More stories

  • in

    Italiani nei tornei ITF: I risultati di Domenica 03 Luglio 2022 (Qualificazioni)

    Biagio Gramaticopolo nella foto

    M25 Casinalbo 25000 – 1st Round[1] Biagio Gramaticopolo vs Giacomo Gobbi ore 09:30ITF Casinalbo B. Gramaticopolo [1]04 G. Gobbi• 01ServizioSvolgimentoSet 1B. Gramaticopolo 0-15 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 A-40 40-40 A-40 40-A4-0 → 4-1G. Gobbi3-0 → 4-0B. Gramaticopolo 0-15 15-15 30-15 30-30 40-302-0 → 3-0G. Gobbi 0-15 15-15 30-15 30-30 40-30 40-40 df 40-A1-0 → 2-0B. Gramaticopolo 0-15 15-15 30-15 40-15 40-30 40-40 df 40-A 40-40 A-400-0 → 1-0

    [6] Gabriel Roveri sidney vs Flavio Cortinovis 2 incontro dalle 09:30Il match deve ancora iniziare
    [5] Inaki Cabrera bello vs Jacopo Bilardo Non prima delle 12:30Il match deve ancora iniziare
    [2] Nicolas Parizzia vs Christian Fellin Non prima delle 14:00Il match deve ancora iniziare
    [4] Daniel Bagnolini vs Mattia Di bari ore 09:30ITF Casinalbo D. Bagnolini [4]060 M. Di Bari• 000ServizioSvolgimentoSet 2M. Di BariServizioSvolgimentoSet 1D. Bagnolini 15-0 15-15 df 15-30 30-30 40-305-0 → 6-0M. Di Bari 15-0 30-0 30-15 40-154-0 → 5-0D. Bagnolini 15-0 30-0 ace 30-15 40-153-0 → 4-0M. Di Bari 0-15 0-30 0-402-0 → 3-0D. Bagnolini 15-0 15-15 30-15 30-30 40-301-0 → 2-0M. Di Bari 0-15 0-30 df 0-40 15-40 30-40 ace 40-40 40-A 40-40 40-A0-0 → 1-0

    Giorgio Malagoli vs [13] Samuele Pieri 2 incontro dalle 09:30Il match deve ancora iniziare
    [3] Pietro Pampanin vs Leonardo Taddia Non prima delle 12:30Il match deve ancora iniziare
    Nicolo Pozzani vs [10] Simone Cacciapuoti Non prima delle 14:00Il match deve ancora iniziare
    Federico Lucini vs [15] Lorenzo Bresciani ore 09:30ITF Casinalbo F. Lucini• 302 L. Bresciani [15]303ServizioSvolgimentoSet 1F. Lucini 15-0 15-15 15-30 30-30L. Bresciani 15-0 30-0 40-02-2 → 2-3F. Lucini 15-0 15-15 15-30 30-30 30-402-1 → 2-2L. Bresciani 15-0 15-15 df 15-30 30-30 30-401-1 → 2-1F. Lucini 15-0 15-15 15-30 30-30 40-300-1 → 1-1L. Bresciani 15-0 ace 30-0 40-0 ace0-0 → 0-1

    [7] Artem Podorozhnyi vs Andrea Bacaloni 2 incontro dalle 09:30Il match deve ancora iniziare
    Carlo Cataldi vs [14] Augusto Virgili Non prima delle 12:30Il match deve ancora iniziare
    Patric Prinoth vs [9] Luca Castagnola Non prima delle 14:00Il match deve ancora iniziare
    Iacopo Sada vs [11] Simone Agostini ore 09:30ITF Casinalbo I. Sada• 402 S. Agostini [11]301ServizioSvolgimentoSet 1I. Sada 15-0 15-15 15-30 30-30 40-30S. Agostini 15-15 15-30 15-401-1 → 2-1I. Sada 0-15 15-15 30-15 40-150-1 → 1-1S. Agostini 15-0 15-15 15-30 30-30 40-300-0 → 0-1

    Carlo Alberto Fossati vs [12] Leonardo Catani 2 incontro dalle 09:30Il match deve ancora iniziare
    Benito Massacri vs [16] Filippo Speziali Non prima delle 12:30Il match deve ancora iniziare
    [8] Lorenzo Vatteroni vs Enrico Baldisserri Non prima delle 14:00Il match deve ancora iniziare

    M15 Velenje 15000 – 1st RoundLun Obrul vs Alessandro Bellifemine Non prima delle 10:15Il match deve ancora iniziare
    Luka Miklavcic vs Michelangelo Zvech flaborea mreule Non prima delle 15:00Il match deve ancora iniziare
    Josip Simundza vs Davide Tortora Non prima delle 10:15Il match deve ancora iniziare
    Tomas Lanik vs [12] Giovanni Calvano Non prima delle 11:30Il match deve ancora iniziare
    Egor Novikov vs Edoardo Zanada Non prima delle 12:15Il match deve ancora iniziare

    M15 Casablanca 15000 – 1st Round[5] Gabriele Pennaforti vs Karim Bennani 2 incontro dalle 11:00Il match deve ancora iniziare

    M15 Monastir 15000 – 1st RoundAmaan Siddiqui vs Matteo Meneghetti Non prima delle 13:30Il match deve ancora iniziare
    Piero Fernandez moreno vs [14] Niccolo Catini Non prima delle 13:30Il match deve ancora iniziare

    M15 Sofia 15000 – 1st RoundAlberto Morolli vs [12] George Lazarov Non prima delle 14:30Il match deve ancora iniziare LEGGI TUTTO

  • in

    Trofeo AZIMUT Bergamo / Ovcharenko-Ferrari a chiudere un grande torneo

    Gianmarco Ferrari – Foto Antonio Milesi

    Il tennis espresso nei giorni scorsi lasciava pochi dubbi: Oleksandr Ovcharenko e Gianmarco Ferrari sono i due migliori giocatori del Trofeo AZIMUT 2022. L’ucraino (che si allena a Bari) ha sfiancato l’ottimo Picchione, mentre il toscano ha spadroneggiato: giunge in finale senza perdere un set e con soli 16 game al passivo.
    L’epilogo migliore possibile. Si può sintetizzare così l’esito delle semifinali al Trofeo AZIMUT di Bergamo (15.000$, terra battuta), ed è suggestivo che a giocarsi il titolo sia un giocatore ucraino, quell’Oleksandr Ovcharenko che si è fatto notare sin dal primo turno con il suo tennis dirompente, che non ha nulla a che vedere con il suo attuale ranking ATP (n.601). Nella prima semifinale, giocata alle 11 del mattino, il 20enne di Kiev si è imposto 6-4 6-3 sull’aquilano Andrea Picchione, grande sorpresa del torneo. Il match è stato duro e combattuto fino al 3-3 del primo set, al punto che ci sono voluti quasi 50 game per completare sei giochi. A quel punto, l’ucraino ha dato una svolta e ha mostrato una superiorità abbastanza netta. Il primo break è arrivato al decimo game, poi – come fanno i campioni – Ovcharenko ha preso margine in avvio di secondo e lo ha conservato fino alla fine, sia pure con qualche difficoltà: ha avuto bisogno di cinque matchpoint per chiudere, e nell’ultimo game ha cancellato due palle break che avrebbero potuto rimettere in partita l’azzurro. C’è grande curiosità attorno a Ovcharenko, anche perché è ormai italiano d’adozione: da tre anni si allena in Puglia, presso l’Accademia Tennis Bari sotto la guida di coach Vincenzo Carlone. Fu lui ad avvicinarsi alla realtà pugliese, incuriosito dall’ottimo lavoro di uno staff che ha prodotto diversi giocatori di livello. “Possiede grande dedizione, non si stanca mai di lavorare – dice chi lo conosce bene – è sempre sul pezzo, inoltre gioca bene su tutte le superfici. Ha una struttura fisica solida, adatta al tennis di oggi: essendo alto 185 combina forza fisica e rapidità negli spostamenti”. Per lui sarà la seconda finale ITF in carriera dopo quella persa un mese fa a Prijedor, in Bosnia. Con i punti ottenuti a Bergamo è già certo di migliorare il best ranking, ma è solo una tappa di passaggio.
    INARRESTABILE FERRARIMolto dipenderà dalla sua qualità mentale: ha un carattere un po’ ondivago che a volte lo porta a deprimersi, mentre in altre occasioni si esalta. Deve trovare il giusto equilibrio: qualora ci riuscisse, possiede la capacità tecnica e fisica per ambire al Sacro Graal di ogni tennista, ovvero un posto tra i top-100 ATP. Per conquistare il suo primo titolo professionistico dovrà battere Gianmarco Ferrari, bravo a dominare l’argentino Mariano Kestelboim nella seconda semifinale. Un 6-2 6-2 senza storia, in cui l’allievo di Diego Nargiso ha un po’ raccolto i cocci dell’argentino, che la sera prima aveva giocato un match durissimo contro Andrea Basso: il genovese che era arrivato a pochi punti dal successo. Tuttavia, la superiorità di Ferrari è parsa evidente anche al netto della stanchezza dell’avversario. E così coach Diego Nargiso ha la possibilità di festeggiare per il secondo anno di fila, visto che lo scorso anno fu Federico Arnaboldi a vincere il Trofeo AZIMUT. Toscano di Prato, Ferrari è mancino e potente e si è già fatto notare nel 2022, sia con la finale ad Antalya (la seconda in carriera) che con le ottime performance al Foro Italico: grazie alle pre-qualificazioni si è preso un posto nelle qualificazioni vere e proprie, in cui ha strappato un set al top-60 Marcos Giron. Un dato che rende l’idea delle potenzialità di Gianmarco, il cui tennis ricorda vagamente quello di Fernando Verdasco. Attualmente numero 537 ATP, è giunto in finale cedendo appena 16 game, con una media di due per set. “Ferrari era piaciuto sin dai primi turni, e anche oggi si è notato che avesse una marcia in più” ha detto Silvana Carrara, storica direttrice del torneo, decisamente soddisfatta della qualità del gioco e della riuscita organizzativa. In finale, il toscano proverà a diventare il quinto italiano a vincere il torneo nelle sei edizioni che, dal 2015, hanno riportato il tennis professionistico al Tennis Club Città dei Mille grazie all’impegno e l’energia del consiglio direttivo, guidato dal presidente Marco Fermi. Ad oggi, l’unico straniero a vincere il torneo è stato l’argentino Andrea Collarini nel 2018. Ma con la presenza di un ragazzo ucraino in finale, sarà comunque un successo. LEGGI TUTTO

  • in

    Italiani nei tornei ITF: I risultati di Sabato 02 Luglio 2022

    Gianmarco Ferrari nella foto

    M15 Bergamo 15000 – Semi-finalOleksandr Ovcharenko vs Andrea Picchione ore 11:00ITF Bergamo O. Ovcharenko66 A. Picchione43 Vincitore: O. Ovcharenko ServizioSvolgimentoSet 2O. Ovcharenko 15-0 15-15 df 30-15 30-30 30-40 40-40 A-40 40-40 40-A 40-40 A-405-3 → 6-3A. Picchione 0-15 0-30 0-40 15-40 30-40 40-40 A-40 40-40 A-405-2 → 5-3O. Ovcharenko 15-0 15-15 30-15 40-15 40-30 40-40 A-40 40-40 A-404-2 → 5-2A. Picchione 15-0 30-0 40-04-1 → 4-2O. Ovcharenko 15-0 30-0 30-15 40-153-1 → 4-1A. Picchione 15-0 30-0 ace 40-03-0 → 3-1O. Ovcharenko 15-0 30-0 ace 40-0 ace2-0 → 3-0A. Picchione 0-15 0-30 0-401-0 → 2-0O. Ovcharenko 15-0 30-0 30-15 40-15 40-300-0 → 1-0ServizioSvolgimentoSet 1A. Picchione 15-0 30-0 30-15 30-30 df 30-405-4 → 6-4O. Ovcharenko 15-0 30-0 40-04-4 → 5-4A. Picchione 0-15 15-15 30-15 30-30 40-304-3 → 4-4O. Ovcharenko 15-0 30-0 30-15 40-153-3 → 4-3A. Picchione 0-15 df 15-15 15-30 30-30 40-303-2 → 3-3O. Ovcharenko 15-0 15-15 15-30 30-30 40-30 40-40 40-A 40-40 40-A 40-40 40-A 40-40 A-40 40-40 A-40 40-40 A-402-2 → 3-2A. Picchione 15-0 30-0 30-15 30-30 30-40 40-40 40-A df 40-40 40-A 40-40 A-40 ace2-1 → 2-2O. Ovcharenko 15-0 15-15 df 30-15 40-151-1 → 2-1A. Picchione 0-15 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 40-A 40-40 40-A 40-40 40-A 40-40 A-401-0 → 1-1O. Ovcharenko 0-15 0-30 15-30 30-30 30-40 40-40 A-400-0 → 1-0

    Mariano Kestelboim vs [7] Gianmarco Ferrari Non prima delle 13:00ITF Bergamo M. Kestelboim22 G. Ferrari [7]66 Vincitore: G. Ferrari ServizioSvolgimentoSet 2M. Kestelboim 0-15 15-15 15-30 30-30 30-402-5 → 2-6G. Ferrari 15-0 30-0 30-15 df 30-30 40-30 ace 40-40 A-40 ace2-4 → 2-5M. Kestelboim 15-0 30-0 40-0 ace1-4 → 2-4G. Ferrari 15-0 30-0 40-01-3 → 1-4M. Kestelboim 0-15 df 15-15 30-15 30-30 30-40 40-40 40-A1-2 → 1-3G. Ferrari 0-15 15-15 30-15 ace 30-30 df 30-40 df 40-40 40-A 40-40 A-401-1 → 1-2M. Kestelboim 0-15 15-15 ace 30-15 40-15 40-300-1 → 1-1G. Ferrari 0-15 df 15-15 15-30 df 30-30 40-30 40-40 40-A 40-40 40-A df 40-40 ace A-40 40-40 40-A df 40-40 40-A 40-40 A-40 ace0-0 → 0-1ServizioSvolgimentoSet 1M. Kestelboim 0-15 15-15 15-30 15-402-5 → 2-6G. Ferrari 0-15 15-15 ace 15-30 15-40 30-40 40-40 40-A 40-40 40-A 40-40 40-A df 40-40 40-A df1-5 → 2-5M. Kestelboim 15-0 15-15 15-30 30-30 40-30 40-40 40-A 40-40 40-A1-4 → 1-5G. Ferrari 15-0 ace 30-0 30-15 df 40-151-3 → 1-4M. Kestelboim 15-0 15-15 30-15 40-15 ace0-3 → 1-3G. Ferrari 15-0 15-15 30-15 ace 30-30 40-30 40-40 A-40 ace0-2 → 0-3M. Kestelboim 0-15 0-30 0-40 15-400-1 → 0-2G. Ferrari 15-0 30-0 40-00-0 → 0-1

    M15 Bern 15000 – Semi-finalStefano Battaglino vs [2] Sebastian Prechtel 2 incontro dalle 11:00ITF Bern S. Battaglino21 S. Prechtel [2]66 Vincitore: S. Prechtel ServizioSvolgimentoSet 2S. Prechtel 0-15 15-15 30-15 40-15 40-30 df 40-40 A-401-5 → 1-6S. Battaglino 0-15 0-30 15-30 15-401-4 → 1-5S. Prechtel 15-0 30-0 40-01-3 → 1-4S. Battaglino 0-15 15-15 ace 30-15 40-150-3 → 1-3S. Prechtel 0-15 15-15 ace 15-30 30-30 40-300-2 → 0-3S. Battaglino 15-0 15-15 30-15 30-30 30-400-1 → 0-2S. Prechtel 15-0 15-15 df 30-15 40-150-0 → 0-1ServizioSvolgimentoSet 1S. Battaglino 0-15 15-15 15-30 30-30 40-30 40-40 A-40 40-40 40-A2-5 → 2-6S. Prechtel 0-15 15-15 30-15 30-30 30-40 40-40 A-402-4 → 2-5S. Battaglino 15-0 15-15 15-30 15-40 30-40 40-40 40-A 40-40 40-A 40-40 A-401-4 → 2-4S. Prechtel 0-15 15-15 30-15 40-15 40-301-3 → 1-4S. Battaglino 0-15 0-30 15-30 15-401-2 → 1-3S. Prechtel 15-0 15-15 df 30-15 40-151-1 → 1-2S. Battaglino 15-0 15-15 15-30 15-40 30-40 40-40 40-A1-0 → 1-1S. Prechtel 15-0 30-0 30-15 30-30 df 30-40 40-40 40-A 40-40 40-A0-0 → 1-0 LEGGI TUTTO

  • in

    Trofeo AZIMUT Bergamo / L’ucraino e l’abruzzese

    Andrea Picchione nella foto

    Due territori che hanno sofferto, e stanno ancora soffrendo, si affronteranno in semifinale al Trofeo AZIMUT: l’ucraino Oleksandr Ovcharenko ferma la corsa di Oradini e va a caccia della seconda finale in carriera. Stessa cosa per l’aquilano Andrea Picchione, proveniente dalle qualificazioni.
    Ucraina e Abruzzo sono terre diverse, lontane geograficamente e culturalmente. Ma hanno qualcosa in comune: conoscono la sofferenza. Se quanto sta accadendo a Kiev e dintorni è (triste) cronaca recente, è ancora aperta la ferita del tragico terremoto dell’Aquila del 6 aprile 2009. Queste cose non c’entrano con il tennis, ma è particolarmente emozionante che a giocarsi un posto in finale al Trofeo AZIMUT di Bergamo (15.000$, terra battuta) siano un ucraino e un aquilano, Oleksandr Ovcharenko e Andrea Picchione. Il primo (nato a Kiev ma ormai pugliese d’adozione, al punto che è tesserato per l’Angiulli di Bari) ha superato con autorità Giovanni Oradini, bloccando sul nascere la speranza di avere quattro italiani in semifinale. Come ogni ucraino, Ovcharenko vive con trepidazione quanto sta accadendo nel suo Paese natale: non a caso, sulla sua pagina personale su Facebook ha scelto come immagine un primo piano di sé con i colori giallo e blu, sia dipinti sul suo volto che sullo sfondo. Ma gioca anche bene a tennis: contro il favorito Oradini ha messo il turbo già dal quarto game, aggiudicandosi cinque giochi di fila (da 1-2 a 6-2) e tenendo a bada l’avversario nel secondo set, chiudendo col punteggio di 6-2 6-3 in poco più di cento minuti, evidenziando una potenza superiore alla media. Per lui è la terza semifinale dell’anno, e in caso di vittoria anche sabato raggiungerebbe la seconda finale dopo quella giocata a Prijedor, in Bosnia. Già certo di migliorare il suo best ranking (attualmente al n.599 ATP), Ovcharenko deve ancora vincere il suo primo torneo da professionista, proprio come il suo avversario.
    PICCHIONE E I TOP-400 ATPAndrea Picchione è nato all’Aquila ma da tempo vive in Romagna e si allena presso l’accademia di Giorgio Galimberti, ex davisman azzurro. Partito dalle qualificazioni, ha infilato una grossa sorpresa superando Alexander Weis, numero 2 del tabellone e decisamente favorito della vigilia. Invece Picchione si è imposto col punteggio di 6-3 6-4: gli è bastato un break per set per vincere la partita, gestita da campione, soprattutto al servizio. Basti pensare che non ha concesso palle break, e solo una volta si è trovato ai vantaggi, quando ha servito per chiudere il parziale nel nono game del primo set. Nel secondo è stato addirittura travolgente, perdendo appena quattro punti in cinque turni di battuta. Va detto che Weis non è parso al meglio, come evidenziato già la sera prima contro il lucky loser Catani. In particolare, paga una certa incostanza. Numericamente, non è la vittoria più importante di Picchione, poiché quest’anno aveva già battuto i tedeschi Louis Wessels e Rudolf Molleker, entrambi top-400 ATP, ma significa che il suo livello di gioco è già pronto per misurarsi contro avversari sempre più forti. Già finalista all’evento spagnolo di Nules, lo scorso novembre, anche Picchione andrà a caccia della seconda finale in carriera. I protagonisti della seconda semifinale emergeranno dai match serali, con in campo Andrea Basso (opposto all’argentino Kestelboim) e il main event di giornata, con il derby azzurro tra Riccardo Balzerani e Gianmarco Ferrari. LEGGI TUTTO

  • in

    Trofeo AZIMUT / Bergamo riaccoglie Arnaboldi e Fumagalli

    Filiberto Fumagalli – Foto Antonio Milesi

    In attesa del sorteggio del main draw, il Trofeo AZIMUT accoglie due giocatori di richiamo: il campione in carica Federico Arnaboldi e il giocatore di casa Filiberto Fumagalli ottengono una wild card.
    Può nascere una bella storia. Dopo aver ripreso a giocare un paio di mesi fa dopo il fastidioso problema agli addominali, Federico Arnaboldi ha scelto di tornare al Tennis Club Città dei Mille di Bergamo. Il lombardo è il campione in carica del Trofeo AZIMUT (15.000$, terra battuta) e ha usufruito di una delle wild card a disposizione della FIT, evidentemente soddisfatta del suo rendimento al recente Challenger di Milano, laddove si è qualificato per la prima volta in un torneo di categoria. Le sensazioni sono buone, perché Federico ha vinto alcune buone partite ma ha bisogno di giocare per recuperare una condizione fisica di livello dopo il lungo stop. Lo scorso anno giocò un torneo impeccabile, dominando in finale Riccardo Balzerani. Anche quest’anno sarà tra i favoriti e sarà interessante vederlo all’opera in una situazione inedita, ovvero con la pressione di difendere un titolo conquistato l’anno prima. Arnaboldi si presenta da numero 592 ATP e si aggiunge a un campo di partecipazione di ottimo livello per un evento con 15.000 dollari di montepremi.
    FUMAGALLI PER IL PRIMO PUNTO ATPCome da regole ITF, il sorteggio del main draw si effettuerà lunedì (dedicato all’ultimo turno delle qualificazioni). Oltre ad Arnaboldi e alla stella bergamasca Samuel Vincent Ruggeri, le attenzioni degli appassionati saranno sull’altra wild card (quella di pertinenza del torneo): Filiberto Fumagalli. Per il rappresentante del Tennis Club Città dei Mille sarà una straordinaria occasione per fare esperienza e provare a entrare nella classifica mondiale ATP. Gli basterebbe vincere una partita per riuscirci. Per lui sarà il settimo torneo professionistico in carriera e sarà interessante valutare i suoi progressi rispetto allo scorso anno, quando perse proprio contro Federico Arnaboldi (finì 6-0 6-3). Fumagalli ha dimostrato di poter giocare a questi livelli proprio un paio di settimane fa, quando ha onorato nel migliore dei modi la wild card ottenuta all’M15 di Chieti (tornei di ugual valore rispetto a quello bergamasco), in cui ha perso 7-6 6-3 contro il russo Andrei Chepelev, che poi è arrivato in finale. Significa che la crescita c’è, e raccogliere i primi punti ATP nel torneo di casa sarebbe davvero suggestivo. LEGGI TUTTO

  • in

    Italiani nei tornei ITF: I risultati di Domenica 26 Giugno 2022 (Qualificazioni)

    Filippo Speziali nella foto

    M25 Bourg-en-Bresse 25000 – 1st Round[2] Nikolay Vylegzhanin vs Luca Castagnola ore 09:00Il match deve ancora iniziare

    M25 Bakio 25000 – 1st Round[6] Leonardo Taddia vs Pol Otin 2 incontro dalle 12:30Il match deve ancora iniziare

    M25 Poprad 25000 – 1st RoundFilippo Martini vs [9] Victor Sklenka 2 incontro dalle 09:00Il match deve ancora iniziare

    M15 Wroclaw 15000 – 2nd Round[2] Gian Marco Ortenzi vs TBD Non prima delle 14:00Il match deve ancora iniziare

    M15 Monastir 15000 – 1st RoundVishal Gautam vs Matteo Meneghetti Non prima delle 12:30Il match deve ancora iniziare
    Niccolo Catini vs [9] Younes Lalami laaroussi Non prima delle 12:30Il match deve ancora iniziare
    [7] Federico Salomone vs Shu Matsuoka Non prima delle 13:30Il match deve ancora iniziare
    [3] Stefano Reitano vs Victor Bini Non prima delle 11:00Il match deve ancora iniziare

    M15 Bergamo 15000 – 1st Round[1] Andrea Picchione vs Ivan La cava ore 11:00Il match deve ancora iniziare
    [6] Pietro Pampanin vs Samuele Pieri Non prima delle 15:00Il match deve ancora iniziare
    [5] Alexander Brown vs Filippo Speziali 2 incontro dalle 15:00Il match deve ancora iniziare
    Enrico Baldisserri vs [11] Simone Cacciapuoti Non prima delle 19:00Il match deve ancora iniziare
    [3] Biagio Gramaticopolo vs Ottaviano Martini 2 incontro dalle 19:00Il match deve ancora iniziare
    [2] Giorgio Ricca vs Jacopo Bilardo ore 11:00Il match deve ancora iniziare
    Giulio Colacioppo vs [7] Giovanni Calvano 2 incontro dalle 11:00Il match deve ancora iniziare
    Tommaso Redaelli vs [12] Leonardo Catani Non prima delle 15:00Il match deve ancora iniziare
    [4] Daniel Bagnolini vs Lorenzo Bresciani Non prima delle 19:00Il match deve ancora iniziare
    Christian Fellin vs [8] Federico Marchetti 2 incontro dalle 19:00Il match deve ancora iniziare

    M15 Belgrade 15000 – 1st RoundNikola Keremedchiev vs [9] Alessandro Pecci Non prima delle 12:00Il match deve ancora iniziare
    Alberto Morolli vs Novak Novakovic 2 incontro dalle 12:00Il match deve ancora iniziare LEGGI TUTTO

  • in

    Trofeo AZIMUT Bergamo / Seydina Andre, un senegalese a Bergamo

    Seydina Andre nella foto

    Quasi 30 anni dopo i fasti di Yahiya Doumbia, il Senegal sogna di ritrovare un tennista. Al Trofeo AZIMUT di Bergamo c’è il 18enne Seydina Andre, gigante di quasi due metri che si allena nella stessa accademia di Daniil Medvedev. Ben 19 italiani nelle qualificazioni a 24 giocatori.
    Quando si accosta il Senegal allo sport è difficile pensare al tennis. Giusto il calcio o l’arrivo della mitica Parigi-Dakar, che tra l’altro ha conservato il nome ma da tempo non arriva più nella capitale senegalese. Chi ha buona memoria ricorderà Yahiya Doumbia, ottimo giocatore degli anni 80-90. Rimase sempre nelle retrovie, salvo due lampi: Lione 1988 e Bordeaux 1995. Due titoli ATP vinti dal nulla e che lo hanno reso una leggenda. Proverà a fare meglio di lui Seydina Andre, attuale numero 1619 ATP, tra i protagonisti più attesi delle qualificazioni del Trofeo AZIMUT (15.000$, terra battuta), torneo ITF in campo al Tennis Club Città dei Mille di Bergamo. In un tabellone a 24 giocatori (sono in palio 6 posti per il tabellone principale), ci sono ben 19 italiani guidati da Andrea Picchione (n.744 ATP, unico top-1000 in gara), ma la curiosità è tutta su Andre, che dopo essere cresciuto a Dakar e aver avuto una discreta carriera junior, lo scorso anno ha avuto la possibilità di trasferisci a Cannes, presso quell’Elite Tennis Center laddove si allena anche il numero 1 del mondo Daniil Medvedev.
    VOLTI NUOVI DA SCOPRIREAlto 197 centimetri, giocatore aggressivo e con il rovescio a una mano, sta tentando la via delle qualificazioni quasi ogni settimana nei tornei ITF. Dalle sue parti credono molto in lui, al punto che un’azienda senegalese (CSE, che si occupa di ingegneria civile e costruzione di edifici) ha scelto di sponsorizzarlo, dandogli una mano nella costosa avventura verso il professionismo. I margini di miglioramento sono enormi, anche perché – per sua stessa ammissione – ha iniziato a fare seriamente preparazione atletica soltanto quando è arrivato in Francia. Al Città dei Mille giocherà il quarto match sul Campo 2 in un programma che inizia alle 11 e se la vedrà con l’argentino Gian Matias Di Natale. Per il resto – come detto – in campo tantissimi italiani che andranno a rafforzare la pattuglia azzurra nel main draw, che sarà sorteggiato domenica dal supervisor ITF Sebastiano Cavarra. Tra i nomi in gara ci sono alcuni abituali frequentatori del circuito ITF (Giorgio Ricca e Filippo Speziali su tutti), poi ci sono diversi personaggi nuovi: proprio per questo, vale la pena fare un salto in Via Martinella già per le qualificazioni, in modo da scoprire nomi oggi sconosciuti ma che in futuro potrebbero diventare molto famosi. La storia di questo torneo lo insegna.
    Tabellone Quali[1] Andrea Picchione vs Ivan La cava Enrico Baldisserri vs [11] Simone Cacciapuoti
    [2] Giorgio Ricca vs Jacopo Bilardo Pijus Vaitiekunas vs [9] Alexandr Binda
    [3] Biagio Gramaticopolo vs Ottaviano Martini Christian Fellin vs [8] Federico Marchetti
    [4] Daniel Bagnolini vs Lorenzo Bresciani Gian Matias Di natale vs [10] Seydina Andre
    [5] Alexander Brown vs Filippo Speziali Tommaso Redaelli vs [12] Leonardo Catani
    [6] Pietro Pampanin vs Samuele Pieri Giulio Colacioppo vs [7] Giovanni Calvano LEGGI TUTTO