More stories

  • in

    Tennis, dove vedere Mager-C.Harrison: streaming gratis e diretta tv Atp Delray Beach

    Oggi 11 gennaio (orario ancora da definire), si disputerà il match tra Mager-C.Harrison, valevole per i quarti di finale del torneo Atp 250 di Delray Beach (cemento outdoor). Il tennista sanremese (numero 101 del mondo) ha iniziato molto bene questo 2021 sconfiggendo al primo turno l’americano Ryan Harrison (fratello maggiore di Chris) per 3-6, 6-1- 6-4, per poi ripetersi al secondo contro sempre contro un avversario a stelle e strisce, ovvero Querrey per 7-6, 6-1). Ricordiamo che il classe ’94 lo scorso febbraio era riuscito a raggiungere per la prima volta una finale del circuito Atp (Rio de Janeiro), dove perse in finale dal cileno Garin in due set; dunque in questo primo torneo dell’anno ci sono buone possibilità di ripetere quanto fatto in Brasile.

    Leggi anche:  Dove vedere Catanzaro Viterbese, streaming Serie C e diretta TV Sky Sport?

    Il suo avversario odierno, ossia il il ventiseienne Chris Harrison, nel corso di questi anni ha avuto tantissimi infortuni che ne hanno pregiudicato la carriera, facendolo scivolare fino al numero 789 del ranking Atp. Nel 2020 l’americano ha disputato solamente tornei Challenger dove ha ottenuto risultati modesti; qui in Florida invece ha cominciato la sua avventura nelle qualificazioni sconfiggendo prima il cileno Barrios Vera e poi il connazionale Khan, mentre nei primi due turni ha avuto la meglio rispettivamente dell’argentino Etcheverry e del cileno Garin (testa di serie numero uno del seeding) senza perdere un set.
    Dove vedere Mager-C.Harrison in tv e streaming
    Il match tra Mager-C.Harrison, quarti di finale del torneo Atp 250 di Delray Beach, sarà visibile su Supertennis che ricordiamo dallo scorso primo settembre non è più a disposizione sul bouquet Sky, ma solo sul digitale terrestre (canale 64). Per chi volesse ci sarà la possibilità anche di seguire l’incontro in diretta streaming (gratuitamente) sia sulla pagina ufficiale Facebook di Supertennis, sia cliccando il sito www.supertennis.tv. LEGGI TUTTO

  • in

    Ecco il vero motivo del forfait di Roger Federer agli Australian Open

    Il tennista più amato al mondo, Roger Federer, non parteciperà agli Australian Open 2021 e questo si sapeva già da tempo. Però, a quanto pare, non sarebbe il lento recupero dall’infortunio e della conseguente doppia operazione al ginocchio il motivo per cui Roger Federer ha deciso di saltare gli Australian Open 2021. O almeno non solo quello. Queste opinioni sono il frutto delle parole che ha recentemente affermato Andre Sa, ex tennista brasiliano, che oggi si occupa di gestire le relazioni ufficiali tra la direzione degli Australian Open e tutti i tennisti. Ecco di seguito le parole di Andre Sa.

    Forfait Federer: le parole di Andre Sa
    Dalle parole di Andre Sa si deduce che il motivo principale del forfait di Roger Federer è stata la quarantena che il governo australiano impone a chiunque arrivi nel Paese dall’estero. Inoltre l’ex tennista ha rivelato di aver parlato con il tennista svizzero un mese fa:

    “Aveva due opzioni. Sarebbe potuto venire con tutta la famiglia e trascorrere il periodo di quarantena. Il problema è che sua moglie Mirka, assieme ai bambini, non sarebbe potuta uscire dalla stanza. Sarebbero dovuti rimanere all’interno per quattordici giorni. L’unica eccezione riguarda i giocatori”.

    In breve, Roger sarebbe potuto uscire per allenarsi, ma la sua famiglia no. La seconda alternativa era quella di andare in Australia da solo. La cosa, però, avrebbe significato abbandonare la famiglia per ben cinque settimane. Queste le parole di Roger rivelate da Sa:

    “Amico, ho 39 anni, quattro figli e venti titoli Slam. Non sono più in quel periodo in cui posso abbandonare la mia famiglia per cinque settimane”. LEGGI TUTTO

  • in

    Tennis, Australian Open 2021: le qualificazioni non si terranno in Australia. Ecco i motivi

    Dopo la fine della difficile stagione 2020 di tennis e le settimane di attesa e di discussione, il tennis mondiale si è rimesso in moto. Finalmente possiamo vedere alcuni tennisti già all’opera nei primi tornei del 2021: nel circuito maschile Antalya e Delray Beach, mentre nel femminile Abu Dhabi. Il mondo femminile del tennis rimarrà negli Emirati fino al 13 gennaio, considerando le qualificazioni degli Australian Open 2021.

    Australian Open 2021: le qualificazioni
    Sarà un Australian Open diverso dal solito. Infatti, le qualificazioni del primo Slam della stagione non si terranno in territorio australiano. Motivo? La federazione Australiana di Tennis, che ha deciso di posticipare l’inizio del tabellone principale del primo Slam della stagione all’8 febbraio 2021, vuole così porre un limite importante ai tennisti e tutti i loro team da far entrare nel paese. Bisogna ricordare, che chi sarà a Melbourne dovrà sottoporsi a due settimane di quarantena dopo l’arrivo che è previsto tra il 15 e il 17 gennaio. Pertanto: la sede di qualificazioni per gli uomini sarà in Qatar a Doha, mentre per le donne Dubai. Inoltre, sorgono i primi problemi sulle strutture opzionate dal Tennis Australia per ospitare i tennisti e i loro team nel periodo di quarantena: il primo caso è il Westin Melbourne che è stato cancellato dalla lista per non subire azioni legali dai residenti stabili.

    Leggi anche:  Tennis, tabellone Atp Antalya: per Berrettini e Fognini buon sorteggio LEGGI TUTTO

  • in

    Rafa Nadal svela il suo calendario per il 2021: sedici i tornei dove sarà presente

    Lo spagnolo Rafa Nadal, attualmente numero due del ranking Atp, dopo una stagione 2020 molto particolare caratterizzata dall’emergenza Coronavirus, dove ha visto il maiorchino conquistare il ventesimo Slam grazie al tredicesimo successo al Roland Garros, diventando il terzo tennista (Ken Rosewall e Novak Djokovic gli altri due) della storia a vincere un Major in tre decenni diversi (2000-2010-2020). Oltre allo Slam parigino, il classe ’86 ha conquistato anche il torneo di Acapulco e ha raggiunto anche la millesima vittoria nel circuito, ottenuta al primo turno al Masters 1000 di Parigi-Bercy battendo il connazionale Feliciano Lopez.

    Mentre la stagione tennistica è iniziata oggi con i tornei di Antalya e Delray Beach, Nadal ha deciso in quali tornei sarà presente,  dove spiccano, oltre i quattro tornei del Grande Slam, le Olimpiadi di Tokyo posticipati di dodici mesi per via della pandemia. Saranno invece cinque i Masters 1000 a cui parteciperà (gli Internazionali di Roma tra questi); il suo debutto avverrà il prossimo 1 febbraio nella Atp Cup (torneo tra Nazionali) mentre terminerà con la Coppa Davis di fine novembre.

    Leggi anche:  Tennis, tabellone Atp Antalya: per Berrettini e Fognini buon sorteggio

    Nadal, ecco la sua programmazione del 2021
    Atp Cup (1-5 Febbraio)
    Australian Open (8 Febbraio)
    Mexican Open Acapulco (15 Marzo)
    Masters 1000 Montecarlo (12 Aprile)
    Barcellona (19 Aprile)
    Masters 1000 Madrid Open (3 Maggio)
    Masters 1000 Roma (10 Maggio)
    Roland Garros (24 Maggio)
    Wimbledon (28 Giugno)
    Giochi Olimpici di Tokyo (26 Luglio)
    Masters 1000 Toronto (9 Agosto)
    Us Open (30 Agosto)
    Laver Cup (20 Settembre)
    Masters 1000 Parigi Bercy (1 Novembre)
    Atp Finals di Torino (15 Novembre)
    Coppa Davis Madrid (22 Novembre) LEGGI TUTTO

  • in

    Tennis, tabellone Atp Antalya: per Berrettini e Fognini buon sorteggio

    In questa prima settimana dell’anno parte la stagione tennistica del 2021 con il torneo Atp 250 di Antalya (montepremi 300 mila euro), dove saranno al via trentadue giocatori che da giovedì 7 gennaio si sfideranno sui campi di cemento indoor. Otto le teste di serie con gli azzurri Berrettini e Fognini rispettivamente testa di serie numero uno e tre. I due tennisti italiani sono stati inseriti nella parte alta del tabellone e potrebbero sfidarsi eventualmente in semifinale: il romano esordirà contro il turco Kirkin presente grazie ad una wild card, mentre il ligure se la vedrà contro un qualificato.Oltre a loro saranno al via anche Travaglia, opposto al serbo Kecmanovic e Arnaboldi, che sfiderà il georgiano Basilashvili, mentre Vavassori sarà impegnato nelle qualificazioni dove questa mattina scenderà in campo contro lo spagnolo Ortega Olmedo.

    Sorteggio un pò più complicato almeno sulla carta per gli altri due favoriti, ovvero Goffin (numero due del seeding) e De Minaur (numero quattro) che saranno impegnati rispettivamente contro il francese Herbert e il tunisino Jaziri.
    Tabellone Atp Antalya
    (1) Berrettini vs (WC) KirkinDjere vs QLamasine vs GerasimovCaruso vs (8) Bublik
    (3) Fognini vs QChardy vs AlbotQ vs GrenierQ vs (5) Struff
    (6) Basilashvili vs Arnaboldi(WC) Celikbilek vs ZukQ vs IlhanJaziri vs (4) De Minaur
    (7) Kecmanovic vs TravagliaRuusuvuori vs VeselyQ  vs KuhnHerbert vs (2) Goffin LEGGI TUTTO

  • in

    Roger Federer ufficializza il suo ritorno in campo: si è iscritto agli Australian Open 2021

    Proprio il giorno della vigilia di Natale si è registrata una bella notizia per tutti gli appassionati di tennis e del campione Roger Federer, visto che lo svizzero ha ufficializzato il suo ritorno in campo per il primo Slam del 2021, ovvero gli Australian Open che si terranno a Melbourne dall’8 al 21 febbraio, tre settimane dopo rispetto al calendario tradizionale per via dell’emergenza Coronavirus che non cenna a diminuire. Un rinvio che paradossalmente aiuterà l’elvetico a trovare una condizione ottimale con più calma, considerando che l’ultimo match ufficiale l’ha disputato proprio in Australia lo scorso 30 gennaio quando perse in semifinale (7-6, 6-4, 6-3) contro il serbo Novak Djokovic, che poi vinse la finale (6-4 al quinto set) contro l’australiano Dominic Thiem.

    La conferma della sua partecipazione è arrivata direttamente dal direttore del torneo australiano Craig Tiley che ha anche dichiarato che la capacità per i tre stadi principali, ossia la Rod Laver Arena, la Margaret Court Arena e la John Cain Arena, sarà almeno inizialmente per il 25%. Ricordiamo che Federer ha dovuto saltare quasi tutta la stagione dopo essersi sottoposto a due interventi chirurgici al ginocchio destro, mentre ora si trova a Dubai per allenarsi e ritrovare la condizione fisica dopo la lunga inattività.
    L’attuale numero cinque del ranking Atp è stato visto in allenamento sui campi in cemento dell’Hyatt Regency Dubai Creek, mentre si si esercitava in alcuni colpi in riposta di rovescio: insomma non resta che attendere poco più di un mese per vedere il ritorno in campo del campione svizzero che nonostante le quasi 40 primavere vuole ancora divertire i tifosi, che per il diciottesimo anno consecutivo è stato eletto “il più amato dai fan del tennis” secondo Tennis Sportwalk.
    Roger Federer, sempre il più amato dai tifosi

    Roger #Federer il preferito dai tifosi da… giusto qualche annetto! 😍🙌👑►https://t.co/A6no5ySbMq #EurosportTENNIS pic.twitter.com/h6vmngcbwI
    — Eurosport IT (@Eurosport_IT) December 21, 2020 LEGGI TUTTO

  • in

    Federer, Simon: “Non è meno guerriero di Nadal”

    Roger Federer è da sempre considerato uno dei migliori tennisti in circolazione. Insieme a Rafael Nadal, suo grade rivale, è il giocatore più vincente nella storia del tennis maschile nei Tornei del Grande Slam, con ben 20 successi. Inoltre Federer al momento è il tennista che ha vinto più volte le ATP Finals, 6 vittore, e che ha conquistato il maggior numero di titoli sia sul cemento, 67, sia sull’erba, 19. Inoltre più a lungo il numero uno al mondo nella classifica ranking ATP, sia per il numero di settimane, 310, sia per il totale di settimane consecutive, sia per l’età raggiunta detenendo questo primato. La posizione raking attuale dello svizzero è la quinta. Da anni, Federer, è in competizione con Rafael Nadal e Dokovic, dividendosi la scena tennistica mondiale.

    Simon: “Federer lo fa vedere meno degli altri”
    A parlare dei big 3 della “racchetta” ci ha pensato Gilles Simon, ex Top10. Il francese, in una intervista, ha tentato di offrire una chiave di lettura sui tre fenomeni. In particolar modo ha sottolineato come Federer non sia “meno guerriero” del rivale Nadal.“Quando Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic dicono: ‘Mi piacerebbe essere il giocatore che ha vinto il maggior numero di Slam, ma anche se non dovessi farcela sarò felice’, quale dei tre è più credibile? Per me è Rafa” ha iniziato Simon. “Si può dire che Rafa sia più guerriero di Roger? Non ne sono così sicuro. Federer lo fa soltanto vedere meno degli altri, mentre Nadal sembra avere una mente permanentemente assassina” ha continuato il transalpino.
    Inoltre il francese non ha mancato di rimarcare elogi per lo svizzero che a breve compierà 41 anni: “Federer è così grande che in Francia vorremmo tutti che fosse francese. Sia chiaro, Roger rimarrà il punto di riferimento assoluto agli occhi del pubblico per la sua infinita eleganza e classe. In termini di formazione, però, Federer è un contro-esempio. Nelle situazioni di maggior tensione diventa ultra-offensivo, più creativo” ha concluso Simon. LEGGI TUTTO

  • in

    Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020

    In questo anno particolare, dove la stagione del tennis si è tutta (o quasi) concentrata nella seconda parte dell’anno, il miglior tennista ad avanzare di posizioni nel ranking ATP (nella Top 50) è il giovane italiano Jannik Sinner (41 posizioni guadagnate). Questo è uno dei dati che risalta agli occhi confrontando il ranking mondiale di fine stagione 2020, cioè dopo la conclusione delle Nitto ATP Finals, con quella della scorsa stagione, ovvero del 31 dicembre 2019. Insieme a Sinner, solo altri tre tennisti hanno guadagnato più di venti posizioni rispetto alla classifica di fine 2019. Ecco di seguito tutti i tennisti che in questa stagione hanno guadagnato posizioni e chi invece ne ha perse.

    Tennis – I tennisti che hanno guadagnato posizioni
    Considerando i tennisti presenti anche fuori dai top 100 (parlando del ranking 2019), c’è da fare una menzione particolare per Vasek Pospisil. Il trentenne canadese è risalito di 89 posizioni rispetto a un anno fa e al momento occupa la 61esima posizione. La stagione 2020 è anche la stagione di Pedro Martinez e Yannick Hanfmann, che guadagnano rispettivamente 86 e 76 posizioni. Bene anche Emil Ruusuvuori, Tommy Paul e Federico Coria, con l’ultimo che è entrato per la prima volta nella top 100. Guadagnano 27 posizioni anche Ugo Humbert, che avanza dalla posizione numero 57 di un anno fa alla posizione numero 30, e Casper Ruud, dalla 54esima alla 27esima posizione. Ne ha guadagnate 21 Kyle Edmund, da 69 a 48, mentre Tennys Sandgren e Lorenzo Sonego ne guadagnano 19.
    Tennis – I tennisti che hanno perso posizioni
    Tra tutti i top 50, il tennista che ha perso più posizioni è Kei Nishikori. Il tennista nipponico, causa infortunio, ha saltato molti tornei in questo 2020 ed è arretrato di 28 posti, dalla posizione numero 13 all’attuale 41. Considerando tutti i top 100 i peggiori sono Lucas Pouille e Radu Albot, con il primo che è arretrato di 48 posizioni (dalla 22 alla 70) e il secondo di 47 (dalla 46 alla 93). Tra i top 10, invece, cambia la distribuzione dei punti rispetto al 2019: oggi tra Medvedev e Federer (n. 5) ci sono 1840 punti, complice anche l’assenza per tutta la stagione a causa di un infortunio. Mentre tra Medvedev (vincitore delle Nitto ATP Finals) e Tsitsipas (n.6) c’è un divario di 2545 punti. Da notare che un’anno fa, tra Thiem (n.4) e il greco, il divario era soltanto di 525 punti.
    Escono dalla top 100: Andreas Seppi, Hugo Dellien, Roberto Carballes-Baena, Yasutaka Uchiyama, Gregoire Barrere, Jaume Munar, Leonardo Mayer, Damir Dzumhur, Ivo Karlovic, Alexei Popyrin, James Duckworth. LEGGI TUTTO