More stories

  • in

    Oggi Cuneo per la prima volta al PalaBursi

    Ph Margherita Leone
    Oggi Cuneo per la prima volta al PalaBursi
    Domenica reggiana per i ragazzi di coach Serniotti, che avranno tuttavia un gran tifo sugli spalti.

    Sono già in quei di Reggio Emilia capitan Botto e compagni che stasera, domenica 05 dicembre, alle ore 18.00 scenderanno per la prima volta sul campo del Pala Bursi; il Volley Tricolore ha infatti cambiato il suo campo di gioco casalingo, che fino allo scorso anno era il Pala Bigi. Tuttavia, la Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo ospite del Conad Reggio Emilia, avrà un cospicuo numero di supporters sugli spalti, data la breve distanza, ma soprattutto perché tra le fila biancoblù, il centrale Nicholas Sighinolfi torna a giocare nella sua regione, dove amici e parenti attendono di poterlo riveder giocare dal vivo seduti in tribuna.
    Abbiamo chiesto proprio al giocatore modenese che partita li attende stasera e che effetto gli fa tornare in campo di fronte ai propri affetti: « Giocheremo una partita difficile, in un palazzetto nuovo per noi, contro una squadra di cui non sappiamo ancora precisamente la formazione, perciò potrebbe esserci qualche insidia aggiuntiva. Sarà molto bello giocare vicino a casa e poter ritrovare gran parte della mia famiglia sugli spalti, cosa che non succedeva da due stagioni e questo mi darà sicuramente la carica per mettere in campo la miglior prestazione possibile».
    La partita sarà trasmessa in Diretta YouTube sul canale Volleyball Word – > https://youtu.be/AVVDW8d6f7k
    Al palazzetto o da casa, i ragazzi hanno bisogno di sentire l’affetto dei propri tifosi e appassionati, quindi mano agli smartphone e via con le stories, ma non dimenticate il tag @cuneovolley per essere ricondivisi sui canali ufficiali.
    Inoltre, unendosi al gruppo Telegram “Cuneo Volley – Tifosi”, oltre a leggere in anteprima le notizie del Club maschile cuneese, in caso di vittoria potrete votare il vostro MVP. Cosa state aspettando, iscrivetevi – > https://t.me/joinchat/Ul46TkefiY8zn9Br LEGGI TUTTO

  • in

    Tinet ingrana la quinta e si impone.. al quinto su S. Donà

    La Tinet Prata ottiene la quinta vittoria consecutiva e dopo un giro sulle montagne russe si impone al tie break accorciando le distanze in classifica sugli uomini di Paolo Tofoli che ora precedono i gialloblù di una sola lunghezza. Decisiva la profondità della rosa affidata a Dante Boninfante. Il libero Andrea Rondoni MVP del match.
    Eccellente primo set della Tinet che grazie alla qualità della fase break con battuta e muro/difesa sugli scudi porta a casa il primo set contro Volley Team Club. Boninfante manda in campo il sestetto con Mattia Boninfante in regia, Baldazzi a martellare da posto 2, Porro e Yordanov a ricevere ed attaccare, Katalan e Bortolozzo a presidiare il centro rete e Rondoni nelle vesti di libero. C’è equilibrio anche se S. Donà mantiene un paio di punti di vantaggio. Poi, dopo aver schiantato a terra il punto del 6-6 grazie anche ad una meravigliosa alzata ad una mano di Boninfante che lo lascia senza muro, sale in cattedra Alberto Baldazzi. Portatosi sulla linea del servizio semina il panico nella linea di ricezione veneziana. Il suo turno di battuta oltre a due punti diretti frutta un break decisivo di +6: 12-6. Cerca di accorciare il Volley Team: 14-10. Il muro di Prata fa bene il proprio lavoro e Boninfante tiene in temperatura tutti i propri attaccanti compresi i centrali. Bortolozzo e Katalan hanno percentuali elevatissime di realizzazione. Un muro di Luca Porro porta la contesa sul 20-14. Poi si susseguono gli errori in battuta da ambo le parti. Un primo tempo di Bortolozzo manda la Tinet a set point: 24-18. San Donà pasticcia nel successivo cambio palla e la palla di Vaskelis si spegne a mezza rete consegnando ai gialloblu il set per 25-18.
    Raddoppio Tinet che piazza un altro bel 25-18. Si rivede il (bel) film del primo set. S. Donà mantiene il vantaggio fino al 3-5. Poi i Passerotti mettono in cascina un break di 5-0 con Yordanov sugli scudi: 8-5. La Tinet difende il possibile e anche l’impossibile costringendo gli attaccanti avversari a forzare i colpi. Il PalaPrata esplode quando Baldazzi la schianta a terra in contrattacco dopo una spettacolare alzata in salto del libero Rondoni. Katalan marca l’ace del 17-12 e costringe Coach Tofoli a chiamare time out. Prata continua a macinare gioco portandosi sul 20-13. Entra anche De Giovanni per sfruttare la propria insidiosa battuta salto float. San Donà prova a reagire sfruttando il centro rete con buoni risultati, ma la Tinet resta saldamente in controllo. Si ripete il cambio di seconda linea Pinarello/Porro. Il set point è dato da un muro su Garofalo: 24-17. Lo stesso schiacciatore annulla la prima possibilità di chiudere per Prata, ma poi andando in battuta fa l’errore che da il parziale ai Passerotti: 25-18.
    La riapre il Volley Team che è bravo a non abbattersi quando pare che il match abbia preso un’inerzia favorevole alla Tinet. Solita partenza lanciata dei veneziani che raggiungono il 3-6 e costringono Boninfante a giocarsi il primo minuto di sospensione. Reazione gialloblù e solito incredibile turno di battuta di un indemoniato Baldazzi: 3 ace di fila e  12-7. A far da contraltare all’opposto ferrarese il palleggiatore ospite Bellucci che risponde con un turno di battuta altrettanto fastidioso che riapre i giochi e toglie certezze a Prata. Si arriva in parità sul 14-14. Yordanov si prende la scena con alcune giocate di classe in attacco. Gli risponde un ispirato Vaskelis. Alcune imprecisioni ed errori gialloblù riaprono la contesa e fanno balzare avanti il Volley Team: 19-21. La Tinet non riesce a riaprirla e subiscel’attacco del 22-25 di Garofalo
    Si va al tie break, ma che incredibile girandola di emozioni nel quarto set. Un parziale che sembrava irrimediabilmente chiuso a favore di S. Donà sull’11-18 e che invece poteva portare i tre punti alla Tinet che ha avuto anche un match point. Coach Boninfante trova risorse e risposte importanti in panchina spedendo in campo De Giovanni in regia, Novello opposto e Bruno in posto 4 per cercare di raddrizzare la situazione. E il manipolo di subentranti riesce quasi nella missione raggiungendo un match point quando Bortolozzo mura Vaskelis per il 25-24. Garofalo riporta la parità. Vaskelis mura Yordanov e poi è sempre il muro sandonatese a chiuderla bloccando una combinazione centrale pratese: 25-27.
    Esplode di gioia il PalaPrata dopo una partita pazza che la Tinet porta a casa dopo un infuocato tie break e allunga la serie vincente a cinque vittorie.
    Nel quinto e decisivo set Boninfante lascia in campo Bruno e Novello. C’è tensione nell’aria. La Tinet cambia campo col vantaggio minimo: 8-7. Un paio di errori di Vaskelis danno ai gialloblù un prezioso break. Poi ci pensa il muro: prima Bortolozzo stoppa Garofalo e poi Porro blocca Vaskelis: 14-10. La chiude un ace di Boninfante. Una partita epica. E si replica subito mercoledì contro Torino.
    TINET PRATA – VOLLEY TEAM CLUB SAN DONA’ 3-2
    Tinet: Baldazzi 17, Katalan 14, Dal Col, Pinarello,Yordanov 14, M.Boninfante 3, Bruno 4, De Giovanni , Rondoni (L), Bortolozzo 12, Novello 5, Porro 15. All: D. Boninfante
    Volley Team: Cherin, Andrei, Tuis, Merlo 13, Vaskelis 19, Zonta, Garofalo 15, Basso 8, Bragatto 8, Santi (L), Palmisano 1, Mondin (L), Bellucci 5, Mignano. All: Tofoli
    Arbitri: Licchelli di Reggio Emilia e Sessolo di Treviso
    Parziali: 25-18 / 25-18 / 22-25 / 25-27 / 15-10
    UFFICIO STAMPA – Mauro Rossato – 347.6853170 – press@voleyprata.it
    CREDIT FOTOGRAFICO – Franco Moret (Primo Tempo di Mattia Boninfante per Matteo Bortolozzo) LEGGI TUTTO

  • in

    Verso Vigilar-Savigliano. Lo studio del match

    77° CAMPIONATO SERIE A CREDEM BANCA – SERIE A3 GIRONE BIANCO, 9^ GIORNATA ANDATA
    VIGILAR FANO – MONGE-GERBAUDO SAVIGLIANO
     
    L’avversario: Monge-Gerbaudo Savigliano
    Una promozione alla vigilia non contemplata e conquistata in un crescendo rossiniano. Tra tutte le matricole, Savigliano è l’unica ad essere arrivata fino in fondo alla fase play-off con tutte vittorie da 3 punti. Un altro record nazionale è la longevità del suo coach: per Bonifetto si tratta della stagione numero 12, la quarta affiancato da Matteo Brignone. Si è trattato della seconda promozione nell’arco di un lustro, sempre sul campo. La scalata di un blocco storico di giocatori, alcuni figli della cantera: capitan Bossolasco, i liberi Rabbia e Gallo, l’opposto Ghibaudo; e sono ormai dei senatori i centrali Ghio, Gonella e Dutto, il palleggiatore Vittone. Un ciclo ancora nel pieno della maturità e che, per aumentare la propria competitività, si è aggiudicato le prestazioni di Andrea Galaverna, forte schiacciatore da Cuneo. L’altro volto nuovo è il giovanissimo palleggio Andrea Testa, lui pure ex Cuneo, mentre è un ritorno alla casa madre quello dell’opposto Lele Bosio.

    I precedenti
    Non esistono precedenti tra le due squadre.

    Così nel turno precedente
    SA.MA. PORTOMAGGIORE – VIGILAR FANO: 2-3
    SA.MA. PORTOMAGGIORE: Pahor 11, Ferrari 9, Dahl 27, Pinali 20, Aprile 8, Govoni 2, Brunetti (L), Masotti, Gabrielli, Grottoli. N.e.: Rossi. All. Marzola-Vanini
    VIGILAR FANO: Zonta, Nasari 18, Ferraro 9, Stabrawa 29, Gozzo 24, Bartolucci 9, Cesarini (L1), Chiapello, Galdenzi. N.e.: Roberti, Carburi, Bernardi, Gori, Sorcinelli (L2). All. Pascucci-Roscini
    Parziali: 28-30 (32’), 33-31 (38’), 25-23 (30’), 20-25 (25’), 13-15 (18’)
    Arbitri: Fontini-Licchelli
    Note: Portomaggiore bs 24, ace 7, muri 9, ricezione 59% (prf 30%), attacco 52%, errori 35. Vigilar bs 26, ace 4, muri 9, ricezione 58% (prf 32%), attacco 55%, errori 42.

    DA ROLD LOGISTICS BELLUNO – MONGE GERBAUDO SAVIGLIANO: 3-2
    DA ROLD LOGISTICS BELLUNO: Candeago 10, Paganin 1, Maccabruni 2, Graziani 22, Mozzato 9, De Santis 14, Martinez (L1), Piazzetta 4, Gionchetti 1, Della Vecchia, Ostuzzi 9. N.e.: Milani, Pierobon (L2). All. Poletto-Nesello
    MONGE-GERBAUDO SAVIGLIANO: Bossolasco 12, Dutto 12, Vittone, Galaverna 25, Gonella 9, Ghibaudo 14, Gallo (L1), Rabbia (L2), Garelli 2, Bosio 1, Cravero. N.e.: Ghio, Bergesio, Testa. All. Bonifetto-Brignone
    Parziali: 23-25 (30’), 26-28 (31’), 25-22 (30’), 25-20 (28’), 15-12 (16’)
    Arbitri: Traversa-Cecconato
    Note: Belluno bs 15, ace 7, muri 7, ricezione 57% (prf 29%), attacco 43%, errori 32. Savigliano bs 23, ace 3, muri 6, ricezione 62% (prf 32%), attacco 41%, errori 42.

    Dichiarazioni
    Pawel Stabrawa (opposto Vigilar): “Dobbiamo assolutamente continuare la serie vincente, loro sono vicini a noi in classifica ma non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutarli. Ora vanno meglio in campionato ma tutto come sempre dipenderà da noi. Spero nel pubblico di Fano che ci venga a sostenere e faccia il settimo uomo in campo. E’ stato importante vincere la prima gara, abbiamo allontanato tante paure, nella nostra testa ora qualcosa è cambiato e siamo migliorati tecnicamente grazie al lavoro in palestra”. LEGGI TUTTO

  • in

    VTC RECUPERA DUE SET MA CEDE AL TIE-BREAK

    Prata di Pordenone (PN), 04.12.2021
    Sotto due set a zero i ragazzi di Coach Tofoli, recuperano due set ma cedono al tie-break alla Tinet.
    Inizio lanciato per i padroni di casa che grazie a delle battute estremamente efficaci ed una difesa molto attenta che ha tolto molti riferimenti al VTC si è portata molto rapidamente sul 2-0 chiudendo entrambi i set sul 25-18.
    Nell’intervallo tra il secondo ed il terzo set Coach Tofoli, lavorando sia sull’aspetto emotivo che tattico con i suoi ragazzi, è riuscito nell’inversione di tendenza ed i ragazzi sono entrati convinti di poter affrontare il delicatissimo 3o set con maggiore convinzione e, riorganizzati nel gioco e con la consapevolezza di essere la quarta in classifica, hanno iniziato a difendere e ricevere in modo più organizzato ed attaccare la difesa di Prata efficacemente portando a casa il 3° con il risultato di 22-25 ed un 4° set molto duro, lottando punto a punto, con il punteggio di 25 – 27.
    Padroni di casa che iniziano il tie-break sfruttando la battuta per segnare un solco tra le due squadre, VTC tenta di tenersi sotto con il punteggio, ma con uno strappo Prata chiude le ostilità con il risultato di 15-10.
    Il commento di Coach Tofoli:
    “I primi 2 set Prata li ha dominati mettendoci molta pressione con il servizio. Nel terzo set abbiamo giocato meglio soprattutto nella correlazione muro-difesa. Quarto set eravamo molto sopra ma Prata con una girandola di cambi ci hanno ripresi, anche per demerito nostro. Comunque il set lo abbiamo vinto. Il tie-break è un terno al lotto ma non abbiamo tenuto su delle battute in salto che hanno dato lo strappo finale. Onore a Prata che ha giocato una grande partita. Sono stati molto bravi soprattutto in difesa. Adesso un giorno di riposo e subito la testa a Portomaggiore dove sarà un’altra battaglia“ LEGGI TUTTO

  • in

    Lutto e sgomento nel volley friulano per la scomparsa della giovane Giada Furlanut

    Di Redazione È una giornata di lutto e dolore per la pallavolo del Friuli Venezia-Giulia e la comunità di Fiumicello Villa Vicentina (Udine), che ha perso la giovane Giada Furlanut. Appena 14enne, la ragazza giocava a volley nella squadra Under 16 della Pallavolo Pieris, a cui si era trasferita proprio quest’anno dopo gli inizi nella Pallavolo Vivil, la squadra della sua città: sabato scorso, il 27 novembre, aveva giocato la sua ultima partita. Lunedì 29 novembre, come riportato da Il Gazzettino, era stata colpita da un malore mentre si trovava a scuola; nel pomeriggio le sue condizioni erano peggiorate ed era stata ricoverata prima a Monfalcone, poi a Trieste in terapia intensiva cardiochirurgica. Dopo alcuni giorni purtroppo Giada si è dovuta arrendere alla conseguenze di un’embolia polmonare; i familiari hanno annunciato che gli organi della ragazza saranno donati. Vicinanza alla famiglia è stata espressa, tra gli altri, dalla sindaca di fiumicello Laura Sgubin: “Posso soltanto dire che per una simile disgrazia non ci sono parole. Il massimo riserbo e il rispetto della privacy sono la mia priorità“. In queste ore, infatti, oltre che all’immenso dolore per la scomparsa di Giada i familiari devono far fronte anche alle vergognose speculazioni mediatiche rilanciate da una serie di siti di fake news, che ipotizzano collegamenti del tutto arbitrari tra la morte della ragazza e la vaccinazione contro il Covid-19. La redazione di Volley NEWS si unisce alle condoglianze alla famiglia, agli amici di Giada e alla sua squadra di pallavolo. (fonte: Il Gazzettino, Il Piccolo, UdineToday) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, sesta vittoria consecutiva per la Smi Roma, che conferma il primato solitario

    Di Redazione E sono sei. Come le vittorie consecutive della Smi Roma Volley che rafforza il primato solitario in classifica. L’ultima è arrivata contro la Fenice Roma per 3-0 (25-23, 25-17, 25-15). A vedere il punteggio è sembrato tutto facile, ma in realtà la squadra di Giordani ha messo in difficoltà per un set e mezzo quella di Cristini che poi con grande regolarità e continuità nell’arco del match è uscita alla distanza e meritato i tre punti. Troppi alti e bassi per la Fenice, mentre la Smi ha tenuto in mano le redini dell’incontro dall’inizio alla fine. Combattuto e appassionante il primo set con la Roma Volley che è andata avanti di 3-4 punti (11-7, 18-14), ma poi nel rush finale la squadra ospite è tornata sotto, ma al primo tentativo con capitan Rossi i padroni di casa hanno chiuso sull’1-0. Nel secondo set a partire dal 17-16 solo Roma Volley che ha preso il largo, stessa cosa nel terzo set dall’11-6 i giallorossi hanno suonato lo spartito a proprio piacimento. Le parole a fine partita del tecnico Fabio Cristini: “I ragazzi sono stati bravi nell’essere lucidi nei momenti cruciali, soprattutto nel primo set, che è stato combattuto fino all’ultimo. Come abbassiamo l’attenzione fatichiamo ogni partita, il nostro obiettivo è esser determinati dai primi punti, mentre siamo stati carenti in muro-difesa. Dobbiamo continuare a fare esperienza e continuare su questa strada”. Mercoledì sempre al PalaFonte si recupererà la prima giornata con Olimpia Sant’Antioco. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    San Donà annulla un match point, ma Prata gioisce per la quinta volta di fila

    Di Redazione La quinta vittoria consecutiva per la Tinet Prata di Pordenone arriva al termine di una partita “pazza” e dalle mille emozioni nell’anticipo contro il Volley Team San Donà di Piave. Dopo due set dominati dai padroni di casa, infatti, la squadra di Tofoli prende in mano la partita; il tie break sembra ormai inevitabile sull’11-18 del quarto, quando Prata mette in scena una spettacolare rimonta che la porta fino al match point. San Donà annulla la chance e riesce comunque ad arrivare al quinto, dove però sono i “passerotti” a trionfare, agganciando così il quarto posto nella classifica del Girone Bianco. Il libero Andrea Rondoni è l’MVP dell’incontro. La cronaca:C’è equilibrio in avvio, anche se San Donà mantiene un paio di punti di vantaggio. Poi, dopo aver schiantato a terra il punto del 6-6 grazie anche ad una meravigliosa alzata ad una mano di Boninfante che lo lascia senza muro, sale in cattedra Alberto Baldazzi, che dalla linea del servizio semina il panico nella linea di ricezione veneziana. Il suo turno di battuta oltre a due punti diretti frutta un break decisivo di più 6: 12-6. Cerca di accorciare il Volley Team: 14-10. Il muro di Prata fa bene il proprio lavoro e Boninfante tiene in temperatura tutti i propri attaccanti compresi i centrali. Bortolozzo e Katalan hanno percentuali elevatissime di realizzazione. Un muro di Luca Porro porta la contesa sul 20-14. Entra in seconda linea Pinarello per dare respiro a Porro e si rende protagonista di tante piccole cose utili. Poi si susseguono gli errori in battuta da ambo le parti. Un primo tempo di Bortolozzo manda la Tinet a set point: 24-18. San Donà pasticcia nel successivo cambio palla e la palla di Vaskelis si spegne a mezza rete consegnando ai gialloblu il set per 25-18. Si rivede nel secondo il film del primo set. San Donà mantiene il vantaggio fino al 3-5. Poi i Passerotti mettono in cascina un break di 5-0 con Yordanov sugli scudi: 8-5. La Tinet difende il possibile e anche l’impossibile costringendo gli attaccanti avversari a forzare i colpi. Il PalaPrata esplode quando Baldazzi la schianta a terra in contrattacco dopo una spettacolare alzata in salto del libero Rondoni. Katalan marca l’ace del 17-12 e costringe coach Tofoli a chiamare time out. Prata continua a macinare gioco portandosi sul 20-13. Entra anche De Giovanni per sfruttare la propria insidiosa battuta salto float. San Donà prova a reagire sfruttando il centro rete con buoni risultati, ma la Tinet resta saldamente in controllo. Si ripete il cambio di seconda linea Pinarello/Porro. Il set point è dato da un muro su Garofalo: 24-17. Lo stesso schiacciatore annulla la prima possibilità di chiudere per Prata, ma poi andando in battuta fa l’errore che da il parziale ai Passerotti: 25-18. Solita partenza lanciata dei veneziani che raggiungono il 3-6 nel terzo set e costringono Boninfante a giocarsi il primo minuto di sospensione. Reazione gialloblù e solito incredibile turno di battuta di un indemoniato Baldazzi: 3 ace di fila e 12-7. A far da contraltare all’opposto ferrarese il palleggiatore ospite Bellucci, che risponde con un turno di battuta altrettanto fastidioso che riapre i giochi e toglie certezze a Prata. Si arriva in parità sul 14-14. Yordanov si prende la scena con alcune giocate di classe in attacco. Gli risponde un ispirato Vaskelis. Alcune imprecisioni ed errori gialloblù riaprono la contesa e fanno balzare avanti il Volley Team: 19-21. La Tinet non riesce a riaprirla e subisce l’attacco del 22-25 di Garofalo. Incredibile girandola di emozioni nel quarto set. Un parziale che sembrava irrimediabilmente chiuso a favore di S. Donà sull’11-18 e che invece poteva portare i tre punti alla Tinet, he ha avuto anche un match point. Boninfante trova risorse e risposte importanti in panchina spedendo in campo De Giovanni in regia, Novello opposto e Bruno in posto 4 per cercare di raddrizzare la situazione. E il manipolo di subentranti riesce quasi nella missione raggiungendo un match point quando Bortolozzo mura Vaskelis per il 25-24. Garofalo riporta la parità. Vaskelis mura Yordanov e poi è sempre il muro sandonatese a chiuderla bloccando una combinazione centrale pratese: 25-27. Nel quinto e decisivo set Boninfante lascia in campo Bruno e Novello. C’è tensione nell’aria. La Tinet cambia campo col vantaggio minimo: 8-7. Un paio di errori di Vaskelis danno ai gialloblù un prezioso break. Poi ci pensa il muro: prima Bortolozzo stoppa Garofalo e poi Porro blocca Vaskelis: 14-10. La chiude un ace di Boninfante. Andrea Rondoni: “Felicità, stanchezza, ma anche orgoglio, perché giocare in questo palazzetto sempre pieno e caloroso è ogni volta un’esperienza indimenticabile, ringrazio tutti coloro che vengono a sostenerci. Primi due set molto bene nella fase break, poi sono saliti loro con la battuta e noi con la profondità della rosa siamo riusciti a portarla comunque a casa. Siamo contentissimi anche se tre punti sarebbero stati meglio…“ Dante Boninfante: “Nei primi due set siamo stati veramente molto bravi, anche se loro hanno fatto fatica a entrare in partita grazie al nostro ritmo intenso. Dopo sono venuti fuori, hanno iniziato a ricevere molto meglio e attaccare con testa: noi ci aspettavamo questo tipo di partita. I ragazzi vogliono giocare tutti, è normale… Io ne posso mandare in campo solo 7 ma all’occorrenza so che sono tutti pronti e sanno cosa bisogna fare“. Tinet Prata di Pordenone-Volley Team San Donà di Piave 3-2 (25-18, 25-18, 22-25, 25-27, 15-10)Tinet Prata di Pordenone: Boninfante 3, Yordanov 14, Bortolozzo 12, Baldazzi 17, Porro 15, Katalan 14, Lauro (L), Pinarello (L), Rondoni (L), Dal Col 0, De Giovanni 0, Bruno 4, Novello 5. N.E. Gambella. All. Boninfante. Volley Team San Donà di Piave: Bellucci 5, Garofalo 15, Basso 8, Vaskelis 19, Merlo 13, Bragatto 8, Mondin (L), Palmisano 1, Santi (L). N.E. Zonta, Tuis, Andrei, Mignano. All. Tofoli. Arbitri: Licchelli, Sessolo. Note: Durata set: 23′, 25′, 27′, 32′, 14′; tot: 121′. CLASSIFICA GIRONE BIANCOMed Store Tunit Macerata 20, Videx Grottazzolina 20, Abba Pineto* 18, Volley Team San Donà di Piave** 18, Sol Lucernari Montecchio Maggiore** 17, Tinet Prata di Pordenone** 17, Da Rold Logistics Belluno 12, Sa.Ma. Portomaggiore 11, Monge-Gerbaudo Savigliano 9, Volley 2001 Garlasco 8, Geetit Bologna** 6, Vigilar Fano* 6, ViViBanca Torino* 5, Gamma Chimica Brugherio** 4.*Una partita in meno, **Una partita in più (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile, prosegue la marcia di Prato: tre punti contro Nottolini

    Di Redazione Tre punti facili ma importanti. Prato fa suo anche il match contro Nottolini e prosegue la sua marcia nei quartieri alti della graduatoria. Come già a Montelupo, gara a senso unico contro un’avversaria giovane ma questo non toglie meriti alle pratesi capaci comunque di tenere alta la concentrazione anche in due sfide come queste. Il match Prato senza Forasassi, Piccini e Palandri ed in campo con Gemma in diagonale con Nei, Cecchi e Sestini al centro, Pistocchi e Fanelli in attacco e Rosellini libero. Ospiti con capitan Grucka in regia, Caporali opposto, Caseti e Vannini al centro, Degl’Innocenti e Fatone di banda e Gambarotto libero. Inizio tutto di marca pratese. Le ragazze di Nuti servivano bene e la ricezione ospite andava in difficoltà. Sull’8-2 tempo Fiori. Set senza storia. Prato trovava facilmente il campo avversario contro una formazione ospite talentuosa ma molto acerba. Fiori richiamava le sue sul 17-5 e poi operava cambi in regia ed in seconda linea. Prato amministrava e chiudeva con muro di Cecchi. Nel secondo ancora inizio semplice delle ragazze di casa e subito tempo ospite (9-3). Prato saliva sull’11-4. Dentro Vignozzi per Pistocchi. Brave le ospiti a provarci al minimo rallentamento pratese (11-7 e 13-9). La battuta di Nuti metteva in difficoltà un Prato distratto (13-12) e Nuti chiamava tempo. Ci pensava Fanelli a togliere le castagne dal fuoco per l’Ariete. Un attacco e due servizi vincenti e ospiti a meno quattro (17-13). A consolidare il vantaggio pratese ci pensavano invece Nesi e Sestini, ottimo muro a uno. Tempo Nottolini (21-15). Gemma di seconda intenzione per il 23, muro di Fanelli per il 24 e chiusura con errore ospite. Nel terzo inizio equilibrato (4-4) che veniva presto spezzato dall’efficacia del gioco pratese e dagli errori ospiti. Dentro Emma Giacomelli in seconda linea sull’11-6. Tempo ospite sul 13-6. Ariete sul 16-9. Dentro anche Marta Giacomelli in regia. Dentro Di Biase al centro. Chiusura senza affanni. Ariete PVP Pallavolo Prato – IMG Nottolini U18 3-0 (25-7; 25-18; 25-12) (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO