More stories

  • in

    Tinet pronta ad ospitare Montecchio

    Di questi tempi l’importante è essere adattabili e pronti a tutte le situazioni. Lo sa bene la Tinet Prata che vorrebbe mantenere il più possibile l’ottimo ritmo gara raggiunto in questo periodo, quello che ha permesso ai gialloblù di ottenere undici vittorie consecutive. Per questa ragione si è preparata coscienziosamente per affrontare la Sol Lucernari Montecchio che sarà ospite domani al PalaPrata alle 20.30, per la quarta giornata di ritorno del Girone Bianco di Serie A3 Credem Banca.
    I berici sono squadra tradizionalmente ostica. Lo si evince scorrendo le gare di questi ultimi due anni e soprattutto ricordando che all’andata, pur in una gara con i parziali molto incerti, i ragazzi di Di Pietro sono stati tra i pochi ad aver costretto alla resa Bortolozzo e compagni.
    I vicentini mercoledì avrebbero dovuto venire a Prata per giocare gli ottavi di Coppa Italia ma, contando su sette atleti positivi, hanno dovuto dare forfait. Bene solo per il risultato per la Tinet che avrebbe voluto godersi il passaggio del turno grazie ai propri meriti e non al ritiro degli avversari.
    Fortunatamente i giocatori della Sol Lucernari sembrano aver recuperati anche se risulta un difficile esercizio di stile ipotizzare una formazione, non conoscendo i giocatori disponibili e non avendo neanche il riferimento di una gara recente.
    Per questa ragione Dante Boninfante coadiuvato nell’operazione dal fido Andrea Zampis e da Andrea Brusadin sta ragionando al meglio su tutto il roster veneto.
    Dal lato gialloblù, oltre al morale elevato, c’è anche la soddisfazione per poter contare sull’intero roster e la voglia di cancellare il risultato dell’andata, mantenendo Montecchio ancora dietro in classifica. Obiettivi di carattere personale per Matteo Bortolozzo, reduce dal titolo di miglior centrale settimanale di A3, al quale manca un solo punto per raggiungere quota 1800. Baldazzi, invece, veleggia a 20 punti dai 1900.
    Arbitreranno Emilio Sabia di Potenza e Anthony Giglio di Trento
    Diretta streaming sul canale Legavolley.tv
    UFFICIO STAMPA – Mauro Rossato – press@volleyprata.it – 347.6853170
    CREDIT FOTOGRAFICO – Franco Moret LEGGI TUTTO

  • in

    La Tonno Callipo domenica a Ravenna per riprendere la corsa in Superlega

    Il centrale Giovanni Gargiulo: “Siamo ritornati in palestra martedì, non tanti giorni per smaltire le tossine accumulate, ma il Covid è un problema comune a tutte le squadre. Con Ravenna non sarà facile: mi aspetto di trovare un avversario con il coltello tra i denti perché consapevole di doversi giocare tutte le partite come se fossero delle finali”.
    Torna a giocare la Tonno Callipo dopo diciotto giorni di sosta forzata a causa del Covid. In scena domenica 30 gennaio la sesta giornata di ritorno, che vedrà i giallorossi calabresi al Pala De Andrè contro la Consar RMC Ravenna (ore 18.00 – volleyballworld.tv) dell’ex opposto olandese Klapwijk. Era il 12 gennaio scorso quando Saitta e compagni hanno giocato l’ultima gara in ordine di tempo, perdendo a Piacenza in quello che era il recupero dell’ultima giornata di andata. Da allora diversi casi-Covid tra i calabresi che, ancora una volta, hanno giocoforza stravolto il cammino della Callipo. Sorte comune però a tutta la Superlega, che sta modificando il calendario secondo la disponibilità delle squadre che man mano si negativizzano.
    In casa-Callipo non ci sono alternative alla vittoria a Ravenna perché, al netto comunque delle tre gare (Taranto, Trento e Cisterna) da recuperare, non ci si può certo lasciare sfuggire la ghiotta occasione di approfittare delle problematiche negative che stanno attanagliando i romagnoli da inizio torneo, prova ne sia l’ultimo posto in graduatoria con due punti, ottenuti perdendo al tie break prima a Padova e poi in casa contro Milano. In totale 14 sconfitte per Ravenna di fatto sempre uscita sconfitta nelle altrettante gare disputate finora.
    La Callipo potrà contare su tutti gli effettivi, anche su Nishida che già a Piacenza ha timbrato il suo ritorno in campo, dopo l’infortunio con la Lube dello scorso 21 novembre. A Ravenna servirà non solo il ritrovato giapponese ma tutta la forza del gruppo giallorosso, determinato a tirarsi fuori dai bassifondi della classifica che vede attualmente la formazione vibonese penultima ma con meno gare, 14, di tutti (proprio assieme a Ravenna che è rimasta ferma per le positività al Covid per 40 giorni riprendendo a giocare la scorsa settimana). Domenica servono dunque i tre punti alla squadra calabrese, non solo per iniziare ad avvicinarsi alle squadre che la precedono in classifica, quanto anche dal punto di vista morale dopo un periodo contrassegnato da svariate contingenze negative. Il tour de force continuerà poi per i giallorossi mercoledì 2 febbraio con un altro scontro salvezza ospitando Taranto al PalaMaiata. Ora però riflettori puntati su Ravenna.
    Anche l’avversario romagnolo ha osservato un lungo periodo di stop a causa del Covid: dopo l’ultima gara del 12 dicembre a Cisterna (perdendo 3-0), Ravenna s’è fermata per 40 giorni, tornando in campo proprio mercoledì scorso. Ed ha perso 3-0 a Taranto, lottando fino alla fine e cedendo l’ultimo set per 29-27, chiaro sintomo di una squadra che ovviamente non vuole regalare nulla e che anche contro la Callipo cercherà di ben figurare davanti al suo pubblico. Un motivo in più per mettere in guardia il team di coach Baldovin sulla delicatezza dell’impegno al di là dell’eloquente classifica dei romagnoli.
    DICHIARAZIONI PRE GARA. Alla vigilia del match contro Ravenna parola a Giovanni Gargiulo, centrale della Tonno Callipo che spiega: “Facciamo ritorno in campo dopo 18 giorni di stop forzato a causa delle positività Covid e dopo esserci ritrovati in palestra con il gruppo al completo solo da martedì scorso. Non tantissimo tempo dunque per poter eliminare tutte le tossine accumulate, ma sappiamo che si tratta di un problema comune a tutte le squadre. Riprendiamo da dove avevamo lasciato, ovvero dalla doppia trasferta di Milano e Piacenza in cui non siamo riusciti a ottenere punti. Ora dovremo essere ancora più concentrati e attenti, soprattutto perché per riuscire a smuovere la classifica serve il massimo dell’impegno da parte di tutti”. Gargiulo ha le idee chiare sulla gara di domenica in Romagna. “Con Ravenna non sarà per nulla facile perché anche loro vorranno vincere a tutti i costi. Mi aspetto di trovare un avversario che ci affronterà con il coltello tra i denti perché è consapevole di doversi giocare tutte le partite come se fossero delle finali”.
    L’AVVERSARIO. È una Consar RCM Ravenna profondamente rinnovata quella che si è presentata questa stagione all’undicesima partecipazione consecutiva in Superlega. Un solo riconfermato rispetto all’anno scorso ovvero il secondo libero Pirazzoli. Non ci sono più atleti di livello quali Recine, l’ex Mengozzi, Pinali e Grozdanov, ma sono arrivati sette stranieri ed altrettanti italiani. Tra i primi il 36enne Klapwijk, ex Callipo in due stagioni e poi approdato proprio a Ravenna, prima di aver girovagato tra Turchia, Grecia e ultime due stagioni in Romania, vincendo i campionati con l’Arcada Galati.
    Nuovi anche i palleggiatori, il polacco Biernat e Peslac ex Verona (infortunatosi lo scorso ottobre contro Padova, poi sostituito dal regista brasiliano André Luiz Queiroz), oltre agli schiacciatori Vukasinovic reduce dall’Arabia, lo svizzero Ulrich ed i bulgari Dimitrov dal Cska Sofia e Ljaftov. Tra gli italiani i centrali Comparoni da Monza e Fusaro da Padova (allievo di Baldovin in Veneto) ed il libero Goi da Taranto, per lui un ritorno. In panchina una vecchia conoscenza del volley italiano, Emanuele Zanini che nel 1999 ha affiancato il Ct Anastasi nella Nazionale azzurra, vincendo il Campionato europeo, due World League e la medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Sydney del 2000. Lungo il curriculum del 56enne Zanini: Montichiari, Ferrara, Perugia, Modena, Siena tra le altre oltre ad essere stato Ct delle Nazionali Slovacchia, Turchia e Croazia. Proprio dal Paese balcanico Zanini è reduce dalla vittoria del campionato nazionale con l’HAOK Mladost Zagreb.
    EX: Sono due gli ex della sfida: si tratta dell’olandese Niels Klapwijk sulla sponda romagnola e di Davide Saitta in quella calabra.
    Il regista e capitano catanese Davide Saitta, ha militato con la casacca ravennate nelle stagioni agonistiche 2018–2019 e 2019–2020, totalizzando 47 “gettoni di presenza”, 176 set all’attivo, 92 punti realizzati così distribuiti: 16 ace, 40 muri vincenti, 36 di secondo tocco.
    Il tulipano natio di Amersfoort Niels Klapwijk, 37 anni da compiere il prossimo 19 settembre, con la casacca giallorossa ha giocato nel biennio 2011-2012 e 2012–2013, sotto la guida dell’ex tecnico della nazionale italiana Gianlorenzo “Chicco” Blengini, disputando con Vibo 57 partite, 197 set, realizzando complessivamente 938 punti, Play Off compresi (media di 16.45 a partita) e risultando tra i bomber più prolifici in maglia giallorossa.
    Da segnalare, altresì, anche il vice coach giallorosso Francesco Guarnieri, assistente allenatore nella città ravennate nel torneo 2019-2020.
    PRECEDENTI: Sono 22 i precedenti tra la formazione calabrese e quella emiliana: il bilancio sorride alla Consar Ravenna, con 12 vittorie a 10. All’andata si è imposta la Callipo per 3-0 con parziali 25-20, 25-22, 25-21, e Nishida mvp con 16 punti.
    La scorsa stagione la Tonno Callipo fece en plein in campionato: nel match di andata (10 ottobre) in Romagna fu vera e propria impresa, con un 3-2 al termine di una lunga battaglia durata 2 ore e 22 minuti. In svantaggio nel primo set (25-23), Vibo prima pareggia e poi passa avanti, salvo poi subire il pareggio di Ravenna. Tie break da brividi: Ravenna avanti 14-10, e lungo turno di battuta vincente di Dirlic per Vibo. Rimonta giallorossa (15-17) servita con gli ultimi due punti di Cester e Rossard. Al ritorno vittoria ancora di Vibo per 3-0 (con parziali a 21, 21, 22). Il terzo match stagionale si giocò il 14 aprile scorso al Pala De Andrè, valido per la post-season, la Challenge Cup: stavolta si impose Ravenna per 3-0 con parziali a 23, 22, 18. Ricapitolando.
    IN SUPERLEGA. Sono 17 i precedenti in Serie A1 con 10 vittorie di Vibo e 7 di Ravenna.PLAY OFF. Tre le gare dei quarti dei play off per il 5° posto giocatisi nel 2016, tutti ad appannaggio di Ravenna e sempre con vittorie per 3-1.
    COPPA ITALIA. Uno invece lo scontro in Coppa Italia, erano gli ottavi del 2017 e sempre Ravenna allenata da Soli si impose contro la Callipo di coach Tubertini al PalaValentia per 3-1, vincendo il terzo set addirittura per 25-9.CHALLENGE CUP. Uno, con vittoria per 3-0 di Ravenna lo scorso aprile al Pala De Andrè.
    STORIA PRECEDENTI. Gli scontri diretti tra calabresi e romagnoli iniziano nel 2011 e per due stagioni la Tonno Callipo di coach Blengini ottiene 4 vittorie tra andata e ritorno. Nei due match del 2011 la squadra giallorossa si impone 3-0 in casa e 3-2 a Ravenna, allenata da Babini. Nel 2012 la Callipo rifila due netti 3-0 sia all’andata che al ritorno ai romagnoli allenati da Fresa. Parziale riscatto di Ravenna l’anno dopo nel 2013: coach Bonitta vince entrambe le gare contro la Callipo di Blengini in casa 3-1 ed a Vibo per 3-2 dopo una maratona di 2 ore e 15 minuti, con 19 punti di Randazzo di Ravenna e 17 di Klapwijk per i vibonesi. Pausa fino al 2016 quando le due squadre di ritrovano difronte, alternando enplein: prima è Kantor per la Callipo che si impone nelle due gare sempre per 3-1 contro il Ravenna di coach Soli. Quindi l’anno dopo, 2017, risponde Ravenna per 3-1 in casa e 3-0 a Vibo. Per poi assistere alla stagione dopo, 2018, ad una vittoria per parte rispettando il fattore campo. All’andata è Ravenna a vincere 3-1; al ritorno tocca a Vibo primeggiare con lo stesso risultato. Nella scorsa stagione, 2019, la squadra di Bonitta torna a fare la voce, sempre al tie break, vincendo prima all’andata al PalaCalafiore di Reggio Calabria in un’altra maratona interminabile, durata ben 2 ore e 18 minuti, e poi il 4 marzo scorso nell’ultima gara prima della sospensione per la pandemia sul proprio campo e sempre dopo un match lunghissimo, di ben 2 ore e 23 minuti. Già detto dei precedenti della scorsa stagione.
    ULTIMA VITTORIA VIBO A RAVENNA. Risale al 18 ottobre 2020, era la 6/a giornata di andata e Vibo vinse al tie break al Pala De Andrè con i seguenti parziali: 25-23, 23-25, 21-25, 25-19, 15-17. Trascinatore dei giallorossi fu Rossard con 25 punti poi Defalco con 15.
    ULTIMA VITTORIA RAVENNA IN CASA.
    L’ultimo successo interno della formazione romagnola risale alla sesta giornata girone dei Play Off 5 posto, disputato mercoledì 14 aprile 2021, con il punteggio di tre set a zero (25–23/ 25–22/25–18/), nonostante la prestazione sopra le righe dell’universale Torey James De Falco, top scorer del match con 20 punti, con un fantastico 61% di positività offensiva, ed unico atleta giallorosso an andare in doppia cifra. In regular season invece bisogna risalire al torneo 2019-20 quando Ravenna si impose sempre per 3-2, nella decima giornata di ritorno al Pala De Andrè. Era il 4 marzo in anticipo e fu l’ultima gara prima della sospensione del torneo per la pandemia da Covid.
    CURIOSITÀ. È il 3-1 il risultato più frequente nei precedenti tra Vibo e Ravenna: ben 10 volte, di cui 6 in campionato.
    SET COL MAGGIOR PUNTEGGIO. Era la 3/a giornata di ritorno del 2013 e nella gara che la Callipo perse in casa con Ravenna 3-2, si impose invece nel primo set 29-27, con 19 punti totali di Michalovic top scorer.
    PROBABILI FORMAZIONITONNO CALLIPO CALABRIA: Saitta-Nishida, Gargiulo-Flavio, Basic-Borges, Rizzo (L). All. BaldovinCONSAR RAVENNA: Biernat-Klapwijk, Candeli-Fusaro, Vukasinovic-Urlich, Goi (L). All. Zanini
    ARBITRI. Ubaldo Luciani e Bruno Frapiccini.
    Classifica SuperLega Credem BancaSir Safety Conad Perugia 41 punti, Cucine Lube Civitanova 37, Itas Trentino 34, Leo Shoes PerkinElmer Modena 33, Gas Sales Bluenergy Piacenza 25, Allianz Milano 23, Vero Volley Monza 22, Gioiella Prisma Taranto 18, Kioene Padova 17, Top Volley Cisterna 17, Verona Volley 16, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9, Consar RCM Ravenna 2.
    1 incontro in più: Gas Sales Bluenergy Piacenza, Vero Volley Monza, Verona Volley.1 incontro in meno: Allianz Milano, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.2 incontri in meno: Consar RCM Ravenna.
    Diretta streaming ore 18.00 www.volleyballworld.tv
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    Maury’s Com Cavi Tuscania domani in Sicilia contro Sistemia Aci Castello

    A soli due giorni dalla qualificazione agli ottavi di Coppa Italia, ottenuta mercoledì a spese di Massa Lubrense, la Maury’s Com Cavi Tuscania vola in Sicilia per affrontare domani (sabato) alle 15 la Sistemia Aci Castello nell’anticipo della quarta giornata del girone blu della serie A3 Credem Banca.
    Una trasferta sicuramente da affrontare con la massima concentrazione contro una formazione che ha gli stessi punti in classifica, 30, anche se con una partita in più, e che in più di un’occasione è riuscita a mettere sotto pressione le cosiddette “grandi” avendo all’andata perso con Lecce e costretto sia Aversa che la stessa Tuscania ai vantaggi.
    A Montefiascone finì infatti 3/2 dopo che capitan Marsili e compagni erano andati sotto nei primi due parziali.
    Aci Castello viene da quattro vittorie di fila (Sabaudia 0/3, Modica 3/0, Galatina 0/3 e Marcianise 3/1) ottenute prima di osservare domenica scorsa il turno di riposo. Formazione quindi più che collaudata che ha nell’ex Cesare Gradi e nell’opposto Manuele Lucconi le sue più pericolose “bocche da fuoco”.
    Per quanto riguarda Tuscania, i bianco azzurri vengono dalla netta affermazione – con il massimo scarto – contro la ex capolista Aurispa Lecce e in settimana, come detto, sono andati a conquistare contro Massa Lubrense l’accesso ai quarti di finale di coppa.
    Quella con Aci Castello al PalaCatania si annuncia, quindi, come un’altra aspra battaglia che vedrà di fronte due squadre davvero in grande spolvero.
    La probabile formazione degli ospiti vede Cottarelli in regia con Lucconi opposto, Frumuselu e Smiriglia al centro, Gradi e Zappoli di banda, Zito libero.
    Si gioca alle 15 agli ordini dei signori arbitri Danilo De Sensi e Walter Stancati.
    Diretta Legavolley.tv
    Giancarlo Guerra
    Ufficio Stampa Tuscania Volley
    Foto: Luca Laici LEGGI TUTTO

  • in

    Sfida Interna per la Sieco. Ad Ortona arriva Portoviro

    La Sieco gioca d’anticipo e sabato 29 gennaio, alle ore 19.00 sfiderà in casa la Delta Group Portoviro.
     
    I veneti sono reduci dalla trasferta in Puglia, dove per i quarti di finale della Del Monte Coppa Italia di Serie A2 hanno sfidato e sconfitto i locali della BCC di Castellana Grotte per tre set a due.

    Per quanto riguarda il campionato, invece, Fabroni & Co. la Delta Group veleggia in acque tranquille, e con i suoi 21 punti occupano l’ottavo posto in classifica. L’ultima di campionato ha visto i portoviresi soccombere contro i forti avversari del Bergamo soltanto al tie-break.

    Ancora una sfida complicatissima quindi per la Sieco che si troverà di fronte un sestetto coriaceo abituato a combattere fino all’ultima palla.

    All’andata finì 3-1 per gli avversari.

    «Portoviro è una squadra che ha dimostrato il suo gran valore contro due squadre toste quali Castellana e Bergamo. Noi invece dobbiamo dimostrare di essere capaci di reagire alle ultime prestazioni non proprio brillantissime. Abbiamo lavorato bene in palestra e sabato sera proveremo a sfruttare al massimo il fattore casa per tornare a fare punti. La classifica li in basso si sta accorciando ed è nostro dovere provarci fino a quando la matematica non ci condannerà»

    Gli arbitri chiamati a dirigere l’incontro sono Dell’Orso Alberto (Pescara) e Piperata Gianfranco (Bologna).

    Sarà possibile seguire la diretta dell’incontro sul sito www.impavidapallavolo.it

    Queste le altre gare in programma per la Quinta Giornata di Ritorno

    Kemas Lamipel Santa Croce – Agnelli Tipiesse Bergamo
    Gruppo Consoli McDonald’s Brescia – Bam Acqua S.Bernardo Cuneo
    Cave Del Sole Lagonegro – Emma Villas Aubay Siena RINVIATA
    HRK Diana Group Motta di Livenza – Conad Reggio Emilia
    Synergy Mondovì – BCC Castellana Grotte LEGGI TUTTO

  • in

    L’analisi di Salvatore Nicastro – Falù Ottaviano

    L’Avimecc Volley Modica è pronta a scendere in campo per riscattare le ultime prove in campionato ed in Coppa Italia. Il Palarizza è una roccaforte che ha sempre tenuto contro gli attacchi avversari, anche nella sconfitta contro Palmi gli uomini allenati da D’Amico hanno dimostrato di avere un grande valore. 
    Ora arriva Ottaviano ed è tempo di mostrare una reazione e tornare alla vittoria, in un mese non proprio fortunato come quello di Gennaio. Spetta a tutti, uniti, ritrovare la via e chiudere in bellezza questo campionato. Salvo Nicastro ha fatto un’analisi di quella che sarà la sfida di Domenica alle 17:00, leggiamo le sue parole:
    “Ottaviano, nonostante la perdita di una pedina importante del loro roster, è una squadra in continua crescita che migliora in tutti i fondamentali. Hanno recuperato uno dei due centrali che aveva subito un infortunio proprio contro di noi nella gara di andata riprendendo a pieno il ritmo partita. In cabina di regia dei campani troveremo una vecchia conoscenza della Contea, Calogero Tulone, palleggiatore che ha indossato da capitano la maglia Volley Modica. 
    Da parte nostra il focus sarà centrato sulla loro battuta e sulle loro migliori bocche di fuoco Ruiz e Lucarelli che hanno delle buone percentuali in attacco. Riescono a costruire azioni lunghe grazie alla loro difesa e al loro spirito combattivo. Ci sarà da lottare per portare a casa il risultato.” LEGGI TUTTO

  • in

    Spirito: “Con Cisterna in campo come se fosse una finale”

    Per la terza giornata di ritorno i gialloblù sono attesi dal match in trasferta con la Top Volley Cisterna, che andrà scena domani a partire dalle ore 18.00, e sarà trasmesso in diretta Rai Sport, oltre che in streaming su Volleyball World TV.Gli scaligeri, dopo l’entusiasmante successo nel derby veneto contro Padova, cercheranno di infilare la seconda vittoria di fila nella difficile sfida contro gli uomini di coach Soli.
    Le dichiarazioni di Luca Spirito alla vigilia della partita: “La vittoria con Padova ci ha esaltati, ma ora vogliamo continuare a vincere per trovare continuità e salire la classifica. Con Cisterna sarà una partita molto difficile perché i nostri avversari hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà tutte le squadre. Servirà cattiveria, agonismo e il nostro miglior gioco: dovremo giocarla come se fosse una finale. Conosco bene soprattutto Zingel e Maar, ma dovremo prestare attenzione a tutti i giocatori in campo. In fase break sono molto forti, quindi dovremo mantenere i nervi saldi e avere pazienza per impostare al meglio le nostre contromisure. Il nostro obiettivo è la vittoria e daremo il massimo per portarla a Verona.”

    Articolo precedenteFocus sull’Allianz, avversario domenica dei Block DevilsProssimo articoloL’analisi di Salvatore Nicastro – Falù Ottaviano LEGGI TUTTO