More stories

  • in

    Lakers, Anthony Davis è di nuovo ko: fuori un mese

    LOS ANGELES (Stati Uniti) – Anthony Davis si è infortunato mercoledì notte nel match vinto dai Los Angeles Lakers contro gli Utah Jazz e il responso medico è stato terribile per i gialloviola. Infatti AD dovrà stare fermo ben 4 settimane perché la distorsione alla caviglia destra (è atterrato sul piede di Gobert) ha interessato anche il piede del giocatore e questo ha prolungato i tempi di recupero. Per i Lakers si tratta di una tegola non da poco: la squadra è al 9° posto nella Western Conference (27-31) ossia l’ultimo utile per accedere al Play-In e in stagione la presenza di Davis è vitale per LeBron James e compagni, con lui 27-10 mentre senza di lui in campo 10-11. LEGGI TUTTO

  • in

    James trascina i Lakers, Antetokounmpo i Bucks: Atlanta e Brooklyn ko

    LOS ANGELES (Stati Uniti) – Un ottimo momento per i Lakers, che affondano Atlanta 134-118 trovando la quarta vittoria nelle ultime quattro, prima volta in stagione. Assoluto protagonista con 32 punti, 23 nel solo secondo tempo, è LeBron James affiancato da un ottimo Malis Monk da 29 centri. Negli Hawks, al quinto ko nelle ultime sette uscite, 25 punti e 14 assist di Young, buona la prova anche di Danilo Gallinari che chiude con 13 punti (4/6 dal campo con 3/5 da tre e 2/2 ai liberi), 5 rimbalzi e due assist in 18 minuti. Si ferma invece Brooklyn, battuta 121-109 da Milwaukee: i Bucks ritrovano Giannis Antetokounmpo e il greco risponde presente con 31 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, 20 punti per Khris Middleton, 25 per Bobby Portis. Quinto ko interno nelle ultime cinque gare per i Nets, a cui non bastano le prove di Durant (29 punti, 9 rimbalzi e 7 assist) e Harden (16+9+7). Nono successo di fila per i Bulls: era dalla stagione 2010-11 che Chicago non inanellava così tante vittorie consecutive. Merito di LaVine (27 punti) e White (21 punti), decisivi nel 130-122 su Washington. 
    Vincono Philadelphia, Cleveland e Denver
    Fra le squadre più in forma c’è sicuramente Philadelphia, in serie positiva da sei partite, l’ultima conquistata a spese di San Antonio per 119-100 col solito Embiid nelle vesti di trascinatore (31 punti e 12 rimbalzi). Bene anche Cleveland, dove l’ultimo arrivato Rajon Rondo sembra essersi subito ambientato: 11 punti al suo esordio con i Cavs nel 114-101 su Portland. Il migliore è Garland con 26 punti, 18 per Mobley: è la 22esima vittoria stagionale per Cleveland, tanto quante nell’intera passata regular season. Dopo 10 successi esterni consecutivi, Utah sbatte contro Toronto (122-108) e la prima tripla doppia in carriera di Fred VanVleet (37 punti di cui 24 nel terzo quarto, 10 rimbalzi e 10 assist), con i Raptors capaci di risalire da -17. Il derby texano fra Dallas e Houston va ai Mavericks per 130-106, al quinto successo consecutivo e dove, assenti Doncic e Porzingis, sale in cattedra Tim Hardaway Jr (19 punti e 7 assist).  Il solito Jokic si prende sulle spalle Denver con 33 punti e 10 rimbalzi nel 121-111 su Sacramento, terza vittoria di fila per Minnesota 135-105 su Oklahoma con 27 punti e 12 assist di Russell. LEGGI TUTTO

  • in

    Gallinari sconfitto dai Lakers: super James. Vince Chicago, Brooklyn ko

    LOS ANGELES (Stati Uniti) – Quarta vittoria nelle ultime quattro, prima volta in stagione, per i Lakers, che affondano Atlanta 134-118 con 32 punti, 23 nel solo secondo tempo, di un super LeBron James coadiuvato da un ottimo Malis Monk che chiude con 29 centri. Negli Hawks, al quinto ko nelle ultime sette uscite, 25 punti e 14 assist di Young, buona la prova anche di Danilo Gallinari che chiude con 13 punti (4/6 dal campo con 3/5 da tre e 2/2 ai liberi), 5 rimbalzi e due assist in 18 minuti. Nono successo di fila per i Bulls: era dalla stagione 2010-11 che Chicago non inanellava così tante vittorie consecutive. Merito di LaVine (27 punti) e White (21 punti), decisivi nel 130-122 su Washington. Gli uomini di coach Donovan allungano così su Brooklyn, battuta 121-109 da Milwaukee: i Bucks ritrovano Giannis Antetokounmpo e il greco risponde presente con 31 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, 20 punti per Khris Middleton, 25 per Bobby Portis. Quinto ko interno nelle ultime cinque gare per i Nets, a cui non bastano le prove di Durant (29 punti, 9 rimbalzi e 7 assist) e Harden (16+9+7).
    Vincono Philadelphia, Cleveland e Denver
    Fra le squadre più in forma c’è sicuramente Philadelphia, in serie positiva da sei partite, l’ultima conquistata a spese di San Antonio per 119-100 col solito Embiid nelle vesti di trascinatore (31 punti e 12 rimbalzi). Bene anche Cleveland, dove l’ultimo arrivato Rajon Rondo sembra essersi subito ambientato: 11 punti al suo esordio con i Cavs nel 114-101 su Portland. Il migliore è Garland con 26 punti, 18 per Mobley: è la 22esima vittoria stagionale per Cleveland, tanto quante nell’intera passata regular season. Dopo 10 successi esterni consecutivi, Utah sbatte contro Toronto (122-108) e la prima tripla doppia in carriera di Fred VanVleet (37 punti di cui 24 nel terzo quarto, 10 rimbalzi e 10 assist), con i Raptors capaci di risalire da -17. Il derby texano fra Dallas e Houston va ai Mavericks per 130-106, al quinto successo consecutivo e dove, assenti Doncic e Porzingis, sale in cattedra Tim Hardaway Jr (19 punti e 7 assist).  Il solito Jokic si prende sulle spalle Denver con 33 punti e 10 rimbalzi nel 121-111 su Sacramento, terza vittoria di fila per Minnesota 135-105 su Oklahoma con 27 punti e 12 assist di Russell. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, i Lakers vincono ancora: LeBron James super contro Sacramento

    È ancora una volta LeBron James il grande protagonista della notte Nba. Il Prescelto trascina i Los Angeles Lakers alla terza vittoria di fila, la quarta nelle ultime cinque, e si prende la scena nel 122-114 sui Sacramento Kings. Il numero 6 gialloviola mette a referto 31 punti, 5 rimbalzi e altrettanti assist in una sfida in cui altri quattro vanno in doppia cifra. Ne fanno 24 Monk e 19 Westbrook, mentre dalla panchina arriva la doppia doppia da 14 punti e altrettanti rimbalzi di Dwight Howard e i 19 punti di Talen Horton-Tucker. I Lakers conquistano così la terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque, e possono così mettersi alle spalle il periodo negativo. Niente da fare per i Kings che a lungo hanno pensato di poter vincere il match, ma che alla fine lasciano Los Angeles con un ko nonostante i 30 punti di Fox, i 26 (dalla panchina) di Hield, i 14 di Barnes e gli 11 di Jones.
    Grizzlies inarrestabili, Ja Morant ancora decisivo
    Sono invece sei i successi consecutivi di Memphis. Sul parquet di Cleveland, i Grizzlies battono 110-106 i Cavaliers. Ancora una volta prestazione da incorniciare per Ja Morant che fa registrare al suo attivo 26 punti e sono i suoi quelli più pesanti nel finale di gara. In doppia cifra anche Jackson Jr (22) e Bane (11) nel quintetto iniziale, dalla panchina ne fanno 13 Clarke, 12 Jones e 10 Williams. I padroni di casa tengono testa fino alla fine a Memphis, ma non bastano le doppie doppie da 27 punti e 10 assist di Garland, da 22 punti e 12 rimbalzi di Allen e da 18 punti e 10 rimbalzi (dalla panchina) di Love. Vincono ancora anche i Suns che si impongono in trasferta per 123-110 sui Pelicans, conquistando il 29esimo successo su 37 partite. I 33 punti (9 gli assist) di Booker e i 23 di Bridges pesano e New Orleans deve arrendersi nonostante i 28 di Graham e la doppia doppia da 25 punti e 16 rimbalzi di Valanciunas.Nelle altre due gare vittorie per Toronto (129-104 sugli Spurs con 33 punti per VanVleet) e Knicks (104-94 sui Pacers con 30 punti e 16 rimbalzi per Randle).
    Nba, tutti i risultati delle sfide della notte
    Cleveland Cavaliers-Memphis Grizzlies 106-110
    Toronto Raptors-San Antonio Spurs 129-104
    New York Knicks-Indiana Pacers 104-94
    New Orleans Pelicans-Phoenix Suns 110-123
    Los Angeles Lakers-Sacramento Kings 122-114 LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, un super LeBron James trascina i Lakers. Ok Grizzlies e Suns

    Continua lo spettacolo della Nba. Nella notte italiana sono cinque le gare disputate con le vittorie di Lakers, Grizzlies e Suns sotto. A trascinare al successo i gialloviola è il solito LeBron James, protagonista assoluto nel 122-114 sui Kings. Il Prescelto sale in cattedra nell’ultimo quarto quando guida la rimonta dei suoi, costringendo Sacramento alla resa. 31 punti, 5 rimbalzi e altrettanti assist a referto in un match in cui altri quattro vanno in doppia cifra. Ne fanno 24 Monk e 19 Westbrook, mentre dalla panchina arriva la doppia doppia da 14 punti e altrettanti rimbalzi di Dwight Howard e i 19 punti di Talen Horton-Tucker. I Lakers conquistano così la terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque, e possono così mettersi alle spalle il periodo negativo. Niente da fare per i Kings che a lungo hanno pensato di poter vincere il match, ma che alla fine lasciano Los Angeles con un ko nonostante i 30 punti di Fox, i 26 (dalla panchina) di Hield, i 14 di Barnes e gli 11 di Jones.
    I Grizzlies fanno sei di fila, Ja Morant in stato di grazia
    Ancora più lunga la serie di successi consecutivi di Memphis. Sul parquet di Cleveland, i Grizzlies battono 110-106 i Cavaliers portando a sei il numero di vittorie di fila. Ja Morant fa registrare al suo attivo 26 punti e sono i suoi quelli più pesanti nel finale di gara. In doppia cifra anche Jackson Jr (22) e Bane (11) nel quintetto iniziale, dalla panchina ne fanno 13 Clarke, 12 Jones e 10 Williams. I padroni di casa tengono testa fino alla fine a Memphis, ma non bastano le doppie doppie da 27 punti e 10 assist di Garland, da 22 punti e 12 rimbalzi di Allen e da 18 punti e 10 rimbalzi (dalla panchina) di Love.Vincono ancora anche i Suns che si impongono in trasferta per 123-110 sui Pelicans, conquistando il 29esimo successo su 37 partite. I 33 punti (9 gli assist) di Booker e i 23 di Bridges pesano e New Orleans deve arrendersi nonostante i 28 di Graham e la doppia doppia da 25 punti e 16 rimbalzi di Valanciunas.Nelle altre due gare vittorie per Toronto (129-104 sugli Spurs con 33 punti per VanVleet) e Knicks (104-94 sui Pacers con 30 punti e 16 rimbalzi per Randle).
    Nba, ecco tutti i risultati
    Cleveland Cavaliers-Memphis Grizzlies 106-110
    Toronto Raptors-San Antonio Spurs 129-104
    New York Knicks-Indiana Pacers 104-94
    New Orleans Pelicans-Phoenix Suns 110-123
    Los Angeles Lakers-Sacramento Kings 122-114 LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, i Suns travolgono i Lakers nonostante un super Lebron

    Nonstante i 34 punti di Lebron James, i Los Angeles Lakers vengono sconfitti in casa dai Phoenix Suns. terza sconfitta consecutiva per i ragazzi di Vogel, che pagano un parziale di 15-0 a cavallo tra il terzo e il quarto quarto. I Suns espugnano il parquet dello Staples Center per 108-90, trascinati da Davin Booker, autore di 24 punti.
    Ok anche Miami, New York e Dallas
    Vittoria anche per i Miami Heat, che sconfiggono nettamente Indiana Pacers per 125-96 con 26 punti di Herro e Robinson. Terza vittoria consecutiva per i New York Pelicans, che si impongono 111-97 sui Portland Trail Blazers. Protagonista del match è Brandon Ingram  con 28 punti, 8 rimbalzi e 8 assist. Successi anche per i New York Knics (105-91 sui Pistons) e per Dallas, che batte Minnesota 114-102. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, ai Lakers non basta Lebron, Phoenix si impone 108-90

    Ai Los Angeles Lakers non bastano i 34 punti di Lebron James per evitare la terza sconfitta consecutiva. I Phoenix Suns si impongono sul parquet dello Staples Center per 108-90. La sfida si è decisa a cavallo tra il terzo e il quarto quarto, con gli ospiti capaci di realizzare un parziale di 15-0, risultato decisivo per la vittoria finale. Protagonista Davin Booker, autore di 24 punti.
    Vincono anche Miami, New York e Dallas
    Vittoria anche per i Miami Heat, che travolgono Indiana Pacers per 125-96 con 26 punti di Herro e Robinson. Terzo successo consecutivo per i Pelicans, che si impongono 111-97 sui Portland Trail Blazers. Decisivo con 28 punti con 8 rimbalzi e 8 assist, Brandon Ingram. Successi anche per i New York Knics (105-91 sui Pistons) e per Dallas, che batte Minnesota 114-102. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, caos Covid: i Lakers annullano l'allenamento. Stop ai match dei Bulls

    Il Covid spaventa nuovamente l’NBA: i Lakers hanno annullato momentaneamente gli allenamenti dopo che il terzino Talen Horton-Tucker ha dovuto entrare nel protocollo anti-Covid-19, contemporaneamente a quattro giocatori dei Brooklyn Nets. La squadra di Los Angeles ha annunciato tramite un post su Twitter la cancellazione della sessione odierna e ha poi inserito Horton-Tucker nella lista ufficiale degli assenti per la partita di mercoledì 15 dicembre contro i Dallas Mavericks. Il club californiano non ha detto se il 21enne sia risultato positivo al covid-19 o sia stato in stretto contatto con qualcuno che ha contratto il virus. Horton-Tucker è il secondo giocatore dei Lakers ad entrare nel protocollo di salute e sicurezza NBA in questa stagione, dopo LeBron James che aveva trascorso 48 ore lontano dalla squadra in seguito ad una serie di test contrastanti a novembre.Sullo stesso argomentoNBANba, Gallinari non basta ad Atlanta: quinto ko consecutivo in casa

    Brooklyn e Chicago

    A Brooklyn anche i Nets, leader della Eastern Conference, stanno affrontando una situazione simile, dal momento che LaMarcus Aldridge, DeAndre Bembry, Jevon Carter e James Johnson sono entrati nel protocollo anti-Covid. Insieme a loro, anche il veterano Paul Millsap, portando a cinque i giocatori dei quali i Nets dovranno fare a meno per la partita contro i Toronto Raptors. L’NBA è stata costretta a rinviare due partite per la prima volta in questa stagione, poiché l’epidemia ha colpito anche le file dei Chicago Bulls, con dieci persone tra giocatori e personale risultate positive.

    Guarda la galleryBiden accoglie i Milwaukee Bucks: per lui maglia numero 46 LEGGI TUTTO