More stories

  • in

    Serniotti: “Non siamo mai riusciti ad entrare in partita”

    Bam Acqua S. Bernardo Cuneo

    Di Redazione
    Serata storta per Pistolesi e compagni, che nella trasferta a Castallana Grotte non riescono a riproporre la performance casalinga di domenica con gli stessi pugliesi. Coach Serniotti rimaneggia il sestetto in tutti e tre i set, con Gonzi in regia, Galaverna prima con Tiozzo e poi con Preti schiacciatori e infine Bonola al posto di Sighinolfi al centro. Un solo time out per Castellana in tutto il match, i padroni di casa impongono il proprio gioco senza trovare troppo contrasto dal versante cuneese. Ora la testa dev’essere da subito volta al confronto di domenica 24 alle ore 18.00 in trasferta a Reggio Emilia.
    Al termine dell’incontro coach Serniotti: « Oggi c’è poco da dire. Ci hanno messi sotto sin dall’inizio e non siamo mai riusciti a entrare in partita. Spero che già da domenica prossima faremo tesoro della brutta esperienza di oggi». LEGGI TUTTO

  • in

    Cantù lotta nel derby, ma fa festa solo l’Agnelli Tipiesse

    Di Redazione
    Il derby lombardo sul campo del Pool Libertas Cantù se lo aggiudica l’Agnelli Tipiesse Bergamo con un triplice 25-23 non senza qualche sofferenza: i bergamaschi sono più lucidi nei finali di set e riescono a impedire ai padroni di casa di riaprire la partita. Anche nel terzo set, pur partendo sotto, la squadra orobica si è imposta grazie alla costanza e alla pazienza di una distribuzione equa e ragionata di Finoli: il regista argentino ha saputo interpellare nei momenti chiave Terpin (14 punti), in grado di firmare i punti più scottanti, distinguendosi in finale di match con due pipe velenose.
    Il top scorer degli ospiti è stato Pierotti (15 punti), sempre freddo e attento, che ha costruito poco a poco il sorpasso nella fase centrale del match. Ottimo anche Signorelli, oggi in formazione titolare, che ha effettuato servizi insidiosi distinguendosi anche a muro. Dall’altra parte della rete è Motzo il miglior realizzatore con 15 punti, ma non basta a riaprire la partita; notevole il giovane Regattieri che, in assenza di Viiber, ha saputo orchestrare al meglio i suoi attaccanti nonostante la giovane età e poca esperienza, distinguendosi anche in difesa.
    La cronaca:Cantù comincia con la diagonale Regattieri-Motzo, Monguzzi- Bertoli-Mariano in 4, Butti libero. Agnelli Tipiesse comincia con Finoli-Santangelo. Cargioli-Signorelli al centro, Terpin Pierotti in 4, libero D’Amico.
    Inizio punto a punto per le due formazioni, poi Bergamo si porta sopra 10-12 con ottimi colpi di Santangelo, ma Cantù risponde con Motzo e impatta 12-12. Pierotti viene murato per il 14-14 poi Motzo porta avanti 15-14. Ribalta Santangelo per il 16-15. Motzo riporta sopra 18-16, poi sempre lui 17-19.Signorelli fa ace e impatta 20-20, poi Finoli ribalta il vantaggio 20-21. Terpin firma il 20-22, poi Cargioli mette a terra il 20-23. Santangelo spara out per il 23-24. Chiude Terpin 23-25 da posto 2.
    Nel secondo parziale Cantù parte subito forte 4-2, ma Cargioli recupera. Bertoli mantiene sopra 5-3, Regattieri fa un pallonetto di prima intenzione 9-5. Santangelo poi un  errore di Monguzzi per il 9-7. Tocco a muro di Mariano per il 10-8, poi muro out di Cargioli 11-8. Bergamo impatta con un ace di Terpin 11-11. Pierotti mette a terra il punto del sorpasso 13-14. Motzo ribalta ancora, poi Cargioli firma il 16-17, Terpin un mani out 16-18. Monguzzi mura Cargioli 18-18, poi Terpin risolve 18-19. Motzo spara out 19-21. Santangelo firma il 19-22. Pierotti 20-23. Motzo accorcia 22-23. Pierotti firma il 22-24. Chiude Pierotti 23-25.
    Inizio in sofferenza per Bergamo che subisce le battute di Regattieri e Bertoli 5-2, poi Mazza 7-3, ed infine Motzo 3-8. Santangelo e Signorelli permettono l’aggancio 9-9, Pierotti tiene botta 10-10.  E’ un punto a punto 14-14,con begli attacchi di Motzo e Pierotti, conditi da ottime battute, poi Signorelli mura Bertoli 15-17. Terpin allunga 16-18. Bertoli si tiene attaccato 17-18, poi Santangelo attacca in rete 18-18. Un attacco out canturino decreta il 20-19, ma un’invasione orobica permette il pareggio 20-20. Il vantaggio va a Cantù ma poi Santangelo firma il 21-21. Finoli firma l’ace del 21-22.  Una pipe di Pierotti firma il 22-23.  Terpin firma il 22-24 con una pipe, Mariano fa mani out chiude un’invasione canturina 23-25
    Gianluca Signorelli: “Cantù è una squadra che non molla mai e lo sapevamo, lo abbiamo visto nei momenti chiave. Siamo stati bravi, pur non giocando al meglio, a portare a casa il risultato e spingere nei momenti che contavano. Stiamo dimostrando che dopo il ventesimo punto siamo rodati, giochiamo fluidi e ci mettiamo quel qualcosa in più per portare a casa la vittoria, ma non è successo solo questa sera, anche in altre occasioni e questo ci ha premiati“.
    Matteo Battocchio: “Loro sono molto in fiducia, quando conta fanno la scelta giusta, il colpo giusto, quindi credo che questo 0-3 sia tanto tanto merito loro, e credo che questa sia la differenza tra loro e il resto del campionato in questo momento. Io sono molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto. Avevo chiesto ai ragazzi di fare alcune cose a livello tattico ed emotivo, e sono stati molto bravi. Per noi questo è un punto di partenza: queste sono le ultime settimane di preparazione, siamo ad un buon livello, nonostante dobbiamo ancora trovare le giuste alchimie di gioco con Viiber. Chiaro che per vincere queste gare hai bisogno di qualcosa in più, e quando giochi sempre tirato prima poi un errore lo fai, e fa parte del gioco. Non posso rimproverare niente alla squadra”.
    Pool Libertas Cantù-Agnelli Tipiesse Bergamo 0-3 (23-25, 23-25, 23-25)Pool Libertas Cantù: Monguzzi 5, Motzo 15, Mazza 6, Bertoli 11, Mariano 11, Regattieri 3, Picchio, Butti Pellegrinelli, Galliani. N.E. Malvestiti, Corti, Gianotti. All. Battocchio.Agnelli Tipiesse Bergamo: Milesi, D’Amico, Cargioli 8, Santangelo 11, Finoli 6, Terpin 14, Pierotti 15, Signorelli 4, N.E. Umek, Rota, Mancin, Sormani Ceccato. All. Graziosi.Arbitri: Pozzi e Cavicchi.Note: Durata set: 31′, 29′, 35′; tot: 95′. Muri: Agnelli Tipiesse 5, Pool Libertas 4.
    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Cuneo fa visita alla Bcc Castellana Grotte per il recupero della 3° di andata

    Di Redazione
    Domani, mercoledì 20 gennaio alle ore 17.00, Pistolesi e compagni scenderanno in campo al PalaGrotte per il recupero della 3^ giornata d’andata del campionato di serie A2 maschile, ospiti della BCC Castellana Grotte. Il primo confronto dei biancoblù con i pugliesi, andato in scena domenica a Cuneo, ha visto i ragazzi di coach Serniotti aggiudicarsi il confronto in tre set, rafforzando così la posizione in classifica e riportando alto il morale.
    La gara sarà disputata a “porte chiuse” e visibile in live streaming gratuito sul canale YouTube della Lega Pallavolo Serie A al seguente link: https://youtu.be/Jug1wQFABlo
    Il libero della Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo, Damiano Catania, dopo l’ottima prestazione personale nel confronto con i gialloblù sottolinea l’importanza di questa trasferta: « Siamo stati molto bravi a sfruttare il nostro servizio e di conseguenza avere una correlazione muro difesa molto efficiente. La gara di domani sarà tutt’altra storia perché la squadra dall’altro lato proverà a cambiare sicuramente qualcosa per metterci in difficoltà e noi dobbiamo scendere in campo convinti del nostro potenziale per frenare la loro voglia di rivalsa. Il risultato di 2 giorni fa non conta più nulla, dobbiamo essere da subito concentrati e con la giusta cattiveria per portare il risultato a casa».
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Kemas Lamipel, finalmente si torna in campo. Arriva l’Emma Villas

    Di Redazione
    Si torna finalmente in campo dopo quasi un mese di sosta forzata causa Covid, con la Kemas Lamipel che domani affronterà tra le mura amiche del PalaParenti l’Emma Villas Aubay Siena. Il match, valido come ultima giornata del girone di andata, era in programma lo scorso 26 Dicembre, giorno di Santo Stefano, con i “Lupi” reduci dalla bella vittoria in quel di Ortona e pronti a continuare la striscia vincente nel derby toscano.
    Purtroppo per la pandemia ci ha messo pesantemente lo zampino e, a causa di un forte numero di contagiati, la Kemas Lamipel ha dovuto rinviare il match con Siena, quello con Lagonegro, il recupero già programmato con Bergamo e ancora la trasferta di Reggio Emilia e la gara casalinga contro Cantù. Insomma tantissimi match che andranno adesso recuperati (da aggiungere alla lista anche quello contro Castellana Grotte originariamente in programma a metà andata) e che renderanno molto denso il programma delle prossime settimane dei biancorossi. Ma procediamo un passo per volta e intanto l’attenzione va al ritorno in campo contro un avversario di valore e spessore, reduce da tre vittorie di fila ed in forte crescita dopo un avvio di stagione complicato.
    Siena si presenterà al gran completo a Santa Croce, con il palleggiatore Fabroni ormai integrato alla perfezione (i “Lupi” lo hanno già affrontato  nella prima giornata di campionato a Lagonegro, poi a dicembre è passato tra le fila dei senesi) e potendo contare  su schiacciatori del calibro di Della Lunga e Yudin, sui centrali Barone e Zamagni e su una panchina lunga e ricca di opzioni. L’attaccante di punta del team allenato da coach Spanakis e però sicuramente l’opposto Romanò, uomo da seguire con la massima attenzione da parte dei conciari. Dall’altra parte della rete per i “Lupi” ancora qualche indisponibile causa Covid e una condizione fisica da ritrovare,  con la squadra che però ha ripreso ad allenarsi quasi nella sua interezza e che adesso dovrà pian piano riaccendere i motori: Montagnani darà spazio a chi sta meglio e forse potrà anche debuttare il neo acquisto Festi, arrivato poco prima di Natale e subito bloccato insieme al resto della squadra. Appuntamento per le ore 19.30 al PalaParenti, purtroppo ancora a porte chiuse. L’incontro, arbitrato dalla coppia formata da Grassia e Verrascina, andrà in onda come di consueto sui canali YouTube della LegaVolley e quindi potrà essere seguito dai tantissimi tifosi ed appassionati biancorossi che, a cose normali, avrebbero riempito il palasport santacrocese.
    Per quanto riguarda la qualificazione alla Coppa Italia di serie A2, tutto si deciderà entro il 31 gennaio, quando si esauriranno i tantissimi recuperi delle gare rinviate durante il girone di andata. I “Lupi” erano ben posizionati prima della sosta forzata, ma adesso dovranno recuperare il terreno perso andando a cercare punti nei match contro Siena in programma domani, Castellana Grotte, in programma mercoledì prossimo e Bergamo, in programma il 31 gennaio. Nel frattempo, domenica 24, per la Kemas Lamipel prevista anche la quarta giornata di ritorno da giocarsi sul campo di Bergamo, avversario attualmente leader imbattuto del campionato di A2 che i conciari affronteranno due volte in sette giorni. Tour de force impegnativo quindi per i “Lupi” che però potranno pian piano rimettere benzina nel motore in vista della seconda parte di stagione.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il Pool Libertas Cantù torna in campo per il recupero contro Bergamo

    Di Redazione
    Turno di stop per il Pool Libertas Cantù nel week end appena trascorso. La trasferta in terra toscana per affrontare la Kemas Lamipel Santa Croce è stata infatti rinviata a data da destinarsi per la positività al Covid-19 di più di tre atleti della squadra locale. Ma i ragazzi di coach Matteo Battocchio non possono abbassare la guardia: mercoledì 20 gennaio alle 20.30 è previsto il recupero del derby di andata contro la Agnelli Tipiesse Bergamo.
    La compagine orobica è nata la scorsa estate dalla fusione di due società: Olimpia Bergamo e Tipiesse Cisano Bergamasco. Si tratta di un impegno improbo per i canturini: i bergamaschi sono imbattuti in questo campionato, e hanno perso un solo punto per strada, nel tie-break della prima giornata contro la BAM Acqua S. Bernardo Cuneo.
    Coach Matteo Battocchio presenta così la sfida: “Mercoledì giochiamo contro la squadra che in questo momento è prima in classifica, e per di più imbattuta, in formazione rimaneggiata, con soli 11 giocatori disponibili su 14. Insomma, non siamo nelle migliori condizioni. Ed è un vero peccato, perché mi sarebbe piaciuto fare questa partita a ranghi completi anche per capire a che punto siamo. Su alcune cose mi aspetto delle risposte importanti dalla squadra, al netto di quella che è la bravura altrui. Giustamente Bergamo farà di tutto per metterci in difficoltà, ma ci sono cose che riguardano solo ed esclusivamente noi, e su questi aspetti mi aspetto delle risposte importanti da parte del gruppo“.
    “Ci stiamo avvicinando – continua Battocchio – a quello che io considero l’inizio del nostro campionato: mancano due settimane e mezza, quindi non manca tanto. Sicuramente la regia di Finoli sarà un elemento di grosso stress per il nostro sistema di muro-difesa, da questo punto di vista sarà un bel test per noi, così come lo sarà la loro capacità in battuta e di lavorare poi molto bene in lettura sulle varie situazioni di gioco, oltre che le loro qualità difensive, e queste sono le cose che temo di più. In un momento in cui non siamo avvantaggiati per tanti motivi, sarà una difficoltà aggiuntiva per noi per fare punto“.
    Coach Gianluca Graziosi torna dopo due stagioni (una a Ravenna in Superlega, e l’ultima a Siena) sulla panchina orobica, e trova al palleggio l’argentino Juan Ignacio Finoli, già visto in Italia con la maglia di Catania, e la scorsa stagione in Argentina. Opposto è uno degli ex di giornata, Andrea Santangelo, di rientro in Italia dall’esperienza in Corea del Sud. Altro ritorno in banda, con Marco Pierotti di nuovo a Bergamo dopo due anni in Superlega, prima a Modena e poi a Vibo.
    Al suo fianco Jernej Terpin, nelle ultime due stagioni a Mondovì e nelle due precedenti alla Gi Group Monza in Superlega. Tutti confermati al centro: a partire da Antonio Cargioli, alla quarta stagione consecutiva in terra orobica, per arrivare a Lorenzo Milesi, colonna della Tipiesse Cisano Bergamasco, e a Gianluca Signorelli, arrivato in corsa da Brescia la scorsa stagione. Libero è Francesco D’Amico, nelle ultime quattro stagioni alla GoldenPlast Potenza Picena/Civitanova.
    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bergamo continua la sua marcia, battuta Ortona che vale la dodicesima vittoria

    Di Redazione
    Nessun problema per la dodicesima fatica in quel di Ortona, Agnelli Tipiesse si aggiudica il match per 3-0, nonostante l’incognita di una formazione abruzzese che presentava molti assenti a causa del Covid, rimaneggiata con Carelli (opposto) nel ruolo di centro.
    Bergamo ha dimostrato anche stasera grande prova di compattezza e costanza, portando a casa altri 3 punti importanti per i piazzamenti finali per la fase play off. Ma non si è limitata alla vittoria, ha dato un vero e proprio spettacolo dimostrando grandi colpi tecnici e virtuosismi sia da parte della regia (Finoli, grandi recuperi e aggiustamenti), che dagli attaccanti (colpi precisi e potenti di tutti gli attaccanti, percentuali finali di attacco del 48%) Sono stati pochi gli errori anche nel fondamentale della ricezione e difesa, il match si è concluso dopo un’ora e mezza di gioco, con un terzo set combattuto punto a punto.
    Dall’altra parte della rete i buoni spunti di Cantagalli e Sette hanno difeso al meglio il campo abruzzese, sebbene non siano riusciti ad impensierire e intaccare il gioco sicuro e collaudato di Agnelli Tipiesse che ha tenuto botta fino alla fine senza intoppi, anche nel punto a punto finale del terzo set finito ai vantaggi.
    Il regista Finoli: “Complimenti a loro perchè dopo il brutto momento che hanno vissuto non era facile scendere in campo, noi sapevamo che sarebbe stata una partita tosta ma siamo stati bravi a restare sul pezzo e non mollare mai, anche nei momenti difficili siamo stati insieme e abbiamo portato la partita a casa”
    Prossimo appuntamento mercoledì 20 alle 20.30 al Pala Francescucci di Casnate con Bernate contro la squadra di Cantù per il recupero
    IL MATCH
    La Sieco si presenta con Cantagalli-Pedron in diagonale, Marinelli- Sette in banda -Menicali e Carelli al centro, libero Toscani, assente Simoni e Shavrak
    Agnelli Tipiesse schiera la classica formazione Santangelo-Finoli in diagonale, Cargioli- Milesi al centro, Terpin-Pierotti in banda, D’Amico libero
    Inizio forte per Bergamo che fa subito 4 punti con Cargioli, tra muri e attacchi, ma Ortona risponde con altrettante perle di Cantagalli e Sette, e si tiene sempre attaccato. Il primo break importante lo firma Santangelo per il 6-9, poi Pierotti fa ace per il 6-10.Carelli murato da Milesi per il 6-11, che mura anche Cantagalli per il 6-12. Agnelli Tipiesse prende il largo 9-16 con Terpin e Cargioli, Ortona risponde con Cantagalli che tiene vivo il team ortonese. Marinelli firma l’11-17, Finoli recupera poi di piede e Ssantangelo finalizza per l’11-18. Sette conquista il 14-22, poi Terpin firma il 15-23, poi Santangelo il 24, un errore di Marinelli consegna il set a Bergamo 16-25.
    Nel secondo set Ortona si porta sopra 8-5,poi però con un paio di attacchi di Terpin e un break di 4-0 Bergamo supera di nuovo 8-9, un muro di Finoli su Sette firma il 9-11. Fa un break Bergamo con Santangelo, 14-16, Ortona risponde con Menicali e si riavvicina 16-17, ma Milesi mette a terra il 16-18. Con ottimi Cargioli e Milesi Bergamo si porta sul 20-23, nonostante qualche errore in battuta. Un muro su Cantagalli ha chiuso il secondo set 22-25.
    Nel terzo parziale è un punto a punto, con acuti dei due opposti che tirano fuori il meglio di sè, Ortona si porta sopra 12-10, poi 14-12. Cantagalli spara out per il 14-13 Bergamo impatta con un ace di Pierotti 15-15, Sette viene murato da Terpin per il 17-17. Restano punto a punto combattutissimo, Santangelo per il 21-21. Milesi si porta sul 22-23 e riconquista il vantaggio. Grandissime difese in entrambi i campi, poi Santangelo firma il 23-24. Un’invasione bergamasca porta Ortona ai vantaggi, Terpin chiude 24-26.
    SIECO ORTONA: Pesare, Pedron, Del Fra 1, Cantagalli 19, Carelli3, Marinelli 6, Sette 9, Menicali 5, N.E. Shavrak, Simoni, Rovetto, Fabi
    AGNELLI TIPIESSE: Milesi 12, Cargioli 9, Santangelo 12,Finoli 3, Terpin 12, Pierotti 12, Umek, D’AMico libero, N.E: Mancin, Sormani, Signorelli, Rota, Ceccato
    Muri Agnelli Tipiesse 9, Ortona 7
    Arbitri: Pierpaolo Di BAri, De SImeis Giuseppe
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’ex Marco Fabroni mette in guardia Siena: “Lagonegro è in forma”

    Di Redazione
    Emma Villas Aubay Siena in viaggio verso la Basilicata, dove domani pomeriggio a partire dalle ore 18 i biancoblu sfideranno la Cave del Sole Geomedical Lagonegro per un match valevole per la terza giornata di ritorno del torneo di Serie A2. I lucani sono ultimi in classifica ma arrivano dalla bella vittoria ottenuta in casa contro Brescia: 3-1 il risultato. Siena invece, dopo avere vinto in casa contro Cuneo, è uscita sconfitta al tiebreak nel match contro Mondovì. La classifica vede i toscani in settima piazza con 15 punti, Lagonegro è dodicesima con 6 punti.
    Il palleggiatore Marco Fabroni è uno dei numerosi ex dell’incontro, avendo iniziato questa stagione agonistica proprio con la casacca della Cave del Sole Geomedical prima dello scambio di mercato con Nicola Salsi effettuato dalle due società: “Conosco benissimo i ragazzi di Lagonegro anche se la formazione è un po’ cambiata per alcune operazioni di mercato – commenta Fabroni. – Mi farà piacere rivedere persone con le quali mi sono trovato molto bene. Lagonegro è in forma, hanno giocato bene contro Brescia. Noi dovremo fare attenzione e dovremo focalizzarci sul nostro gioco e su ciò che sarà necessario fare sul taraflex. Giocheremo tre partite nell’arco di una settimana, parliamo di tre match che avranno un peso rilevante sulla classifica. Ci attendono due sfide in trasferta e una in casa, l’obiettivo è quello di conquistare il maggior numero possibile di punti. Siamo alla ricerca di un riscatto immediato dopo la sconfitta contro Mondovì”.
    Nella “pattuglia” degli ex vanno annoverati anche Leonardo Fantauzzo da una parte e dall’altra Vincenzo Spadavecchia, Filippo Vedovotto e appunto Nicola Salsi.
    Yuri Romanò ha concluso il match contro Mondovì con 37 punti all’attivo: “Ci attende una trasferta lunga, giocheremo in un campo difficile – afferma ora l’opposto di Siena. – Vogliamo vincere e tornare a Siena con 3 punti in più in classifica. Lagonegro sta tornando a fare un buon gioco e sta trovando le giuste misure, come conferma il risultato ottenuto contro Brescia. Ma noi dobbiamo essere concentrati sul fare al meglio le nostre cose. Dopo la trasferta di Mondovì abbiamo avuto qualche giorno per allenarci, abbiamo tentato di spingere un po’. Fisicamente stiamo bene, non abbiamo più scusanti. In testa dobbiamo avere l’idea di lavorare bene e di conquistare più punti possibile. Siamo già nel girone di ritorno e in sette giorni giocheremo tre partite. E’ quindi un momento molto rilevante della nostra stagione”.
    Arbitreranno la sfida Christian Palumbo e Danilo De Sensi.
    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Emma Villas Aubay Siena pronta alla trasferta. Domenica sfiderà Lagonegro

    Di Redazione
    E’ terminato l’allenamento quotidiano della Emma Villas Aubay Siena, che si prepara per la nuova trasferta da effettuare. La squadra è praticamente al completo (ad eccezione di Pietro Milordini, out per infortunio) e si appresta a compiere il viaggio in Basilicata dove domenica andrà ad affrontare la Cave del Sole Geomedical Lagonegro. Il match, valevole per la terza giornata del girone di ritorno, prenderà il via alle ore 18.
    Siena è reduce dalla sconfitta in Piemonte al tiebreak contro Mondovì. Una sfida, quella contro i monregalesi, che ha portato un solo punto in classifica alla squadra toscana. La compagine di coach Alessandro Spanakis è riuscita a recuperare da uno svantaggio di due set a zero per poi cedere tuttavia al tiebreak nonostante un vantaggio di due punti acquisito per l’appunto nel quinto e decisivo set.
    Siena è settima in graduatoria con 15 punti all’attivo, Lagonegro è dodicesima con 6 punti e due sole vittorie in dodici partite disputate dal team lucano.
    In Basilicata Siena andrà ad affrontare l’ex Vincenzo Spadavecchia, protagonista in maglia biancoblu nelle stagioni della vittoria della Coppa Italia di A2 e del campionato, con la promozione in Superlega. E anche Filippo Vedovotto, che da poco si è accasato nel team lucano: si tratta di un altro pallavolista che ha scritto la storia della società senese, con la vittoria della Coppa Italia (fu lui a realizzare l’ultimo punto della finale) e del campionato di A2.
    A Lagonegro gioca adesso anche il palleggiatore Nicola Salsi, freschissimo ex. Affronterà la sua ex squadra pure Marco Fabroni, tornato a Siena dopo avere iniziato questo campionato con la maglia della Cave del Sole Geomedical. Ex del match sarà anche Leonardo Fantauzzo.
    All’andata fu la Emma Villas Aubay ad aggiudicarsi l’incontro, disputato il primo novembre, con il punteggio di 3-1. Nella circostanza Igor Yudin mise a segno 25 punti (con il 59% in attacco), Yuri Romanò 15 e Dore Della Lunga 14.
    Appena cinque giorni fa Lagonegro è riuscita a sconfiggere con il risultato di 3-1 Brescia, dimostrando un buono stato di forma: 15 i punti di Marretta, 12 di Mazzone, 11 di Scuffia, 7 di Spadavecchia.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO