More stories

  • in

    MotoGp: RNF debutta con Yamaha, ufficiale l'accordo

    ROMA – RNF, il nuovo team di Razlan Razali, farà il suo esordio in MotoGp nel 2022 al posto di Petronas. Dopo tante settimane di voci, è arrivata l’ufficialità dell’accordo con Yamaha, che fornirà le moto per la squadra, che avrà come piloti Andrea Dovizioso, già in Petronas nella seconda parte di questa stagione, e Darryn Binder, che si accaserà dal prossimo anno come annunciato quest’oggi. Grande entusiasmo da parte di Lin Jarvis, managing directore di Yamaha: “Siamo lieti di prolungare la nostra partnership con quello che si chiamerà RNF MotoGP Team. Quando Razlan Razali e il Sepang Racing Team hanno intrapreso la loro avventura in MotoGP alla fine del 2018 e all’inizio del 2019, nessuno avrebbe potuto prevedere quanto bene avrebbero fatto nella classe regina. L’impressionante stagione 2019 e gli eccezionali risultati della stagione 2020 sottolineano la professionalità e la qualità di questa squadra. Il DNA di base rimane, siamo fiduciosi di continuare ad averli come team satellite ufficiale”.
    L’entusiasmo di Razali
    Tanta soddisfazione anche da parte di Razlan Razali: “Oggi abbiamo raggiunto una pietra miliare storica per il nuovo Team RNF MotoGP. Vorrei ringraziare Yamaha per la fiducia data a me e alla squadra per la prossima stagione, nonostante i cambiamenti avvenuti quest’anno. I risultati che abbiamo condiviso insieme nei primi tre anni della nostra partnership con vittorie, podi e pole position sono stati memorabili e ci motivano verso maggiori traguardi. Abbiamo l’esperienza dei nostri successi passati, supportati da una squadra forte, con una solida formazione di piloti: siamo pronti a tornare competitivi con Yamaha nella stagione 2022”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Quartararo: “A Misano gareggio per il campionato”

    MISANO ADRIATICO – Fabio Quartararo ha parlato in vista del Gran Premio dell’Emilia Romagna, valevole per la diciassettesima tappa del Mondiale  MotoGp. Il leader della classifica piloti, alla vigilia del secondo appuntamento a Misano, sa di poter chiudere il discorso titolo già in riviera, con due gare di anticipo. “Austin è stata una prova dura, ma gratificante, il secondo posto è stato importante per il campionato, soprattutto ora che rimangono tre gare alla fine – ha detto ai canali ufficiali Yamaha -. Rispetto all’inizio della stagione la mia mentalità è cambiata. L’ultima volta che ero qui a Misano gareggiavo per vincere la corsa, non il campionato. Ovviamente cercherò di dare il massimo come sempre, perché è l’aspetto che mi soddisfa maggiormente, ma proverò anche a farlo intelligentemente”.
    Il commento di Morbidelli
    Anche Franco Morbidelli ha parlato in vista della tappa in Romagna: “La gara ad Austin è stata molto dura,soprattutto perché il circuito sollecitava il mio ginocchio. Le due settimane trascorse senza correre mi hanno consentito di far riposare la gamba, e quindi potrò affrontare il GP con una forma migliore rispetto al termine del precedente. Abbiamo fatto progressi dai test di Misano a settembre, migliorando il mio feeling con la moto specialmente su questo tracciato. Ora– ha concluso –voglio proseguire su questa direzione anche nel corso di tutto il weekend” – ha concluso. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Quartararo: “La mia mentalità è cambiata rispetto all'inizio”

    MISANO ADRIATICO – “Austin è stata una prova dura, ma gratificante, il secondo posto è stato importante per il campionato, soprattutto ora che rimangono tre gare alla fine. Rispetto all’inizio della stagione la mia mentalità è cambiata. L’ultima volta che ero qui a Misano gareggiavo per vincere la corsa, non il campionato”. Queste le parole di Fabio Quartararo in vista del Gran Premio dell’Emilia Romagna, diciassettesimo appuntamento stagionale della MotoGp. Il leader della classifica piloti, alla vigilia del secondo appuntamento a Misano, sa di poter chiudere il discorso titolo già in riviera, con due gare di anticipo. “Ovviamente cercherò di dare il massimo come sempre, perché è l’aspetto che mi soddisfa maggiormente, ma proverò anche a farlo intelligentemente” – ha aggiunto ai canali ufficiali della Yamaha.
    Le parole di Morbidelli
    Anche Franco Morbidelli ha parlato in vista della tappa in Romagna: “La gara ad Austin è stata molto dura,soprattutto perché il circuito sollecitava il mio ginocchio. Le due settimane trascorse senza correre mi hanno consentito di far riposare la gamba, e quindi potrò affrontare il GP con una forma migliore rispetto al termine del precedente. Abbiamo fatto progressi dai test di Misano a settembre, migliorando il mio feeling con la moto specialmente su questo tracciato. Ora– ha concluso –voglio proseguire su questa direzione anche nel corso di tutto il weekend” – ha concluso. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Bagnaia: “Un mese fa a Misano è stato tutto perfetto”

    ROMA – Pecco Bagnaia ha parlato in vista del Gran Premio dell’Emilia Romagna, valevole per la diciassettesima tappa del Mondiale 2021 di MotoGp. Il pilota italiano, ai microfoni dei canali ufficiali Ducati, si è mostrato entusiasta in vista del secondo weekend dell’anno sul circuito di Misano, dove è già uscito vincitore un mese fa. “Tornare a correre a Misano dopo la bellissima vittoria ottenuta qui davanti al mio pubblico un mese fa è sicuramente molto emozionante. In quel weekend tutto è stato perfetto e anche le due giornate di test post-gara sono state davvero molto positive per noi. Nonostante ciò, dobbiamo restare concentrati. Anche i nostri avversari arriveranno a questo Gran Premio molto più preparati e le condizioni della pista saranno sicuramente diverse, con temperature dell’asfalto più basse rispetto ad un mese fa. Sarà importante lavorare bene fin dalle prime sessioni. L’obiettivo è quello di lottare per la vittoria e cercare di mantenere aperto il Campionato fino alla fine”.
    L’entusiasmo di Miller
    Anche Jack Miller ha parlato in vista della tappa in riviera: “Sono felice di tornare a correre ancora una volta a Misano quest’anno. È la pista di casa di Ducati e ci sono sempre molti tifosi a supportarci, perciò anche questo weekend sarà sicuramente speciale. Nello scorso Gran Premio siamo stati piuttosto competitivi, anche se poi in gara non siamo riusciti ad ottenere i risultati sperati, ma ora abbiamo sicuramente una base più solida su cui poter lavorare durante il fine settimana. Abbiamo avuto anche due giornate di test a settembre e il feedback è stato ottimo. Le condizioni saranno sicuramente diverse rispetto ad un mese fa e anche i nostri avversari saranno più competitivi, ma sono ottimista e determinato a lottare per un buon risultato. Siamo vicini al terzo posto in classifica, perciò sarà davvero importante cercare di fare più punti possibili”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Bagnaia: “Emozionante tornare qui dopo un mese”

    ROMA – “Tornare a correre a Misano dopo la bellissima vittoria ottenuta qui davanti al mio pubblico un mese fa è sicuramente molto emozionante. In quel weekend tutto è stato perfetto e anche le due giornate di test post-gara sono state davvero molto positive per noi”. Queste le parole di Pecco Bagnaia in vista del Gran Premio dell’Emilia Romagna, diciassettesimo appuntamento stagionale della MotoGp. Il pilota italiano, ai microfoni dei canali ufficiali Ducati, si è mostrato entusiasta in vista del secondo weekend dell’anno sul circuito di Misano, dove è già uscito vincitore un mese fa. “Nonostante ciò, dobbiamo restare concentrati – ha aggiunto -. Anche i nostri avversari arriveranno a questo Gran Premio molto più preparati e le condizioni della pista saranno sicuramente diverse, con temperature dell’asfalto più basse rispetto ad un mese fa. Sarà importante lavorare bene fin dalle prime sessioni. L’obiettivo è quello di lottare per la vittoria e cercare di mantenere aperto il Campionato fino alla fine”.
    Le parole di Miller
    Anche Jack Miller ha parlato in vista della tappa in riviera: “Sono felice di tornare a correre ancora una volta a Misano quest’anno. È la pista di casa di Ducati e ci sono sempre molti tifosi a supportarci, perciò anche questo weekend sarà sicuramente speciale. Nello scorso Gran Premio siamo stati piuttosto competitivi, anche se poi in gara non siamo riusciti ad ottenere i risultati sperati, ma ora abbiamo sicuramente una base più solida su cui poter lavorare durante il fine settimana. Abbiamo avuto anche due giornate di test a settembre e il feedback è stato ottimo. Le condizioni saranno sicuramente diverse rispetto ad un mese fa e anche i nostri avversari saranno più competitivi, ma sono ottimista e determinato a lottare per un buon risultato. Siamo vicini al terzo posto in classifica, perciò sarà davvero importante cercare di fare più punti possibili”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Dovizioso: “Aprilia? Pensavo che la moto fosse competitiva”

    ROMA – Andrea Dovizioso, ai microfoni di “Speedweek”, ha spiegato i motivi del mancato ritorno in MotoGp con Aprilia, pochi mesi prima di unirsi alla Yamaha. Il pilota romagnolo, che aveva lasciato il Motomondiale a fine 2020, sta lavorando assieme al team in vista di un 2022 dove spera di assumere un ruolo da protagonista. “Non pensavo che l’Aprilia non fosse una moto competitiva, ai Gp ha mostrato di essere una moto al top e Aleix la sfrutta al meglio – ha affermato -. Ma subito dopo il primo test gli ho spiegato: ‘La base è davvero buona, ma in MotoGp oggi non basta. Bisogna migliorare molti dettagli per stare davanti'”. 
    Sul mancato accordo
    “Lo scorso autunno e in inverno non sono riuscito a trovare un accordo con un top team e per questa ragione sono rimasto a casa – ha raccontato Dovizioso -. Già un anno fa c’era un’opportunità in Aprilia, manon avevo buone sensazioni. Massimo Rivola però non si è mai arreso e ha continuato a contattarmi chiedendomi di provare la moto. Alla fine mi ha convinto ed è stata una buona idea. Anche il mio manager Simone Battistella ha fattopressioniper un accordo, perché conveniente anche per Aprilia. Io non volevo però tornare a correre dopo il primo test svolto ad aprile. Ma volevo tornare in MotoGP e non ne ho mai fatto mistero”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Marquez: “A Misano in una situazione migliore di un mese fa”

    ROMA – “Torniamo a Misano in una situazione migliore, ogni fine settimana siamo riusciti a migliorare un po’ di più. Ora iniziamo le ultime tre gare dell’anno, quindi speriamo di poter continuare il trend delle ultime prove e concludere bene la stagione. L’ultima gara mi sono divertito a battagliare con Miller e Mir, quindi speriamo di poter lottare ancora una volta. Vediamo cosa accadrà, le condizioni potrebbero essere molto diverse anche se solo poche settimane dopo”. Queste le parole di Marc Marquez, ai canali ufficiali della Honda, in vista del Gran Premio dell’Emilia Romagna, diciassettesimo appuntamento stagionale della MotoGp. Il pilota di Cervera ha analizzato la situazione alla vigilia del secondo weekend a Misano dopo quello di settembre.
    Le parole di Pol Espargaro
    Anche Pol Espargaro ha parlato in vista dell’appuntamento in riviera: “E’ ora di concentrarsi e concludere la stagione con un ottimo risultato nelle ultime tre gare.C’è del buon potenziale a Misano, soprattutto dopo i test in cui abbiamo potuto provare più cose. Anche tutti gli altri hanno trascorso molto tempo a Misano, quindi sarà un weekend veloce dall’inizio.Come sempre dobbiamo lavorare dal venerdì e trascorrere un buon sabato per poter lottare domenica”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp: sospeso un meccanico di Avintia per aver falsificato un tampone

    ROMA – Un meccanico della MotoGp, in forza al team Avintia, è stato sospeso dal campionato fino al termine della stagione in corso, per aver falsificato i risultati di un tampone Covid. La squalifica, disposta dall’IRTA, ha scadenza a fine anno, ma potrebbe essere prolungata ulteriormente. Mike Trimby, presidente dell’IRTA, ha commentato la notizia della sospensione: “Siamo contrariati nell’aver saputo che un meccanico di un team di prima fascia abbia presentato un esito negativo del tampone dal laboratorio Quiron Prevenction, oltretutto con una modifica maldestra rispetto al precedente riscontro”.
    Il commento di Trimby
    “Affrontiamo questi aspetti molto seriamente – ha aggiunto Trimby -. Facciamo notevoli sforzi per garantire una condizione di sicurezza per la salute pubblica all’interno del paddock, creando un ambiente sicuro per i lavoratori e per i partecipanti. Il pass di questa persona è stato revocato, e non avrà diritto a riutilizzarlo fino ad ulteriori comunicazioni. La sanzione proseguirà almeno fino alla fine del 2021”. LEGGI TUTTO