More stories

  • in

    Eurocup, Trento ancora ko: Andorra domina e vince 82-71

    TRENTO – Nulla da fare per Trento che resta ultima nel gruppo A di Eurocup trovando il 10° ko in 11 partite contro la Morabanc Andorra. 71-82 il finale con la formazione di Molin che si assenta tra secondo e terzo quarto non riuscendo mai a recuperare il netto divario creato dagli ospiti nei primi 30′ di gioco. Totale equilibrio nella prima frazione con Flaccadori che guida i suoi trovando risposta dal duo Nakic-LLovet: il tabellone segna 15-15. Ad inizio del secondo gli ospiti piazzano subito un mini break (0-4), aumentano la forbice minuto dopo minuto e con un Crawford particolarmente ispirato vanno all’intervallo lungo sul +10 (31-41). Al ritorno sul parquet lo spartito non cambia, anzi peggiora per gli uomini di Molin che arrivano anche sul -25 per poi accennare un leggero scatto di orgoglio targato Bradford-Mezzanotte che riporta il distacco sul +15 Andorra (50-65). Negli ultimi dieci Saunders prova a trascinare l’Aquila verso la rimonta, ma gli avversari controllano e chiudono con 11 punti di vantaggio sul 71-82. Non si è disputato il match di Venezia in casa del Bursaspor a causa di una tempesta di neve in Turchia: è stato infatti cancellato il volo per Istanbul. LEGGI TUTTO

  • in

    Trento crolla in Eurocup: Andorra vince 82-71

    TRENTO – Arriva ancora una sconfitta per Trento in Eurocup: la decima in 11 partite. Contro la Morabanc Andorra termina 71-82 con la formazione di Molin che si assenta tra secondo e terzo quarto non riuscendo mai a recuperare il netto divario creato dagli ospiti. L’Aquila resta così inchiodata all’ultimo posto. Totale equilibrio nella prima frazione con Flaccadori che guida i suoi trovando risposta dal duo Nakic-LLovet: il tabellone segna 15-15. Ad inizio del secondo gli ospiti piazzano subito un mini break (0-4), aumentano la forbice minuto dopo minuto e con un Crawford particolarmente ispirato vanno all’intervallo lungo sul +10 (31-41). Al ritorno sul parquet lo spartito non cambia, anzi peggiora per gli uomini di Molin che arrivano anche sul -25 per poi accennare un leggero scatto di orgoglio targato Bradford-Mezzanotte che riporta il distacco sul +15 Andorra (50-65). Negli ultimi dieci Saunders prova suonare la campanella della rimonta, ma gli avversari controllano e chiudono con 11 punti di vantaggio sul 71-82. Non si è disputato il match di Venezia in casa del Bursaspor a causa di una tempesta di neve in Turchia: cancellato il volo della Reyer per Istanbul. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, LeBron James e i Lakers passano a Brooklyn

    BROOKLYN (Stati Uniti) – Notte Nba da 9 partite con i Los Angeles Lakers che sbancano il Barclays Center. Dopo 17 partite di assenza i giallovila hanno potuto schierare Anthony Davis (8 punti in 21′) ma è stato LeBron James il trascinatore: 33 punti per il Re nel successo contro i Nets (senza Durant e Irving) per 116-106, vana la tripla doppia di James Harden da 32 punti, 12 rimbalzi e 11 assist. Pazzesca vittoria invece per i Los Angeles Clippers nella Capitale: i ragazzi di Lue hanno vinto 116-115 contro i Wizards rimontando dal -35 con gioco da 4 punti di Luke Kennard (22 punti) a 1″ per decidere il match.
    Embiid-Jokic, prosegue il duello
    Joel Embiid chiude con 42 punti  e 14 punt nella vittoria casalinga dei 76ers contro New Orleans per 117-107 mentre il suo rivale per l’MVP Nikola Jokic ha sfiorato la tripla doppia: 28 punti, 21 rimbalzi e 9 assist nel successo in rimonta dei Nuggets per 110-105 a Detroit. Jayson Tatum e Jaylen Brown hanno combinato per 66 punti (36 e 30) nel dominio Celtics contro Sacramento (128-75), comodo successo anche per San Antonio a Houston per 134-104.
    Golden State c’è, super Edwards a Portland
    I Golden State Warriors asfaltano i Dallas Mavericks 130-92 con Steph Curry da 18 punti, Klay Thompson da 15 ma soprattutto 22 punti per Jonathan Kuminga uscendo dalla panchina. I Raptors domano gli Hornets 125-113 con Pascal Siakam da 24 punti e 12 assist. Infine superba partita da parte di Anthony Edwards: 40 punti di cui 14 nel 4° periodo nel successo di Minnesota a Portland per 109-107 con D’Angelo Russell autore del canestro decisivo a 2″. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, LeBron James guida i Lakers al successo a Brooklyn

    BROOKLYN (Stati Uniti) – Sono state 9 le partite della notte Nba con i Los Angeles Lakers vittoriosi sul campo dei Brooklyn Nets. Notte importante per i gialloviola che dopo 17 partite hanno riabbracciato Anthony Davis (8 punti in 21′) ma, come sempre, è stato LeBron James a guidare la squadra: 33 punti per il #6 di L.A nel successo contro i Nets (privi di Durant e Irving) per 116-106, vana la tripla doppia di James Harden da 32 punti, 12 rimbalzi e 11 assist. Non solo Lakers ma anche l’altra squadra di Los Angeles, i Clippers, ha portato a casa la vittoria ed in maniera clamorosa: i ragazzi di Lue hanno vinto 116-115 a Washington rimontando dal -35 con gioco da 4 punti di Luke Kennard (22 punti) a 1″ per decidere la sfida
    Embiid e Jokic continuano a dominare
    Joel Embiid domina la seconda i rimaneggiati New Orleans Pelicans per 117-107 con l’ennesima prestazione dominate da 42 punti  e 14 punti. Nikola Jokic non è rimasto a guardare e ha risposto al rivale di Phila per l’MVP con 28 punti, 21 rimbalzi e 9 assist nel successo esterno in rimonta dei Nuggets per 110-105 sul campo dei Pistons. Jayson Tatum e Jaylen Brown combinano per 66 punti (36 e 30) nel dominio Celtics contro Sacramento (128-75), comodo successo anche per San Antonio a Houston per 134-104.
    Golden State domina Doncic
    I Golden State Warriors vincono 130-92 contro i Dallas Mavericks con Steph Curry da 18, Klay Thompson da 15 ma soprattutto 22 punti per Jonathan Kuminga uscendo dalla panchina. Tornano a vincere i Raptors e lo fanno domando gli Hornets 125-113 con Pascal Siakam da 24 punti e 12 assist. Infine mostruosa prestazione di Anthony Edwards a Portland: 40 punti di cui 14 nel 4° periodo nel successo di Minnesota per 109-107 con D’Angelo Russell uomo partita! Suo il layup a 2″ per il sorpasso decisivo. LEGGI TUTTO

  • in

    Virtus Bologna ko in Eurocup: l'Ulm vince 84-68

    ULMA (Germania) – Nell’undicesima giornata dei gironi di Eurocup la Virtus Bologna subisce una pesante sconfitta contro i tedeschi dell’Ulm. La squadra di Scariolo, in una Ratiofarm Arena deserta a causa delle restrizioni anti-Covid adottate in Germania, subisce da subito l’aggressività degli avversari che dopo un parziale iniziale di 16-4 chiudono il primo quarto sopra di sette sul 22-15. Pesano per le V nere le assenze di Teodosic per infortunio e di Mannion per coronavirus, e nel secondo quarto i tedeschi allungano fino al +11, chiudendo il primo tempo in vantaggio 45-34. Al rientro in campo i bolognesi provano a rientrare in partita, e con Weems e Jaiteh piazzano un parziale che li riporta a -5. La reazione dell’Ulm è però immediata, e grazie ai canestri dell’ex Cavs Blossomgame e Christon si affaccia all’ultimo periodo sopra di 12 sul 63-51. Nonostante Alexander e Tessitori provino a scuotere Bologna, i tedeschi restano saldamente al comando del match e allungano fino all’84-68 finale. Non bastano alla Virtus i 14 punti ciascuno di Weems e Tessitori: l’Ulm bissa il successo di Podgorica contro il Buducnost e si porta a contatto proprio della squadra di Scariolo in classifica, con Blossomgame protagonista con 20 punti e 11 rimbalzi.  LEGGI TUTTO

  • in

    Eurocup, Virtus Bologna cede all'Ulm 84-68: non basta Weems

    ULMA (Germania) – Brutta sconfitta per la Virtus Bologna, che senza Teodosic infortunato e priva anche di Mannion bloccato dal Covid cede 84-68 ai tedeschi dell’Ulm nell’undicesima giornata dei gironi di Eurocup. La squadra di Scariolo, in una Ratiofarm Arena deserta a causa delle restrizioni anti-Covid adottate in Germania, subisce da subito l’aggressività degli avversari che dopo un parziale iniziale di 16-4 chiudono il primo quarto sopra di sette sul 22-15. Nel secondo quarto i tedeschi allungano fino al +11, chiudendo il primo tempo in vantaggio 45-34. Al rientro in campo i bolognesi provano a rientrare in partita, e con Weems e Jaiteh piazzano un parziale che li riporta a -5. La reazione dell’Ulm è però immediata, e grazie ai canestri dell’ex Cavs Blossomgame e Christon si affaccia all’ultimo periodo sopra di 12 sul 63-51. Nonostante Alexander e Tessitori provino a scuotere Bologna, i tedeschi restano saldamente al comando del match e allungano fino all’ 84-68 finale. Non bastano alla Virtus i 14 punti ciascuno di Weems e Tessitori: l’Ulm bissa il successo di Podgorica contro il Buducnost e si porta a contatto proprio della squadra di Scariolo in classifica, con Blossomgame protagonista con 20 punti e 11 rimbalzi.  LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, i Bulls vincono in casa. Phoenix inarrestabile: 7° trionfo di fila

    NEW YORK (STATI UNITI) – Sul parquet casalingo del Footprint Center, davanti a più di 17mila spettatori, Phoenix trova la sua settima vittoria di fila e continua la sua inarrestabile marcia in questa regular-season dell’Nba. I Suns superano gli Utah Jazz per 115-109 grazie alle prestazioni super Devin Booker e Chris Paul, capaci rispettivamente di mettere a referto 33 e 27 punti. Tornano al successo anche i Chicago Bulls, che sul parquet di Oklahoma City superano i Thunder per 111-110 nonostante i 31 punti realizzati dal canadese Gilgeous-Alexander per i padroni di casa. Trionfano in casa anche i Cleveland Cavaliers per 95-93 contro i New York Knicks e i New Orleans Pelicans sugli Indiana Pacers per 117-113. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, vola Phoenix: 7° successo di fila. Chicago torna a vincere

    NEW YORK (STATI UNITI) – Sul parquet casalingo del Footprint Center, Phoenix trova la sua settima vittoria consecutiva nella regular-season dell’Nba. Di fronte a oltre 17mila spettatori, i Suns superano gli Utah Jazz per 115-109 sfruttando il grande stato di forma di Devin Booker e Chris Paul, capaci di mettere a segno rispettivamente 33 e 27 punti. Tornano al successo i Chicago Bulls, che sul parquet di Oklahoma City regolano i Thunder per 111-110 nonostante i 31 punti, in favore dei padroni di casa, realizzati dal canadese Gilgeous-Alexander. Trionfano in casa anche i Cleveland Cavaliers contro i New York Knicks per 95-93 e i New Orleans Pelicans contro gli Indiana Pacers (117-113). LEGGI TUTTO