More stories

  • in

    Rivoluzione a Brescia, Beltrami: “Roster ancora più giovane, ma di grande esperienza”

    Di Redazione È una Millenium tutta nuova, o quasi, quella che affronterà il prossimo campionato di A2 in pole position per la corsa promozione. Del sestetto titolare della passata stagione sono state solo due le conferme, quella di Lea Cvetnic e del libero Serena Scognamillo, che ora divideranno il campo con due giocatrici che lo scorso anno giravano in A1, Boldini a Monza e Pamio a Roma, e altre “specialiste” della categoria come l’opposta Obossa (miglior marcatrice dell’ultima A2 con Talmassons), e le centrali Consoli (ultima stagione a San Giovanni in Marignano) e Torcolacci (che arriva da Ravenna). “Nel momento in cui abbiamo pensato di rinnovare la squadra – racconta coach Beltrami in un’intervista rilasciata al Giornale di Brescia – abbiamo pensato di trovare atlete giovani ma un po’ più esperte. In realtà la media d’età è inferiore a quella dello scorso anno, che era già la più bassa del campionato. Sono ragazze con fame e voglia di emergere, sono molto soddisfatto delle scelte che abbiamo fatto e della squadra che potrò allenare”. Una squadra che avrà anche caratteristiche diverse rispetto a quella dello scorso anno: “Non mi piace fare confronti tra i gruppi, ma effettivamente questo avrà più fisicità e un attacco più prolifico. Il gioco, poi, sarà ripartito su tutte le giocatrici, quindi nessuna fra Obossa, Pamio e Cvetvic rifarà le percentuali altissime degli anni scorsi. Abbiamo scelto di avere un attacco più potente rispetto allo scorso anno perché è quello che ci ha complicato le cose nei momenti più importanti. Palleggiatore e opposto sono anche più alte rispetto alla stagione passata e questo ci aiuterà in alcune rotazioni”. Una squadra, insomma, che come detto punterà alla promozione, ben consapevole però che la concorrenza sarà agguerrita e attrezzata per raggiungere lo stesso obiettivo: “Roma è di un’altra categoria, potrebbe giocare benissimo in A1, poi c’è Trento. Dietro a loro noi, Busto e Talmassons” conclude coach Beltrami. LEGGI TUTTO

  • in

    Tiziana Veglia torna a Brescia con un nuovo ruolo: sarà consulente per il marketing

    Di Redazione Il legame tra Volley Millenium Brescia e Tiziana Veglia si conferma speciale, anche oltre la pallavolo giocata: a pochi mesi dalla scelta di appendere le ginocchiere al chiodo, una delle “Leonesse” più amate nella storia della società torna a vestire i colori bresciani. Lo farà in una nuova veste, quella di consulente per il marketing, affiancando il team di Millenium su progetti specifici. “La Millenium per me è una seconda casa, se non addirittura la prima – commenta Tiziana – e lo dimostra il fatto che ho scelto di trasferirmi qui vicino non solo per necessità lavorative, ma anche perché negli anni il legame si è sempre più rafforzato, facendomi sentire parte di qualcosa“. L’ex centrale spiega che il suo non è un addio alla pallavolo: “La forza della famiglia Millenium è proprio questa, quando ne entri a far parte difficilmente te ne vai! La mia scelta di smettere è stata dettata da tanti motivi, ma tra questi non rientra il volersi distaccare del mondo della pallavolo. Per questioni caratteriali non mi sono mai vista bene come allenatrice, e ammetto che non mi piacerebbe, ma avere la possibilità di continuare da dietro le quinte un percorso di crescita con Millenium per me è grande motivo di orgoglio e un forte stimolo. Per tutto quello che c’è stato e per quello che ci sarà – sempre sperando di essere all’altezza delle aspettative – vorrei ringraziare la famiglia Catania che mi ha accolta anni fa, e con cui ho condiviso parte delle più belle pagine della mia carriera!“. Le prossime pagine non sono ancora scritte, ma la certezza per i tifosi bresciani è che torneranno a vedere Veglia in divisa Millenium: “Non so cosa il destino ha scelto per il mio futuro, probabilmente non ho ancora realizzato che ad agosto non rimetterò più scarpe e ginocchiere, ma per ora ho solo voglia di riprendere in mano la mia vita e di mettere tutta me stessa nel lavoro! Sono quasi sicura che la ‘vita vera’ non funzioni molto diversamente da quella sportiva, quando si da il massimo e si lavora sodo le soddisfazioni arrivano. E io sono pronta a farlo!“ “Per noi è un grande piacere riabbracciare Tiziana nella nostra famiglia – commenta il general manager Emanuele Catania – penso che la notizia del suo ritiro dalla pallavolo giocata sia un vero peccato, ma conosciamo bene le sue potenzialità anche al di fuori del rettangolo di gioco. ‘Titti’ si è sempre distinta per intelligenza e attenzione ai dettagli, capacità organizzative e creatività. Tutte caratteristiche che sta impiegando nel suo attuale lavoro. Ci è sembrato naturale chiederle un coinvolgimento a livello di consulenza e siamo lieti che abbia accettato compatibilmente con i suoi impegni lavorativi primari e mentre porta a termine il suo percorso di laurea“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Omag-MT, novità nello staff: ecco Federica Colabufalo e Riccardo Romani

    Di Redazione Due nuove figure nello staff tecnico della Omag-MT San Giovanni in Marignano: la preparatrice atletica per la prossima stagione sarà Federica Colabufalo. Di Marciano di Romagna, professione personal trainer, Federica si occupa di recupero post traumatico e posturale; nelle ultime due stagioni ha collaborato con il Team Volley80 di Gabicce Mare insieme a coach Luca Giulianelli. “Ringrazio la società per la fiducia che mi è stata accordata – commenta Colabufalo – e sono onorata e felice di fare parte di questa famiglia, che è un vanto per tutta la nostra riviera e non solo. Metterò impegno, entusiasmo e tutte le mie conoscenze a disposizione della squadra e del coach, grazie anche al supporto da remoto di Niccolò Caldari, mio maestro pallavolistico“. A collaborare con Alessandro Zanchi ed Enrico Barbolini ci sarà anche Riccardo Romani, in qualità di scoutman. Il pesarese, ex giocatore di pallavolo nella G.S. Montesi di Pesaro dal 1992 al 1997, è tornato nel mondo del volley come dirigente ed è stato il responsabile dei gruppi giovanili femminili della Robursport dal 2001 al 2008. Con Riccardo Marchesi ha conquistato la promozione in Serie C; ha avuto la possibilità, inoltre, di interagire con Angelo Vercesi e Ze Roberto. Finalista nel campionato nazionale Under 17 come secondo di Roberta Romagnoli, è stato aiuto allenatore nel Cattolica Volley con Pierpaolo Pasini nel 2016. Nel 2019-2020 ha iniziato la carriera di scoutman in B1 a Vallefoglia ed allo stesso tempo ha conquistato la prima divisione femminile con la Rovelli Morciano. Ha proseguito nel 2020-2021 come scoutman in A2 con la Megabox Vallefoglia, con la quale ha conquistato la promozione. Nella scorsa stagione l’esperienza in serie A1, sempre in biancoverde. “Dopo un triennio di esperienze a Vallefoglia – dice Romani – sono lieto di essere stato chiamato a lavorare in A2 alla Consolini Volley dal presidente Manconi e dal tecnico Barbolini. Spero di consolidare il mio know how in questa importante piazza nazionale e di imparare molto dall’allenatore, che so essere molto competente, in particolare con le giovani, avendolo visto in azione a Sassuolo“. La società romagnola rivolge nel suo comunicato “un grazie speciale e un in bocca al lupo” a Mattia Minelli, che ha ricoperto entrambi i ruoli di scoutman e preparatore atletico nelle ultime due stagioni. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trentino Volley, ecco lo staff della A2 femminile: c’è anche Nadia Centoni

    Di Redazione Giovane, professionale e motivato. Si potrebbe definire così lo staff tecnico del settore femminile di Trentino Volley, che a partire da metà agosto lavorerà fianco a fianco con Stefano Saja, il nuovo allenatore del club di via Trener per il prossimo campionato di Serie A2 femminile.  Il braccio destro di Saja, ovvero il vice allenatore, sarà Milo Piccinini. Nato a Modena nel 1976 ma trasferitosi in Trentino da quasi dieci anni, ha iniziato ad allenare nel 1997 nella squadra del suo paese, Nonantola, per poi proseguire il suo percorso in panchina in diverse società emiliane. Giunto in Trentino nel 2014, entra nello staff di Trentino Rosa e ricopre i ruoli di assistente allenatore prima e vice allenatore poi, rivelandosi una preziosa spalla dei tecnici Negro e Bertini. Nel suo palmares può vantare la Coppa Italia di A2 e la promozione in A1. Nell’ultima stagione ha allenato, oltre alla Trentino Rosa, anche la Pallavolo Trento Bolghera, ottenendo la promozione dalla C alla B2. La preparazione atletica di Trentino Volley si tingerà invece di azzurro: sono infatti ben 315 le presenze in Nazionale collezionate nella sua lunga e brillante carriera da giocatrice da Nadia Centoni, pronta a curare nei minimi dettagli i muscoli delle gialloblù. Terminata la carriera da atleta, impreziosita da diverse esperienze all’estero in Turchia e soprattutto in Francia (dove ha conquistato 7 Campionati e 8 Coppe) e dalla partecipazione con la maglia azzurra a tre Olimpiadi, tre Mondiali e due Campionati Europei, Centoni ha intrapreso la carriera di preparatore quattro anni fa al Bisonte Firenze, in A1 femminile, rimanendo in forza alla società toscana fino alla scorsa stagione. Da alcuni anni l’ex opposta azzurra collabora inoltre con le nazionali giovanili e a fine luglio seguirà le ragazze dell’Italia Under 16 nei Campionati Europei in programma a Chianciano.  Il ruolo di team manager sarà ricoperto da Serena Avi. Vera e propria bandiera di Trentino Rosa, ha fatto parte della società trentina per moltissime stagioni nelle vesti di vice allenatore, dalla Serie B1 fino alla Serie A1 nel 2020-2021. Tra i suoi successi più importanti, oltre all’approdo nella massima serie, figurano la Coppa Italia di A2 (2020) e la Coppa Italia di B1 (2014). Lo scorso anno ha lavorato al Centro Qualificazione Regionale come selezionatore della rappresentativa femminile.  Ismaele Pertile sarà lo scoutman di Trentino Volley, ruolo che nelle ultime dieci stagioni ha ricoperto nello staff tecnico della Trentino Rosa, partecipando alla scalata dalla Serie B fino alla massima serie. Veronese, classe 1987, ha intrapreso il suo percorso di addetto ai numeri e alle statistiche nelle giovanili di Verona Volley, transitando poi da San Bonifacio prima di approdare a Trento.  A curare e rinforzare muscoli e articolazioni delle atlete gialloblù ci penserà Davide Gelmi, osteopata e fisioterapista alla sua prima stagione in seno alla società di via Trener. Negli ultimi anni Gelmi, bresciano classe 1991, ha lavorato nella Germani Pallacanestro Brescia (club di serie A) ricoprendo i ruoli di osteopata ed assistente fisioterapista. “È uno staff che vuole offrire in parte continuità con la passata gestione di Trentino Rosa e in parte rinnovamento e professionalità – spiega Duccio Ripasarti, direttore sportivo del settore femminile -. Milo Piccinini, Serena Avi e Ismaele Pertile sono reduci dai rispettivi percorsi con Trentino Rosa; a loro andranno ad aggiungersi Nadia Centoni, un valore aggiunto grazie anche al suo passato da giocatrice, e il fisioterapista Davide Gelmi, un profilo giovane ma che vanta già esperienze importanti. Questo sarà uno staff che, di fatto, lavorerà a tempo pieno per supportare costantemente la squadra; una scelta fortemente voluta per rendere più professionale e performante l’intero contesto“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    8mila euro per 80 ace: Brescia fa del bene al Gruppo Cinofili Leonessa

    Di Redazione Martedì 21 giugno si è tenuta la piccola cerimonia per la consegna della somma raccolta dalla Banca Valsabbina Millenium Brescia nell’ambito della campagna 2021-2022 di “Ace For The Cure“. A fronte della cifra record di ben 80 ace casalinghi realizzati dalle atlete della squadra bresciana, il title sponsor ha donato 8mila euro per sostenere le attività del Gruppo Cinofili Leonessa Protezione Civile di Brescia, consentendo di coprire in particolare le spese vive necessarie allo svolgimento delle attività dei volontari. All’appuntamento con la consegna del classico maxi-assegno presso la sede di via Rose a Brescia erano presenti Ruggero Valli, responsabile comunicazione di Banca Valsabbina, alcuni volontari del Gruppo Cinofili Leonessa con il referente Giuseppe Spalenza, una delegazione del Volley Millenium Brescia con i direttori generali Lucrezia Catania ed Emanuele Catania e il team manager Paolo Biasin. “Questa è un’iniziativa che fa bene al cuore e al territorio – ha commentato Emanuele Catania – grazie a Banca Valsabbina sosteniamo i volontari che lavorano nel bresciano e non solo: ricordiamo le loro gesta in occasione di eventi drammatici come terremoti e alluvioni su tutto il territorio italiano. Noi non dimentichiamo però il loro contributo quotidiano nell’aiutare le famiglie in difficoltà“. Recentemente l’apporto del Gruppo Cinofili Leonessa Protezione Civile di Brescia è stato fondamentale sia durante l’emergenza pandemica sia con l’accoglienza ai profughi ucraini. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Chiara Brandini chiude la carriera dopo la promozione: “Vorrei restare nella famiglia Esperia”

    Di Redazione L’Esperia Cremona saluta il suo capitano Chiara Brandini, che ha deciso di ritirarsi dalla pallavolo giocata. La carriera agonistica della centrale toscana classe 1989 si chiude dunque con la gioia più grande: la promozione in serie A2. “Brandini non ci sarà. Ha preso una scelta di vita che esula dalla pallavolo – ha detto il capitano nella diretta Instagram in cui ha annunciato la sua decisione – tuttavia mi piacerebbe molto restare nella famiglia Esperia. Con grande sacrificio siamo arrivate a portare l’Esperia in A2 quindi in qualche modo la voglio vivere. Lo farò non dal campo, ma da dietro le quinte“. Nella propria esperienza ventennale di pallavolo giocata, Chiara ha militato nel Cus Siena nelle annate che vanno dal 2005 al 2011, per poi intraprendere l’esperienza biennale a Montelupo Fiorentino (B2, 2011-2013). Dopo essere rientrata a Siena per la stagione 2013-2014, veste per tre annate la casacca di San Michele Firenze (B1). In questi anni, Chiara si toglie importanti soddisfazioni come il raggiungimento della finale playoff per la A2, persa contro Palmi. Dopo i tre anni nel capoluogo toscano, fa tappa nuovamente a Siena nell’estate 2017 per raggiungere ancora i playoff promozione e la Final Four della coppa di B2. Nell’estate 2018 approda a Cremona per iniziare la sua avventura con l’Esperia, con cui conquisterà le promozioni in B1 ed in A2. “Cercavo la promozione in serie A da ormai da parecchi anni e ci sono riuscita, quindi è stata davvero una grandissima soddisfazione – osserva Chiara sulla stagione appena terminata –. Ricordo molto bene la sconfitta contro Montale: in quella partita eravamo in campo senza capire come fare punto, in difficoltà, a livello di gruppo. Tornate a casa, il lunedì in allenamento ci siamo rese conto di alcuni limiti presenti e ci abbiamo lavorato sopra. Abbiamo fatto mente locale osservando che avevamo perso contro Montale, una squadra forte e creata per fare il salto di categoria“. “Credo – continua Brandini – che la partita contro Cesena abbia avuto un’importanza particolare. Abbiamo vinto bene, di squadra, con la consapevolezza dei nostri mezzi. Da lì in poi si è creata questa atmosfera magica che ci ha portato in fondo. Ero consapevole che ci saremmo giocate i playoff. Dovevamo solo rimanere concentrate e giocare come sapevamo. Ce lo siamo meritato col tempo e col sacrificio. Con tanta voglia e tanto cuore ci siamo prese la promozione ai playoff“. Una stagione, quella terminata lo scorso 4 giugno, che ha visto Chiara in veste di capitano: “Onestamente non mi aspettavo questa nomina, sono rimasta senza parole. Vuol dire che probabilmente negli anni, ho fatto qualcosa di buono per meritare la fascia da capitano. Ho cercato di rappresentare i colori gialloblù al meglio, senza deludere nessuno ma restando sempre fedele a me stessa, coi miei pregi ed i miei difetti“. Infine, Chiara rivolge un pensiero a due compagne di squadra con cui ha creato un bellissimo rapporto anche fuori dal rettangolo di gioco: “Voglio ricordare in particolare Sara Lodi, con la quale il rapporto all’inizio era lontano e distaccato, forse a causa dei nostri caratteri. Una volta che abbiamo cominciato a conoscerci, la nostra amicizia sicuramente si è protratta nel tempo e si protrarrà anche fuori dal mondo Esperia. Voglio però anche parlare del mio rapporto con Cristina Coppi, che sebbene duri da molto meno tempo rispetto al rapporto con Sara, è stato molto veloce. Un rapporto nato così, molto spontaneo, forse perché siamo toscane, ci siamo capite al volo. Sono super soddisfatta di questa stagione, a prescindere ovviamente da questi due rapporti in particolare“. In attesa di capire con quale ruolo Brandini proseguirà il suo rapporto con Esperia, la società la ringrazia in un comunicato “per quanto dimostrato in campo e fuori in questi anni di militanza, oltre che augurarle il meglio per il proprio futuro“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’Assitec Sant’Elia torna in A2 prendendo il posto di Ravenna

    Di Redazione Sarà ancora in Serie A2 femminile il futuro dell’Assitec Volleyball Sant’Elia: nonostante la retrocessione della scorsa stagione, maturata all’ultima giornata della Pool Salvezza, la società frusinate ha preso la decisione di disputare ancora la seconda categoria nazionale acquisendo il titolo dalla gloriosa Olimpia Teodora Ravenna. “Che cosa comporta restare in A2 anche quest’anno? Innanzitutto impegno e consapevolezza più che raddoppiati – dice la presidente Silvia Parente in una nota riportata da Ciociaria Oggi – poi orgoglio per i risultati di un lavoro portato avanti negli anni con dedizione e fattività. Il tutto senza sentirsi mai arrivati, coscienti che la partita più importante è quella che deve essere ancora giocata. La Lega ha accordato enorme fiducia alla Assitec Volleyball: l’obiettivo è dimostrare, ancora una volta, che in questa categoria ci si può muovere da protagonisti pur partendo da una piccola realtà geografica che non ha, storicamente, un passato pallavolistico consolidato“. “La stagione appena conclusa – spiega la presidente – per la prima volta ci ha visti venire a contatto con realtà pallavolistiche di elevato livello. Stante poi il modo rocambolesco in cui, tra l’altro per un solo punto, era stata inficiata la nostra permanenza in A2, abbiamo valutato di non potere lasciare questa esperienza in sospeso“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Akademia Sant’Anna al capolinea? Margini ridotti per l’iscrizione alla A2

    Di Redazione Dalla gioia per la doppia promozione allo spettro della rinuncia: il volley a Messina rischia di perdere in un colpo solo due squadre di Serie A. Dopo la rinuncia della Savam Costruzioni Letojanni, che ha ceduto il diritto di Serie A3 a San Giustino, anche l’Akademia Sant’Anna rischia di non poter disputare il campionato di Serie A2 femminile. Le motivazioni sono le stesse dei colleghi uomini: l’assenza di un impianto idoneo per partecipare alla categoria superiore. L’ipotesi dell’utilizzo del PalaRescifina, che sarebbe stato appetibile anche per la squadra maschile, è stata presto scartata per l’assenza dei requisiti necessari. C’è ancora uno spiraglio per il PalaTracuzzi, ma serve in tempi brevi il certificato di agibilità dell’impianto, oltre alla posa del taraflex. Intanto, come riporta la Gazzetta del Sud, giocatrici e staff sono stati svincolati, anche se molte atlete avrebbero dato la disponibilità a tornare in caso di iscrizione. “A oggi la situazione appare ingarbugliata – dice il presidente Fabrizio Costantino –. Già ci troviamo con un gap sulle spalle rispetto ad altre società pienamente operative da tempo, e molto presto dovremo prendere una decisione in vista della nuova stagione. Dal punto di vista economico avevamo iniziato a muoverci con largo anticipo nella definizione del budget per affrontare un campionato difficile sotto l’aspetto tecnico e costoso, il tutto nonostante lo scarso interesse della grande imprenditoria. La A2 è una vetrina importante per la città, sarebbe un peccato dovervi rinunciare“. LEGGI TUTTO