More stories

  • in

    La Lega dispone il rinvio di Cantù-Cuneo

    Facebook

    Twitter

    WhatsApp

    Linkedin

    Print

    La Lega dispone il rinvio di Cantù-Cuneo
    Rimandata l’8^ giornata per i cuneesi, più di 3 positività nel Pool Libertas Cantù.

    La Lega Pallavolo Serie A ha ufficializzato in sertata il rinvio a data da destinarsi del match tra il Pool Libertas Cantù e la Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo.
    Il gruppo squadra canturino conta ancora più di 3 positività al Covid-19 e pertanto impossibilitato a scendere in campo domenica 6 dicembre alle ore 18.00 al PalaFrancescucci contro i ragazzi di coach Serniotti.
    L’8^ giornata che vedeva i cuneesi in trasferta a Cantù, verrà quindi riprogrammata e recuperata, come la 3^ contro Castellana Grotte.

    Stella Testa – Ufficio stampa Cuneo Volley

    Facebook

    Twitter

    WhatsApp

    Linkedin

    Print

    Articolo precedente3ª Giornata And. (01/11/2020) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Gir. Blu, Stagione 2020

    Prossimo articoloCivitanova supera Cisterna nel recupero della 9a giornata LEGGI TUTTO

  • in

    Emma Villas Aubay Siena, l’attesa è finita: domenica si torna in campo al PalaEstra contro Bergamo

    Finalmente si torna in campo. L’attesa è finita e in casa Emma Villas Aubay Siena, si spera, sono passati anche i momenti peggiori legati al virus Covid-19 che ha contagiato 10 tesserati del team. Ora la situazione comincia ad essere differente, chi si è negativizzato ha ripreso pian piano ad effettuare gli allenamenti sotto la guida dello staff tecnico capeggiato da coach Alessandro Spanakis.
    Quelle appena trascorse sono state settimane complicate, senza la possibilità di fare allenamenti, con tesserati colpiti dal virus e con i negativi del gruppo costretti comunque ad osservare le norme del momento e quindi l’isolamento domiciliare. 
    È attualmente inferiore a 3 il numero dei risultati positivi all’ultimo giro di tamponi effettuati nella giornata di martedì 1 dicembre. 
    Il team biancoblu ha dunque il numero minimo richiesto di tesserati disponibili e negativi ai test per poter giocare il match di domenica salvo sorprese, per i team coinvolti, all’esito dei tamponi previsti per questo venerdì.
    I restanti 8 componenti del gruppo squadra che si sono negativizzati durante questi ultimi giorni si stanno sottoponendo alle visite mediche di routine e stanno gradualmente riprendendo l’attività fisica.
    Era domenica 8 novembre quando l’Emma Villas Aubay Siena ha disputato la sua ultima partita. Match ad Ortona, contro il forte team abruzzese. Bella partita, con la squadra di Spanakis capace di portarsi avanti per due set a uno. Poi la memoria fa riaffiorare immagini di palle match per i senesi non concretizzate e non finalizzate, con la compagine locale brava a vincere il quarto parziale ai vantaggi prima di aggiudicarsi pure il tiebreak.
    Le successive sfide in calendario dei biancoblu toscani sono tutte saltate: la gara casalinga contro Brescia, la partita a Mondovì e la sfida interna contro Taranto. Complessivamente sono quattro i match che i senesi devono quindi adesso recuperare, dato che già alla prima giornata non fu possibile disputare nemmeno la partita interna, il match di esordio della stagione, contro Cantù. La classifica è quindi assolutamente “particolare”, dato che ogni squadra è riuscita a giocare fin qui le gare che ha potuto. 
    E’ iniziata la settimana che porta alla sfida prevista dal calendario al PalaEstra contro Bergamo, domenica 6 dicembre alle ore 18. Un match importante, che negli ultimi anni ha sempre messo in ballo punti pesanti in campionato come prestigiose qualificazioni ai turni successivi in Coppa Italia. Bella la vittoria senese in Lombardia nell’anno della promozione in Superlega, ad esempio, così come il successo conquistato all’inizio della scorsa stagione dalla Emma Villas Aubay ancora in trasferta. Tuttavia nella scorsa annata sportiva, poi non terminata, i bergamaschi si imposero in due circostanze al PalaEstra, sia in campionato che nella semifinale della Coppa Italia di A2 (trofeo successivamente vinto nella finale a Bologna dall’allora squadra di Spanakis).
    Domenica potrà esserci anche un incrocio di ex: Spanakis e Graziosi si sono praticamente “scambiati” le panchine nelle quali si trovavano nello scorso campionato. A Siena giocano inoltre Dore Della Lunga, Pasquale Fusco e Yuri Romanò che hanno tutti un trascorso importante a Bergamo.  In classifica la Agnelli Tipiesse ha 8 punti dopo aver giocato tre partite. L’ultima delle quali proprio due giorni fa in casa contro Brescia: è finita 3-0 per i locali con 16 punti di Terpin, 13 di Santangelo, 12 di Cargioli. 
    Come già accaduto nell’unica gara casalinga disputata fino ad ora in questo campionato da Siena (sfida vinta contro Lagonegro) al PalaEstra verrà realizzata una speciale produzione che consentirà ai tifosi di seguire al meglio il match da casa. La sfida sarà ovviamente giocata a porte chiuse, ma verrà trasmessa in diretta streaming online sui canali della Legavolley. La possibilità di utilizzare un ampio numero di telecamere, le interviste pre e post partita e il commento in diretta della gara offriranno agli spettatori da casa una visione divertente e coinvolgente. LEGGI TUTTO

  • in

    MONTAGNANI:”A TARANTO PER RISCATTARCI DOPO IL KO DI CUNEO”

    Facebook

    Twitter

    WhatsApp

    Linkedin

    Print

    Dopo la prima sconfitta la Kemas Lamipel è scesa di nuovo sul campo di allenamento nella giornata di ieri. Domenica, ci attende un match alquanto spinoso: i santacrocesi affronteranno Taranto dell’ex Padura Diaz. Coach Montagnani evidenzia i temi e gli umori dello spogliatoio biancorosso.
    Le dichiarazioni del Coach:“Con Cuneo è stata la prima sconfitta da agosto e ci ha insegnato a conoscerci ancora meglio. Abbiamo analizzato i perchè ma l’impressione che abbiamo tutti è che avevamo la possibilità reale di venire via dal Piemonte con 3 punti. Il campo ci ha detto il contrario e ne prendiamo atto. Già da ieri siamo scesi in campo per cercare di risolvere con il gioco le nostre lacune. Abbiamo la partita giusta, contro Taranto, per pensare a fare bene quando la palla è dalla nostra parte del campo. Del match con Cuneo sono molto contento di alcune cose che abbiamo fatto e della pressione che abbiamo messo ad una squadra che non ha di certo nascosto pensieri di promozione. Noi possiamo solo pensare a migliorare ancora per essere ancora più forti. Siamo in trasferta, è dura ma è così, questo ci rafforzerà e quando giocheremo al PalaParenti dovremo farci trovare pronti”.

    Francesco Rossi – Ufficio Stampa

    Facebook

    Twitter

    WhatsApp

    Linkedin

    Print

    Articolo precedente5ª Giornata (1/12/2020) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Girone Bianco – TABELLINO LEGGI TUTTO

  • in

    Domani il recupero contro la Prisma Taranto: sarà una prova del 9

    Mercoledì alle 19 al Pala Pozzoni è di scena il primo dei 4 recuperi a cui i ragazzi di Graziosi dovranno far fronte, quello contro la Prisma Taranto, formazione allestita già dall’estate per il salto di categoria, guidata da coach Vincenzo Di Pinto, allenatore di esperienza pluriennale di massimo livello, protagonista di 11 promozioni dagli anni 90, […] LEGGI TUTTO

  • in

    Il Vbc Synergy Mondovì torna con un punto da Reggio Emilia

    Borgogno e compagni sfiorano un’incredibile rimonta al PalaBigi

    Sfiora la prima vittoria stagione il Vbc Synergy Mondovì, che a Reggio Emilia va sotto di due set prima di riemergere ed arrendersi solo al tie-break. Buoni segnali, comunque, dal taraflex del PalaBigi: i monregalesi sono parsi in crescita e stanno ritrovando condizione e convinzione. C’è rammarico per il secondo parziale regalato agli avversari dopo essere stati in vantaggio 20-23.
    Il tecnico Barbiero ha schierato inizialmente Bussolari al centro al posto di Marra e confermato Ferrini in banda, con Cominetti in panchina. A partita in corso, lo schiacciatore lombardo è entrato a più riprese, e nel finale ha trovato spazio anche Bosio, subentrato a Paoletti fermato da un problema fisico.
    A livello individuale da sottolineare la prestazione super del centrale Roberto Festi, che ha chiuso con lo score di 16 punti (7 in attacco, 58%, e addirittura 9 a muro), tagliando il traguardo degli 800 punti in carriera. Record personale anche per capitan Luca Borgogno, che ha raggiunto e superato quota 2.000 punti in tutte le competizioni.
    LA PARTITA. Avvio in salita per i monregalesi: sull’8-3 Barbiero chiede il primo time-out discrezionale. Reggio tiene il +5 fino al 12-7, poi i monregalesi cominciano ad ingranare. Una diagonale potente di Borgogno e un missile di Paoletti portano il Vbc a -1 (13-12). L’ace di Mattei fa ripartire la Conad, che allunga fino al 19-14 siglato da Bellei. Dopo il secondo time-out, il Vbc accorcia (21-20 firmato da Festi), poi perde contatto e si arrende 25-20.
    Si riparte con la stessa formazione: dopo l’iniziale parità, il turno in battuta di Ferrini permette al Vbc di passare a condurre e i monregalesi aumentano i giri del motore. Mastrangelo butta nella mischia Ristic per Loglisci, poi nel finale spazio a Cominetti e Suraci. Il Vbc arriva fino al 20-23, dopo l’uno-due di Ristic Ferrini firma il 22-24, ma la Conad annulla due set ball e raddoppia ai vantaggi (28-26).
    Persa la grande occasione, il Vbc Synergy si ricompatta: entra Cominetti e i monregalesi stanno avanti fin dalle prime battute. Paoletti firma due punti pesanti e i biancoblù allungano nella parte centrale del set. Sull’11-17 Mastrangelo chiama il time-out: dentro Sesto e Maiocchi, ma il divario aumento ancora (12-21 di Paoletti). Cominetti conquista il set ball con una bella parallela e Bussolari chiude dal centro (15-25).
    Resta in campo Cominetti: il Vbc parte forte anche nel quarto parziale, ma Reggio riesce a riportarsi in parità sul 10 pari. Bosio rileva Paoletti in posto 2 e si presenta subito con un punto, poi rientra Borgogno. I reggiani riescono ad allungare di un paio di lunghezze e sul 23-21 Barbiero interrompe il gioco: alla ripresa fa tutto “Borgo”, che con tre punti consecutivi porta i compagni al tie-break.
    Al quinto set parte meglio la Conad, che con l’ace di Bellei si porta sul 3-0. Il vantaggio locale tiene fino al cambio campo, al rientro due murate riportano in parità i monregalesi, poi Ristic e Mattei fanno ripartire Reggio (10-8). Barbiero chiama il time-out sull’11-8, Reggio non si fa distrarre e chiude 15-11 con Ristic.
    BARBIERO A FINE PARTITA: “SENSAZIONI POSITIVE”. «Torniamo a casa con delle sensazioni positive – l’analisi del tecnico Mario Barbiero -, abbiamo provato a rimettere in piedi la partita dopo aver buttato via il secondo set. Siamo usciti fuori alla distanza, c’è rammarico per la sconfitta ma si è visto che stiamo provando a risalire la china». Sul turn-over e l’utilizzo di quasi tutta la rosa, questo il commento del primo allenatore: «Ho dovuto fare delle scelte tecniche dettate dalla realtà del momento. La condizione fisica non è al top dopo le settimane stravolte dal Covid, l’alternanza di giocatori e sestetti è dovuta anche a questo. Abbiamo avuto, però, ottime indicazioni da tutti gli atleti in campo, la squadra in un momento come questo ha dimostrato di saper rimanere coesa».
    DOMENICA ARRIVA LAGONEGRO. Dopo la giornata di riposo concessa lunedì, i ragazzi torneranno in palestra per preparare il prossimo appuntamento, in programma domenica 6 dicembre al PalaManera contro Lagonegro (fischio d’inizio alle ore 18). La settimana prevede seduta pesi martedì e venerdì mattina, allenamenti pomeridiani al PalaEllero tutti i giorni e al PalaManera venerdì.

    Reggio Emilia-Vbc Mondovì 3-2
    (25-20, 28-26, 15-25, 23-25, 15-11)
    CONAD: Pinelli, Ippolito 15, Scopelliti 9, Bellei 17, Loglisci 6, Mattei 13, Morgese (L), Suraci, Sesto 4, Ristic 16, Maiocchi, Catellani. N.e.: Cagni (L2), Pavesi. All. Mastrangelo.
    SYNERGY: Milano 1, Ferrini 11, Festi 16, Paoletti 18, Borgogno 15, Bussolari 6, Pochini (L), Cominetti 7, Bosio 2. N.e.: Fenoglio (L2), Marra, Camperi. All. Barbiero-Negro.
    DURATA SET: 27’, 29’, 25’, 29’, 16’; tot: 126’.
    REGGIO EMILIA: battute vincenti 6, battute sbagliate 14, ricezione 69% (prf. 43%), attacco 43%, muri 8.VBC MONDOVÌ: battute vincenti 3, battute sbagliate 9, ricezione 60% (prf. 42%), attacco 44%, muri 18. LEGGI TUTTO

  • in

    Un set vinto contro Ortona , ma non basta

    Sieco Service Ortona Vs Cave del Sole Geomedical Lagonegro    
    (20-25, 25-18, 25- 25-19) 3-1     
    25’, 27’, 30’, 25’ tot 1h  47’
    Lagonegro: Mazzone 11, Spadavecchia 5, Battaglia , Santucci (L), Marretta 11, Maccarone 6, Russo (L), Molinari 1 , Tiurin 3, Scuffia 13, Bellucci 2, Armenante 4. All. Tubertini

    Sieco Service Ortona: Fabi 12, Simoni 9, Pesare, Rovetto, Pedron 1, Toscani(L), Del Fra, Cantagalli 27, Carelli 10, Marinelli 7. All. Lanci
    Lagonegro: 6 muri, 4 Ace, 18 Errori in battuta, 43 %Attacco, 58% (41%)Ricezione
    Ortona : 10 muri, 1 Ace, 14 Errori in battuta, 54%Attacco, 58% (44%)Ricezione
    Mister Tubertini deve fare a meno di Fabroni causa un problema gastrointestinale dell’ultimo minuto per cui la diagonale sarà composta da Bellucci-Tiurin, Marretta Mazzone, Spadavecchia Maccarone, Libero Santucci .
    Mister Lanci schiera ancora Pedron e Carelli, Cantagalli e Marinelli schiacciatori, al centro Fabi e Simoni , Toscani libero.
    Primo set in favore dei lucani che partono concentrati non restano sempre attaccati al vantaggio , dimostrando di rispondere ale richieste del tecnico che aveva chiesto in settimana di lavorare molto sul piano morale. Mazzone parte bene ma il tecnico deve ben presto fare a meno di Tiurin , che in discesa da un muro si infortuna alla caviglia e gli subentra Scuffia che per nulla intimorito si fa trovare pronto e proprio lui sigla l’ace che chiude il set. Secondo set iniziano bene i padroni di casa con la Geomedical che per più volte trova il pareggio ma nel finale del set Cantagalli trascina i suoi ed è parità. Terzo set solo inizialmente in parità poi Ortona mette la testa avanti con 3 lunghezze e seppur nel finale i lagonegresi provano ad accorciare, la Sieco chiude il set. Quarto set stesso copione : parità iniziale poi la Sieco ingrana e chiude il set nonostante il tentativo di recupero lucano.
    Primo set inizia con una serie di servizi out ma poi i martelli da una parte e dell’altra si fanno sentire. Si Procede punto a punto poi due ace di Spadavecchia segnano il primo vantaggio ospite 11-13, Cantagalli poi in parallela accorcia ma Tiurin e Mazzone continuano la loro serie positiva. Tiurin segna il massimo vantaggio con un mani out 14-17 poi però Ortona è ancora a -1 , Marretta riporta i suoi in vantaggio poi il tecnico lagonegrese è costretto a ritirare l’opposto russo per un problema in caduta dopo un muro e inserisce Scuffia. Sempre in vantaggio la Cave del Sole costringe Lanci a chiamare il tempo sul 18-21 al rientro Mazzone in diagonale e a muro danno certezze alla Geomedical che con un ace del opposto Scuffia chiude il primo set.
    Secondo set è la Sieco che con il solito Cantagalli si porta in vantaggio 6-3 ma Marretta in parallela accorcia , Bellucci sigla il suo rimo ace stagionale e poi ancora Marretta in pipe ritrova il pareggio sul 7mo punto. Ancora i locali si portano in vantaggio con Marinelli e quando sembra che la Sieco voglia prendere il largo (13-9) Mister Tubertini chiama il tempo. Al rientro Marretta vince un contrasto a rete con Pedron poi Cantagalli manda in out e questa volta è Lanci a richiamare i suoi con i lagonegresi al minino svantaggio 13-12. L’ex di turno, il centrale Fabi,  riporta ancora la Sieco 16-13 , Cantagalli trascina i suoi e anche questa volta il set finisce con un ace. Parità nel computo dei set.
    Terzo set inizia in parità poi sul primo allungo dei locali Tubertini chiama il tempo 8-5 . Lagonegro ancora insegue si porta a -2 (14-12) con Scuffia ma poi quando la Sieco allunga l’opposto lagonegrese si rende protagonista e accorcia con un break personale 16-14. Lanci chiama il tempo ed al rientro è subito +4 Ortona, mentre nella fila di Lagonegro si vede Armenante al posto di Mazzone. Seppur provano a recuperare i lagonegresi 23-21, nel finale Ortona chiude il set.
    Quarto set è ancora parità poi sul+2 Sieco,  Tubertini chiama il tempo.  Ritornano in parità i lagonegresi che approfittano di una serie di errori dei locali. Il tecnico lagonegrese sceglie ancora di far entrare Armenante al posto di Mazzone ed proprio lo schiacciatore sigla il minimo vantaggio 11-10. Riprovano ad avanzare i padroni di casa con il solito Cantagalli che in diagonale mette giù il 14-11. Tubertini chiama i suoi al rientro due muri consecutivi proprio sul miglior realizzatore dell’Ortona , portano i lagonegresi a-3(16-13).
    Sale ancora in cattedra Cantagalli che castiga Lagonegro e la Sieco accelera sul 19-14. Vantaggio importante per i padroni di casa che continua a condurre e chiudono il set e la gara, lasciando ancora i tre punti agli ospiti.
    Paola Vaiano
    Addetto stampa
    Rinascita Lagonegro LEGGI TUTTO

  • in

    Ripartenza perfetta: il derby è bergamasco

    Una ripartenza sorprendente per Agnelli Tipiesse che vince con un sonoro  3-0  (25-14, 25-17, 25-22)su Gruppo Consoli Centrale del latte Brescia, con un match mai veramente messo in discussione salvo che per un terzo set combattuto dove gli schiacciatori bresciani sono riusciti a prendere un buon ritmo e infilare una serie di colpi alla difesa bergamasca che fino ad allora non aveva mai mostrato punti deboli. Gli atleti di Graziosi hanno dimostrato una forma ineccepibile, sembra quasi che non si siano mai fermati: un Terpin devastante con 16 punti finali,(mvp) un ottimo Pierotti sempre presente e un Santangelo più forte di prima con 13 punti; ottimi anche i centrali che si sono fatti trovare pronti con Cargioli e Milesi efficaci anche a muro con 9 muri totali finali rispetto ai 4 bresciani. Il fondamentale che ha dato più soddisfazione è stato l’attacco con un ottimo 56%, ma un D’Amico che si è prodigato sia in difesa che in ricezione dando prova di continuità e costanza.
    “Ora il tour de force è appena cominciato” si esprime coach Graziosi, “abbiamo ripreso esattamente da dove avevamo lasciato, era difficile tenere questo ritmo e l’attenzione, soprattutto nel terzo, set a rischio giocato punto a punto, sono stati davvero bravi, i complimenti vanno a loro”

    IL MATCH
    Bergamo comincia con la diagonale Finoli-Santangelo, Milesi incrociato a Cargioli, Terpin e Pierotti in banda, D’Amico libero
    Brescia schiera Tiberti e Bisi in diagonale, Candeli e Orlandi al centro, Cisolla e Galliani in banda, libero Franzoni
    Inizio subito scoppiettante 4-1 per i padroni di casa. Con un ottimo muro granitico di Cargioli prima su Bisi poi Cisolla. Brescia sembra affaticata ma si riscatta con un mani out di Bisi.  Ottimi gli spunti al centro di Finoli con Milesi in questa fase per l’8-4.  Pierotti attacca out e Brescia si riavvicina 8-7. Pierotti infila due aces per l’ 11-7.  Agnelli Tipiesse allunga con ottimi colpi degli schiacciatori bergamaschi, la difesa bresciana non tiene. Bellissima diagonale stretta di Terpin per il 21-14. Galliani spara ot per il 24-14 e un muro di terpin su Bergoli decreta il 25-14.
    Nel secondo set le formazioni partono invariate, Brescia si porta avanti con un buon Bisi. Ottimo Pierotti riporta la parità sul 7-7. Bergamo sorpassa con un mani out di Terpin 13-10, poi Cisolla spara out 14-10. Un ace di Terpin regala il 15-10. Come un carro armato Agnelli Tipiesse prosegue 17-10. Qualche acuto da parte dei centrali bresciani con Candeli tiene vivo Brescia per il 20-15, poi Cisolla viene murato per il 21-15. Uno splendido no-look di Cargioli firma il 24-17. Esordisce il giovane Mancin sul 24-17 al servizio, chiude Bergamo 25-17.
    Anche nel terzo parziale parte avanti Brescia che infila due muri importanti su Santangelo per il 4-7. Si tiene sopra Brescia con un Bisi dal braccio caldo per 12-13. Dopo un punto a punto combattutissimo, Santangelo riesce a trovare il pareggio sul 18 pari. Ace di Milesi per il 20-19. Terpin firma il 22-20. Muro out su Santangelo per il 24-21, chiude Bergamo 25-22.
    Arbitri Papadopol Veronica Mioara, Sabia Emilio
    Agnelli Tipiesse: Milesi 7, Mancin, Ceccato, Libero D’Amico, Cargioli 12, Santangelo 13,  Finoli, Terpin 16, Pierotti, 9 N.E Umek  Sormani, Rota all. Graziosi
    Gruppo Consoli: Orlando 8, Tasholli, Tiberti, Bergoli, Bisi 9, Libero Franzoni, Galliani 9, Candeli 5,  Cisolla 9, N. E. Ghirardi, Cogliati all. Zambonardi
    Linda Stevanato-Ufficio stampa Agnelli Tipiesse LEGGI TUTTO

  • in

    In campo contro la capolista

    Facebook

    Twitter

    WhatsApp

    Linkedin

    Print

    “E’ stata una settimana intensa – la definisce così la schiacciatore Marretta della Cave del Sole Geomedical Lagonegro la settimana appena trascorsa. Abbiamo lavorato sulla fase break , in particolare  muro-difesa e c’è la disponibilità da parte di tutti a migliorare questa situazione :  speriamo di raccogliere i frutti quanto prima”. Continua poi parlando del prossimo avversario Marretta, sapendo che li aspetterà una gara non semplice. “Ortona sta esprimendo un gioco migliore anche senza i titolari, sono una squadra tosta che difende tanto e sbaglia poco e sarà importante  per noi non perdere la testa se non si mette a terra la prima palla.  Bisognerà stare lì attaccati al punto. Noi dobbiamo pensare a vincere l’azione , il set e da lì vincere le gare. Domani  andiamo ad Ortona  consapevoli di affrontare una squadra tosta e difficile ma andiamo per vincere”. Marretta e compagni saranno dunque ospiti della Capolista Ortona , squadra alla nona stagione consecutiva in Serie A2 . La Sieco Service Ortona è protagonista di un en plein di 5 successi in 5 partite stagionali e attuale leader in classifica con un bottino di 13 punti. L’ultima impresa è arrivata a Taranto in volata. Ancora un solo punto per la  Cave del Sole Geomedical Lagonegro, che però guardando i precedenti ha la testa avanti nei 5 disputati con 3 vittorie a 2.
    Nel roster degli abruzzesi spicca sicuramente il giovanissimo figlio d’arte l’opposto  Diego Cantagalli , fermo però lo scorso turno per un risentimento muscolare e probabilmente disponibile. Il comparto schiacciatori, completamente rinnovato rispetto lo scorso anno, è composto da Shavrak, Marinelli, Sette e Rovetto. Probabile l’assenza ancora di Sette in attesa del tampone negativo. Due gli ex di giornata:  il palleggiatore Pedron e Fabi, che  insieme e a Simoni e Menicali fanno parte del reparto centrali. I liberi a disposizione di mister Lanci saranno Toscani e Pesare.
    Appuntamento come sempre alle ore 18 per la diretta sul canale You tube di Legavolley.

    Facebook

    Twitter

    WhatsApp

    Linkedin

    Print

    Articolo precedentePacetti “Il campo ci manca ma la squadra è pronta a tornare” LEGGI TUTTO