI TUTTO

  • in

    SuperLega Credem Banca: risultati 11a giornata

    Domenica 23 gennaio 2022SuperLega Credem Banca: i risultati dell’11a di ritorno
    SuperLega Credem Banca11a giornata di ritorno: Cisterna ferma Taranto in quattro set, all’Eurosuole Forum monologo di Civitanova contro Monza
    Risultati 11a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca:Giocata alle 15.30 Top Volley Cisterna – Gioiella Prisma Taranto 3-1 (22-25, 25-14, 25-23, 25-15)
    Giocata alle 18.00Cucine Lube Civitanova – Vero Volley Monza 3-0 (25-19, 25-16, 25-17)
    Giocate ieri:Itas Trentino – Consar RCM Ravenna 3-0 (26-24, 25-21, 25-14)
    Verona Volley – Kioene Padova 3-1 (22-25, 25-18, 25-20, 25-21)
    Rinviate:Allianz Milano – Leo Shoes PerkinElmer Modena
    Sir Safety Conad Perugia – Gas Sales Bluenergy Piacenza
    Top Volley Cisterna – Gioiella Prisma Taranto 3-1 (22-25, 25-14, 25-23, 25-15) – Top Volley Cisterna: Baranowicz 6, Maar 16, Zingel 10, Dirlic 20, Raffaelli 12, Wiltenburg 4, Picchio (L), Giani 0, Cavaccini (L), Saadat 0, Bossi 0, Rinaldi 0. N.E. All. Soli. Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 1, De Barros Ferreira 7, Di Martino 6, Stefani 15, Randazzo 17, Alletti 6, Laurenzano (L), Pochini (L), Dosanjh 2, Sabbi 5. N.E. Freimanis, Gironi. All. Di Pinto. ARBITRI: Cesare, Brancati. NOTE – durata set: 26′, 24′, 34′, 25′; tot: 109′.
    MVP : Dirlic (Top Volley Cisterna)
    Torna in scena la Superlega Credem Banca al Palasport di Cisterna e i padroni di casa della Top Volley superano in quattro set la matricola Gioiella Prisma Taranto. Fabio Soli schiera in regia capitan Baranowicz per Dirlic opposto, centrali Zingel e Wiltenburg, schiacciatori la coppia Maar Raffaelli, e Cavaccini libero. Di Pinto risponde mandando in campo Falaschi in regia per Stefani opposto, centrali Di Martino e Alletti, schiacciatori Randazzo e Joao, libero Laurenzano. Cisterna prova a prendere il largo con un inizio regolare riuscendo a portarsi avanti con un vantaggio parziale di due punti. Di Pinto chiede time out, poi gli ospiti recuperano e ribaltano il vantaggio (12-14). Si continua punto a punto i ragazzi di coach Soli recuperano fino al 17-17. Taranto trova continuità e Cisterna è in confusione. Il sestetto pugliese si aggiudica il primo set (22-25). Al rientro Cisterna parte bene e trova subito un buon vantaggio iniziale grazie alle palle messe a terra da Dirlic e Raffaelli (7-5). La potenza di Maar e l’astuzia di Zingel portano i pontini a più quattro (10-6). Dirlic non spreca nulla e Zingel alza muri insormontabili su Stefani (14-8). Cisterna doppia Taranto con il muro di Raffaelli su Randazzo (16-8). Di Pinto cambia tutto: dentro Sabbi e Dosanjh per Stefani e Falaschi. Una mossa vana. I padroni di casa allungano (19-11). Fuori anche Randazzo e dentro Pochini. Sabbi si schianta contro il muro di Maar (21-11), che poi chiude il set con un ace per il 25-14. In avvio di terzo set Taranto riesce a chiudere scambi lunghissimi e si porta avanti (6-8). Marco Falaschi cade male ed esce per infortunio, gli ospiti sono sempre avanti (8-9). Raffaelli in battuta e Dirlic sotto rete riportano avanti i laziali (12-11). Raffaelli sale in cattedra e ha la meglio con muri e pallonetti portando i suoi avanti (15-13). Le due squadre non mollano (21-21). Nel finale Cisterna prende il largo e chiude con 25-23 con Maar. Quarto set subito a favore dei padroni di casa con una serie positiva fino al vantaggio massimo di 12-5. Di Pinto toglie Joao e inserisce Pochini. In campo anche Sabbi. Soli conferma la formazione di partenza (16-8). Il divario è incolmabile sul pallonetto di Dirlic servito da capitan Baranowicz (21-12). I padroni di casa si aggiudicano agevolmente il quarto set con Dirlic (25-15).
    Michele Baranowicz (Top Volley Cisterna): “Venivamo da un periodo complicato, non ci siamo allenati per un mese. Siamo al completo da giovedì e abbiamo fatto solo due allenamenti tutti insieme, ci hanno anticipato una partita che avremmo dovuto giocare a marzo e quindi c’erano tutti i presupposti per fare una pessima figura, invece abbiamo giocato di squadra reagendo subito dopo il primo set. Tre punti d’oro per la nostra classifica”.
    Vincenzo Di Pinto (allenatore Gioiella Prisma Taranto): “Non cerchiamo alibi, ma l’infortunio di Falaschi ha reso tutto più difficile. Eravamo riusciti a riprendere in mano la partita dopo un secondo set segnato dalla poca lucidità, ma loro non si sono fatti sorprendere e sono stati bravi a sfruttare le nostre disattenzioni. Adesso sinceramente preoccupa l’infortunio di Falaschi, faremo gli esami strumentali del caso. Questo ormai è un campionato falsato per le retrocessioni: solo la partita di Vibo, per citarne una, è stata riprogrammata molte volte. Noi stiamo facendo una grande annata e stiamo giocando una buonissima pallavolo, siamo comunque fiduciosi”.
    Cucine Lube Civitanova – Vero Volley Monza 3-0 (25-19, 25-16, 25-17) – Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Santos De Souza 12, Diamantini 4, Zaytsev 15, Yant Herrera 19, Simon 6, Anzani 0, Marchisio (L), Balaso (L). N.E. Garcia Fernandez, Penna, Jeroncic, Sottile. All. Blengini. Vero Volley Monza: Orduna 0, Karyagin 7, Beretta 2, Davyskiba 17, Dzavoronok 6, Galassi 4, Gaggini (L), Katic 0, Grozdanov 0, Federici (L). N.E. Gianotti, Magliano, Grozer. All. Eccheli. ARBITRI: Florian, Zanussi. NOTE – durata set: 26′, 26′, 25′; tot: 77′.
    Spettatori: 1.123Incasso: 14.606, 41 euroMVP: Ivan Zaytsev (Cucine Lube Civitanova)
    La Cucine Lube Civitanova supera la Vero Volley Monza per 3-0 nell’11ª di ritorno di SuperLega Credem Banca (25-19, 25-19, 25-17), giornata interamente anticipata, consolidando il suo secondo posto in solitaria nella classifica della Regular Season. Tutto facile per i campioni d’Italia, autori di una prestazione superlativa, davanti ai 1.123 spettatori dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, dalla linea dei nove metri (8 ace), con Ivan Zaytsev grande protagonista e MVP finale della sfida (15 punti).
    La garaJuantorena e Kovar sono ancora indisponibili, Blengini ritrova Anzani anche se solo per la panchina e ripropone in toto il sestetto che mercoledì scorso ha sbancato Piacenza, con Lucarelli e Yant in banda, Zaytsev in posto 2 opposto al regista De Cecco e Diamantini al centro con Simon. Sulla sponda brianzola si rivede invece Grozer, che va comunque ad accomodarsi in panchina, lasciando ancora a Davyskiba(chiuderà con 17 punti e il 44% in attacco) il posto nella diagonale d’attacco con Orduna. I campioni d’Italia mettono al sicuro la vittoria del parziale d’apertura già in avvio, con un fantastico turno al servizio di Zaytsev (2 ace) che li spinge sino al 7-1. Il resto del set è normale amministrazione per i cucinieri, che ricevono col 75% di positività e attaccano col 56% di efficacia (super Yant con 6 punti e l’86% in attacco) contro il 42% degli avversari. Chiude sul 25-16 un ace di Luciano De Cecco. Il secondo set è l’esatta fotocopia di quello precedente, con lo strappo della Cucine Lube firmato nuovamente dalla battuta dello Zar, che stavolta si porta sulla linea dei nove metri quando il tabellone segna 4-4. Zaytsev firma i due ace di fila (altri 7 punti per lui, 57% in attacco) continuando anche successivamente a creare grattacapi alla seconda linea di Monza, che trova il cambio palla dopo aver subìto un parziale di 4 punti (8-4). Strada spianata, insomma, per la formazione di Blengini che prima allunga sul 14-8 e poi sul 19-13, rispettivamente con il quinto ace personale del suo opposto e il primo dell’ottimo Marlon Yant (6 punti col 62% sulle schiacciate, mentre nel giro di seconda linea è costantemente avvicendato da Marchisio). Finisce 25-16 con un altro ace, stavolta di Lucarelli (7 punti anche per lui, 86% in attacco). Il terzo parziale è il più equilibrato della gara, ma soltanto fino al 10 pari. Poi Yant (top scorer finale con 19 punti, 74% in attacco) difende e contrattacca lui stesso per il break sul 12-10 che apre le porte all’allungo decisivo della Lube (15-10), registrato nuovamente con Ivan Zaytsev in battuta.
    Ivan Zaytsev (Cucine Lube Civitanova): La prestazione è stata ottima, molto concreta dal punto di vista mentale. Siamo stati molto aggressivi e sono contento che siamo riusciti a migliorare qualche aspetto del gioco che ci era mancato a Piacenza. Continuiamo a lavorare, cercando di resistere in questo momento poco fortunato: andiamo avanti perché abbiamo tante partite da affrontare. Mercoledì torniamo in campo contro il Maribor, stasera ci riposiamo e poi la prepariamo per bene. Siamo in testa al girone ed è una competizione importante: la Coppa Italia ci è sfuggita, ora ci concentriamo su campionato e Champions League”.
    Filippo Federici (Vero Volley Monza): “Siamo entrati in campo con l’obiettivo di replicare la Semifinale della Supercoppa ma purtroppo non ci siamo riusciti. Oggi non è andato un pò tutto: dobbiamo rimetterci al lavoro per far quadrare la squadra. Abbiamo avuto diverse assenze nell’ultimo periodo e questo non ci ha aiutato. Vogliamo riuscire a fare prestazioni diverse rispetto a quelle che abbiamo fatto oggi. Cosa hanno fatto loro meglio di noi? Direi la fase break ha inciso in modo determinante. Siamo andati in difficoltà sia nel primo che nel terzo set e quando inizi male diventa difficile riprendere squadre del genere”.
    Giocate ieri: Itas Trentino – Consar RCM Ravenna 3-0 (26-24, 25-21, 25-14) – Itas Trentino: Sbertoli 1, Kaziyski 17, Lisinac 11, Lavia 15, Michieletto 9, Podrascanin 9, De Angelis (L), Sperotto 0, Pinali 0, Zenger (L), D’Heer 0. N.E. Albergati, Cavuto. All. Lorenzetti. Consar RCM Ravenna: Queiroz Franca 0, Vukasinovic 13, Candeli 3, Klapwijk 2, Ulrich 11, Fusaro 3, Pirazzoli (L), Goi (L), Ljaftov 8, Biernat 0, Comparoni 0, Orioli 5. N.E. Erati. All. Zanini. ARBITRI: Armandola, Puecher. NOTE – durata set: 31′, 25′, 21′; tot: 77′. Spettatori: 1.202. MVP: Matey Kaziyski (Itas Trentino)
    Verona Volley – Kioene Padova 3-1 (22-25, 25-18, 25-20, 25-21) – Verona Volley: Spirito 0, Asparuhov 12, Aguenier 2, Jensen 14, Mozic 30, Cortesia 9, Donati (L), Wounembaina 0, Bonami (L), Vieira De Oliveira 1, Zanotti 4, Qafarena 0. N.E. Magalini, Nikolic. All. Stoytchev. Kioene Padova: Zimmermann 3, Loeppky 9, Vitelli 4, Weber 21, Bottolo 14, Volpato 6, Bassanello (L), Petrov 0, Gottardo (L), Canella 0, Zoppellari 0, Takahashi 0, Schiro 1. N.E. Crosato. All. Cuttini. Spettatori: 853. MVP: Rok Mozic (Verona Volley)
    Classifica SuperLega Credem Banca Sir Safety Conad Perugia 41, Cucine Lube Civitanova 37, Itas Trentino 34, Leo Shoes PerkinElmer Modena 33, Gas Sales Bluenergy Piacenza 25, Allianz Milano 23, Vero Volley Monza 22, Kioene Padova 17, Top Volley Cisterna 17, Verona Volley 16, Gioiella Prisma Taranto 15, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9, Consar RCM Ravenna 2.
    1 incontro in più: Gas Sales Bluenergy Piacenza, Vero Volley Monza, Verona Volley.
    1 incontro in meno: Allianz Milano, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia:
    2 incontri in meno: Consar RCM Ravenna-
    Recuperi 2a giornata di ritorno SuperLega Credem BancaMercoledì 26 gennaio 2022, ore 20.30Vero Volley Monza – Allianz Milano Arbitri: Giardini Massimiliano, Puecher AndreaDiretta Volleyballworld.tv
    Gioiella Prisma Taranto – Consar RCM RavennaArbitri: Canessa Maurizio, Talento MatteoDiretta Volleyballworld.tv
    Recuperi 3a giornata di ritorno SuperLega Credem BancaSabato 29 gennaio 2022, ore 18.00 Top Volley Cisterna – Verona VolleyDiretta RAI SportDiretta Volleyballworld.tv
    6a Giornata di Ritorno SuperLega Credem Banca Domenica 30 Gennaio 2022, ore 15.30Kioene Padova – Gioiella Prisma Taranto Diretta Volleyballworld.tv
    Domenica 30 Gennaio 2022, ore 18.00Allianz Milano – Sir Safety Conad Perugia Diretta RAI Sport e Volleyballworld.tv
    Consar RCM Ravenna – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia Diretta Volleyballworld.tv
    Domenica 30 Gennaio 2022, ore 20.30Vero Volley Monza – Itas Trentino Diretta Volleyballworld.tv
    Rinviate Leo Shoes PerkinElmer Modena – Cucine Lube Civitanova
    Top Volley Cisterna – Gas Sales Bluenergy Piacenza
    Riposa: Verona Volley LEGGI TUTTO

  • in

    Rinvio Cisterna-Piacenza. Spostamento Cisterna-Verona

    Domenica 23 gennaio 2022 SuperLega Credem banca: modifiche al calendario
    SuperLega Credem BancaRinvio Cisterna-Piacenza. Spostamento Cisterna-Verona per la diretta RAI
    La Lega Pallavolo Serie A informa che la gara Top Volley Cisterna – Gas Sales Bluenergy Piacenza, valida per la 6a giornata di ritorno di SuperLega Credem Banca, in programma sabato 29 gennaio 2022, è rinviata a data da destinarsi causa positività al Covid-19 di più di tre atleti della squadra ospite.
    La Top Volley Cisterna sarà comunque in campo sabato. È stato infatti posticipato il recupero della 3a giornata, Top Volley Cisterna – Verona Volley (che era programmato per mercoledì 26 gennaio), ora in calendario alle ore 18.00 di sabato 29 gennaio, per consentire la trasmissione in diretta su RAI Sport. LEGGI TUTTO

  • in

    Alla Vero Volley Monza non riesce il colpaccio: Civitanova passa 3-0

    Cucine Lube Civitanova – Vero Volley Monza 3-0 (25-19, 25-16, 25-17)Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Santos De Souza 12, Diamantini 4, Zaytsev 15, Yant Herrera 19, Simon 6, Anzani 0, Marchisio (L), Balaso (L). N.E. Garcia Fernandez, Penna, Jeroncic, Sottile. All. Blengini.Vero Volley Monza: Orduna 0, Karyagin 7, Beretta 2, Davyskiba 17, Dzavoronok 6, Galassi 4, Gaggini (L), Katic 0, Grozdanov 0, Federici (L). N.E. Gianotti, Magliano, Grozer. All. Eccheli

    Arbitri: Florian Massimo, Zanussi Umberto
    Durata set: 26′, 26′, 25′; tot: 77′.
    NOTE
    Cucine Lube Civitanova: battute vincenti 4, battute sbagliate 10, muri 10, errori 18, attacco 61%Vero Volley Monza: battute vincenti 1, battute sbagliate 17, muri 6, errori 25, attacco 41%
    Impianto: Eurosuole Forum di Civitanova Marche
    Spettatori: 1123
    MVP: Ivan Zaytsev (Cucine Lube Civitanova)
    CIVITANOVA MARCHE, 23 GENNAIO 2022 – Si chiude senza acuti nè gioia l’anticipo dell’undicesima giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca 21-22 della Vero Volley Monza. All’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, i lombardi non spezzano l’incantesimo che li vede da sempre sconfitti in campionato sul campo dei padroni di casa della Cucine Lube Civitanova, capaci di confermare il 3-0 ottenuto in Brianza all’andata e far dimenticare ai rossoblù l’exploit della Semifinale della Del Monte Supercoppa Italiana di fine ottobre. A differenza di quanto accaduto in CEV Cup contro Ankara, Beretta e compagni hanno faticato a trovare continuità in fase offensiva complice una ricezione poco precisa messa in difficoltà dai velenosi turni in battuta di Zaytsev (MVP della gara con 15 punti, di cui 5 ace) e una difesa poco solida sulle fiammate di Yant e Lucarelli, entrambi in doppia cifra con un ace a testa. Trainati da un determinato Davyskiba (17 punti, 1 ace e 2 muri per il bielorusso), i monzesi hanno lottato con generosità senza però riuscire a limitare i break firmati dalla squadra di Blengini negli avvii di tutti e tre i set. Per la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley, spinta con carattere anche dai positivi Galassi, Karyagin e Orduna, l’occasione per archiviare le tre sconfitte subite dopo il giro di boa (Modena, Piacenza e Civitanova) è dietro l’angolo: mercoledì sera, alle ore 20.30, contro Milano.
    LE DICHIARAZIONI POST PARTITA

    [embedded content]

    Filippo Federici (Vero Volley Monza): “Siamo entrati in campo con l’obiettivo di replicare la Semifinale della Supercoppa ma purtroppo non ci siamo riusciti. Oggi non è andato un pò tutto: dobbiamo rimetterci al lavoro per far quadrare la squadra. Abbiamo avuto diverse assenze nell’ultimo periodo e questo non ci ha aiutato. Vogliamo riuscire a fare prestazioni diverse rispetto a quelle che abbiamo fatto oggi. Cosa hanno fatto loro meglio di noi? Direi la fase break ha inciso in modo determinante. Siamo andati in difficoltà sia nel primo che nel terzo set e quando inizi male diventa difficile riprendere squadre del genere”.
    LA CRONACA IN BREVEPRIMO SETBlengini sceglie De Cecco in diagonale con Yant, Diamantini e Simon al centro, Zaytsev e Lucarelli bande e Balaso libero. Eccheli risponde con Orduna-Davyskiba, Galassi e Beretta, Dzavoronok e Davyskiba e Federici libero. I padroni di casa volano subito sul 5-1 con un break guidato da Zaytsev in battuta (anche un ace per lui) e ben finalizzato da Simon. Dopo il time-out Monza continua l’assolo dei padroni di casa, con Zaytsev e Yant a fare male alla difesa dei lombardi. Karyagin e Galassi, con il muro su Lucarelli, tentano di guidare il rientro della Vero Volley (9-6), ma due fiammate di Yant e una a testa di Lucarelli e Zaytsev valgono il 17-12 Monza. In un finale ormai quasi segnato, i rossoblù alzano la testa con un ottimo Davyskiba e accorciano 19-16. Qualche sbavatura della squadra di Eccheli e l’accelerazione di Simon, spinge Civitanova sul 22-19 e successivamente sul 25-19 (ace di De Cecco).
    SECONDO SETConfermati i sestetti in campo e l’andamento ricalca il finale del set precedente. Civitanova spinge bene dai nove metri con Zaytsev (due ace di fila) e in attacco con Yant, 7-4 e time-out Eccheli. Karyagin infila tre ottime giocate, 9-6, ma Simon e Lucarelli, in aggiunta al muro di Diamantini su Dzavoronok, piazzano il 12-7 Cucine Lube. Monza sembra non riuscire a rispondere con continuità, mentre i padroni di casa continuano ad approfittare della giornata di grazia di Zaytsev per incrementare (15-9). Con Dzavoronok e Davyskiba arriva la reazione lombarda (15-11), sfumata quando Yant (attacco vincente ed ace) riporta a più sei i suoi (19-13). Finale ancora una volta dei cucinieri, con Lucarelli scatenato (quattro punti di cui un ace) a chiudere il gioco, 25-16 per i suoi.
    TERZO SETI monzesi partono con convinzione, spinti da Davyskiba, Galassi e Beretta, 5-4. La fase di punto a punto viene interrotta dal break marchigiano con Yant e Diamantini, 8-6 ed Eccheli chiama time-out. Bella reazione della Vero Volley con Davyskiba (due muri, uno su Yant e l’altro su Zaytsev) a valere il 9-8 per Monza, avanti anche dopo con Dzavoronok, 10-9. Ci pensa Yant, però, a riportare avanti la Lube con tre ottime giocate, 12-10 ed è time-out Monza. Ancora Yant devastante in attacco per il 15-10 della Cucine Lube, molto prolifica in fase offensiva ed attenta in quella difensiva. Beretta interrompe il filotto marchigiano (19-14), poi solo padroni di casa a bersaglio con Diamantini e Yant a murare i tentativi di rimonta Vero Volley, 25-17, chiudendo parziale e gara 3-0 per i suoi. LEGGI TUTTO

  • in

    Cisterna supera Taranto 3-1 e si prende tre punti preziosi per muovere la classifica

    CISTERNA DI LATINA – Torna in scena la Superlega Credem Banca al Palasport di Cisterna. Fabio Soli schiera centrali Zingel e Wiltenburg, schiacciatori la coppia Maar-Raffaelli, in regia capitan Baranowicz, Dirlic opposto e Cavaccini libero. Di Pinto risponde mandando in campo Stefani opposto, centrali Di Martino e Alletti, schiacciatori Randazzo e Joao, Falaschi in regia e libero Laurenzano. Cisterna prova a prendere il largo con un inizio regolare riuscendosi a portare avanti con un vantaggio parziale di due punti. Di Pinto chiede time out e gli ospiti recuperano e ribaltano il vantaggio portandosi sul 14-12. Si continua punto a punto i ragazzi di coach Soli recuperano fino al 17-17. Taranto trova continuità e Cisterna è in confusione, gli ospiti conquistano punti e si aggiudicano il primo set 25-22.  Cisterna parte bene nel secondo parziale e trova subito un buon vantaggio grazie alle palle messe a terra da Dirlic e Raffaelli, 7-5. La potenza di Maar e l’astuzia di Zingel portano i pontini a più quattro, 10-6. Dirlic non spreca nulla e Zingel alza muri insormontabili su Stefani, 14-8. Cisterna doppia Taranto con il muro di Raffaelli su Randazzo, 16-8. Di Pinto cambia tutto dentro Sabbi e Dosanjh per Stefani e Falaschi, ma non serve a nulla, i padroni di casa allungano 19-11, fuori anche Randazzo, dentro Pochini. Sabbi si schianta contro il muro di Maar 21-11, lo stresso Maar chiude il set con un ace, 25-14. Inizio terzo set avanti Taranto che riesce a chiudere scambi lunghissimi e si porta sul 8-6. Marco Falaschi cade male ed esce per infortunio, gli ospiti sono sempre avanti 9-8. Raffaelli in battuta e Dirlic sotto rete riportano avanti i laziali, 12-11.  Raffaelli contro Taranto, ha la meglio il toscanaccio con muri e pallonetti porta i suoi avanti 15-13. Un set tiratissimo, le due squadre si affrontano senza paura e non mollano 21-21, poi Cisterna prende il largo e con Maar chiude 25-23. Quarto set subito a favore dei padroni di casa con una serie positiva fino al vantaggio massimo di 12-5. Di Pinto toglie Joao in confusione, dentro Pochini, in campo anche Sabbi, Soli conferma la formazione di partenza, 16-8. Pallonetto di Dirlic su assist di capitan Baranowicz, 21-12. I padroni di casa si aggiudicano agilmente anche il quarto set con il solito Dirlic, 25-15.
    IL TABELLINO
    Top Volley Cisterna – Gioiella Prisma Taranto: 3-1 (22-25; 25-14; 25-23; 25-15)
    Top Volley Cisterna: Zingel 11, Cavaccini (L), Saadat, Wiltenburg 4, Giani, Maar 16, Rinaldi, Dirlic 20, Picchio (L), Bossi, Baranowicz 6, Raffaelli 12. All.: Fabio Soli.
    Gioiella Prisma Taranto: Stefani 15, Laurenzano (L), Alletti 6, Falaschi 1, Randazzo 17, Joao 7, Gironi (ne), Sabbi 5, Pochini, Freimanis (ne), Di Martino 5, Dosanjh 2. All.: Vincenzo Di Pinto.
    Note:
    Top Volley Cisterna: ace 6, err.batt. 8, ric.prf. 30%, att. 45%, muri 14.
    Gioiella Prisma Taranto: ace 2, err.batt. 17, ric.prf. 37%, att. 42%, muri 10.
    Mvp: Petar Dirlic (Top Volley Cisterna) LEGGI TUTTO

  • in

    La Kioene si arrende contro una solida Verona

    Coach Cuttini: “Dal secondo set in poi Verona ha cambiato marcia. Noi abbiamo approcciato bene, ma dobbiamo ancora lavorare tanto in palestra”.
    Verona Volley – Kioene Padova 3-1(22-25, 25-18, 25-20, 25-21, 25-21)

    Verona Volley: Mozic 31, Auguenier 2, Cortesia 8, Asparuhov 12, Spirito, Jensen 14, Bonami (L), Qafarena, Zanotti 4, Wounembaina, Raphael 1 Non entrati: Magalini, Nikolic, Donati (L). Coach: Radostin Stoytchev.
    Kioene Padova: Loeppky 11, Vitelli 4, Volpato 6, Bottolo 14, Zimmermann 3, Weber 19, Gottardo (L), Zoppellari, Takahashi, Schiro 1, Canella, Bassanello (L), Petrov. Non entrato: Crosato. Coach: Jacopo Cuttini.
    Arbitri: Simbari – Caretti.Durata: 27’, 30’, 32’, 32’. Tot.: 2h01’MVP: Rok Mozic (Verona Volley)NOTE. Servizio: Verona errori 17, ace 7; Padova errori 20, ace 6. Muro: Verona 9, Padova 2. Ricezione: Verona 42% (20% prf), Padova 48% (28% prf). Attacco: Verona 50%, Padova 47%.

    Verona si vendica e incassa tre punti nel derby con la Kioene. Dopo un primo set di alto livello, i bianconeri subiscono il rientro dei padroni di casa, tra i quali spicca un Mozic strepitoso, (31 punti con il 55% in attacco) e tornano a casa a mani vuote. Per Padova buona prova di Weber (19 punti, 44%).

    LA CRONACA. L’avvio è punto a punto. La Kioene trova il primo allungo con una buona percentuale al servizio: l’ace di Zimmermann vale il primo break, poi l’errore di Jensen costringe Stoytchev alla prima interruzione della gara (8-12). La reazione scaligera è immediata e sul 13-13 è Cuttini a fermare il gioco. La concretezza di Bottolo e Weber dà un nuovo margine ai bianconeri che riescono a limitare il rientro di Verona fino al definitivo 22-25.
    Nel secondo set i padroni di casa cominciano alla grande portandosi sul 7-1 e coach Cuttini richiama i suoi. Al rientro la Kioene si rifà sotto e ritrova un buon alleato nel servizio. Sul 14-12 Verona torna però a ruggire e con Mozic in battuta dà una spallata al parziale (19-13). Gli ospiti stavolta non riescono a ricucire lo strappo e la squadra di Stoytchev chiude 25-18.
    Verona approccia bene anche il terzo set, Mozic e i muri fanno male alla difesa bianconera e sul -5 l’allenatore chiama time out (7-2). La fase centrale del set è punto a punto, Zoppellari fa respirare Zimmermann ma Padova non trova continuità in attacco. Gli scaligeri mantengono alta l’aggressività, arginano il tentativo di rientro bianconero e incassano: 25-20.
    Nel quarto set la Kioene inizia meglio rispetto ai precedenti. Weber suona la carica e i suoi rimangono a contatto (10-10). Si prosegue in perfetto equilibrio, con nessuna delle due formazioni che riesce a staccare l’altra nel punteggio, poi Mozic sale di nuovo in cattedra e fa rimettere la freccia a Verona (20-18). Ci pensa Cortesia, poi, a chiudere con un ace la sfida: 25-21.

    LA SINTESI DEL MATCH IN REPLICA SU TV7 NEWS. Una sintesi della sfida di questa sera sarà trasmessa lunedì 24 gennaio, alle ore 21 su Tv7 News (canale 87 del digitale terrestre). Repliche nel corso della settimana anche su Tv7 Sport (canale 212 del digitale terrestre). Per vedere la programmazione televisiva completa, visitate la sezione “TV e streaming” del sito www.pallavolopadova.com.

    TARANTO INAUGURA IL 2022 DELLA KIOENE ARENA. La Kioene tornerà in campo alla Kioene Arena, la prima volta nel 2022, contro Taranto. Si giocherà domenica 30 gennaio alle 15.30 (diretta su VolleyballWorld), i biglietti per assistere alla sfida saranno disponibili dal 24 gennaio esclusivamente online tramite il circuito Vivaticket. Si ricorda che per accedere alla Kioene Arena è necessario avere con sé il green pass rafforzato ed è obbligatorio indossare una mascherina FFP2. Per ulteriori informazioni visitare la pagina dedicata http://pallavolopadova.com/biglietti/.

    Jacopo Cuttini (Coach Kioene Padova): “Sapevamo a che tipo di partita saremmo andati incontro. Verona, dal secondo set in poi, ci ha messo molto sotto pressione e noi abbiamo perso l’equilibrio. Il loro cambio di palleggiatore è stato determinante, anche se siamo riusciti a giocarcela nel quarto set. Abbiamo avuto un ottimo approccio alla gara, poi abbiamo sofferto, in particolare in ricezione. Adesso l’unica cosa da fare è tornare in palestra e continuare a lavorare”.
    Asparuh Asparuhov (Verona Volley): “Sono molto orgoglioso della squadra, abbiamo fatto una bella partita, complimenti a tutte e due le squadre perché non ci hanno mai mollati ma noi l’abbiamo gestita meglio, facendo una vittoria importantissima. Le positività Covid? Non siamo stati male, ma abbiamo dovuto saltare le partite, oggi siamo entrati con un altro carattere, senza mai arrenderci l’abbiamo portata a casa.”

    Francesco Munari
    Ufficio Stampa Kioene Padova LEGGI TUTTO