More stories

  • in

    Nba, Boston batte Orlando. San Antonio torna alla vittoria contro i Lakers

    Nella notte di Nba spicca la sfida tra i Boston Celtics che battono gli Orlando Magic 128-111 e si confermano primi a Est grazie a un’altra super prestazione di Jayson Tatum che mette a referto 30 punti. Tornano alla vittoria anche i San Antonio Spurs, che mettono fine alla striscina negativa di 18 sconfitte consecutive, battendo i Los Angeles Lakers 129-115 grazie a Devin Vassell, autore di 36 punti. Niente da fare per LA nonostante i 23 punti, 7 rimbalzi e 14 assist messi a segno da LeBron James.
    Bene i Wizards, ancora un ko per Detroit
    Tornano a sorridere anche i Washington Wizards di Danilo Gallinari: 137-123 sugli Indiana Pacers con il “gallo” che mette a referto 4 punti, 5 rimbalzi e un assist. Nonostante una partenza in salita, i Wizards vincono interrompendo una striscia di sei sconfitte consecutive con ben cinque giocatori in doppia cifra, guidati da Kuzma (31 punti) e Poole (30). I Knicks travolgono Phoenix 139-122 trascinati da un super Brunson che sigla il suo massimo in carriera da 50 punti con 9/9 da 3. Boston rimane imbattuta in casa superando Orlando, mentre Philadelphia infligge a Detroit la 22esima sconfitta in fila per 124-92. Malgrado i 30 punti di Terry Rozier crollano in casa i Charlotte Hornets contro i New Orleans Pelicans 107-122 trascinati da Jonas Valanciunas (29 punti e 13 rimbalzi). Ko casalingo per Toronto Raptors, battuti 104-125 dagli Atlanta Hawks di Trae Young (38 punti).  LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Fontecchio strascina i Jazz. Doncic e Harden super

    I Clippers superano Golden State trovando la loro sesta vittoria consecutiva, Boston e Denver ottengono nette vittorie casalinghe e Chicago passa a sorpresa a Miami. I Kings sconfiggono di misura i Thunder e Simone Fontecchio trascina i Jazz sul campo di Portland.
    Harden, che impresa  
    I Minnesota Timberwolves hanno superato 119-101 i Dallas Mavericks di Luka Doncic (39 punti), ottenendo così la loro 18ma vittoria su 23 incontri: grazie a questo successo hanno consolidato il primato in West Conference. Intanto James Harden (28 punti), che proprio ieri ha superato la barriera dei 25mila punti in carriera, ha guidato i Los Angeles Clippers alla vittoria per 121-113 sui Golden State Warriors di Stephen Curry.
    Nba, i risultati
    Questi i risultati delle gare Nba disputate nella notte italiana: Cleveland Cavaliers – Boston Celtics 107-116 Chicago Bulls – Miami Heat 124-116 Minnesota Timberwolves – Dallas Mavericks 119-101 Brooklin Nets – Denver Nuggets 101-124 Utah Jazz – Portland Trail Blazers 122-114 Oklahoma City Thunder – Sacramento Kings 123-128 Golden State Warriors – Los Angeles Clippers 113-121.  LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Antetokounmpo show contro Indiana. Ok i Lakers senza LeBron

    Un’altra notte stellare in Nba segnata dalla prestazione enorme di Giannis Antetokounmpo che mette a referto ben 64 punti e trascina i Bucks alla vittoria sui Pacers per 140-126. Sconfitta invece per i Phoenix Suns che, nonostante il rientro dei big three Durant, Booker e Beal, cadono in casa contro Brooklyn per 112-116.
    Cade ancora Detroit, bene Utah e Miami
    Crisi senza fine per Detroit che incappa nella 21° sconfitta consecutiva per mano dei Lakers che, privi di LeBron James per un problema al polpaccio, passano a San Antonio guidati da Victor Wembanyama (30 punti, 13 rimbalzi e 6 stoppate). Successo invece per Miami che si impone per 115-104 su Charlotte così come Utah che guidato da Lauri Markkanen, autore di 23 punti e 8 rimbalzi, si impone su New York per 117-113. Vittoria anche per Houston che in casa passa su Memphis per 117-104 e successo casalingo anche per i Raptors contro gli Hawks (135-128). Ben sei giocatori in doppia cifra per Toronto guidati da Pascal Siakam (33 punti, 7 rimbalzi e 7 assist) e Scottie Barnes (27 punti, 10 rimbalzi e 6 assist). LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, super Doncic trascina Dallas contro i Lakers. Ok Clippers e Celtics

    Una notte che i tifosi dei Mavericks dimenticheranno difficilmente e tutto grazie a un’altra prestazione incredibile di Luka Doncic. All’American Airlines Center Dallas batte i Lakers, freschi di successo in Nba Cup, 127-125 trascinata dai 33 punti di Doncic, a cui si aggiungono 17 assist e 6 rimbalzi. A Los Angeles non bastano i 33 punti, con 8 rimbalzi e 9 assist, di James e i 37 punti e 11 rimbalzi di Davis.
    Vincono i Celtics, i Clippers travolgono Sacramento
    Nelle altre gare disputate nella regular season Nba i Celtics superano Cleveland 120-113 guidati dalle doppie doppie di Tatum (25 punti e 10 rimbalzi) e Porzingis (21 punti e 10 rimbalzi). Inutili per i Cavs i 29 punti di Mitchell e i 26 di Garland. Vince anche Denver, che nonostante l’assenza di Murray e l’espulsione a fine secondo quarto di Jokic regola Chicago 114-106, grazie anche ai 25 punti e 6 assist di Jackson. Cadono invece i Warriors contro Phoenix per 119-116 in una partita che verrà ricordata gesto folle di Green che colpisce con un pugno in volto Nurkic e viene espulso. Vittoria dei Suns trascinati dai 32 punti e 7 assist di Booker e dai 16 punti in 27 minuti del rientrante Beal. Gara travolgente anche dei Clippers che si impongono su Sacramento 119-99: sugli scudi Leonard autore di 31 punti. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Doncic super: trascina i Mavericks contro i Lakers di LeBron James

    È un Doncic da antologia quello che trascina Dallas al successo contro i Lakers. I gialloviola, freschi di successo in Nba Cup, perdono 127-125 e si arrendono di fronte allo sloveno, autore di 33 punti 17 assist e 6 rimbalzi. A Los Angeles non bastano i 33 punti, con 8 rimbalzi e 9 assist, di LeBron James e i 37 punti e 11 rimbalzi di Davis.
    Nba, gli altri risultati
    Nelle altre disputate nella regular season Nba i Celtics superano Cleveland 120-113 guidati dalle doppie doppie di Tatum (25 punti e 10 rimbalzi) e Porzingis (21 punti e 10 rimbalzi). Inutili per i Cavs i 29 punti di Mitchell e i 26 di Garland. Sorride anche Denver, che nonostante l’assenza di Murray e l’espulsione a fine secondo quarto di Jokic regola Chicago 114-106, aiutata dai 25 punti e 6 assist di Jackson. Tra i Bulls si salvano Vucevic con 26 punti e 16 rimbalzi e White con 27 punti e 8 assist. I Warriors cadono contro Phoenix 119-116 in una partita che verrà ricordata per il folle gesto di Green, che colpisce Nurkic in volto e viene espulso. A quel punto i Suns – privi dell’ex Durant – tornano sotto e trionfano anche grazie ai 32 punti e 7 assist di Booker e ai 16 punti in 27 minuti del rientrante Beal. Infine i Clippers travolgono Sacramento 119-99: sugli scudi Leonard autore di 31 punti. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba Cup, saranno Lakers e Pacers a sfidarsi in finale

    I Lakers di LeBron James travolgono i Pelicans
    I Lakers, con 30 punti realizzati dal quasi 39enne LeBron James, hanno travolto i New Orleans Pelicans per 133-89, in una semifinale che ha avuto ben poco da dire dopo il terzo quarto, in cui i padroni di casa hanno realizzato 43 punti contro i 17 dei rivali. Nella quarta frazione, James non è nemmeno sceso in campo, chiudendo comunque con 30 punti, cinque rimbalzi e otto assist in meno di 23 minuti di gioco.
    I Pacers piegano i Bucks di Antetokounmpo
    Nell’altra partita, i Pacers hanno sconfitto per 128-119 i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo, grazie soprattutto alle prestazioni di Tyrese Haliburton (27 punti e 15 assist) e di Myles Turner (26 punti e dieci rimbalzi). Il greco ha realizzato 37 punti e preso 10 rimbalzi, ma non sono bastati a decidere a favore dei Buck una partita indecisa fino alle ultimissime fasi. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba Cup, Indiana e New Orleans in semifinale. Attesa per LeBron

    Nei quarti della Nba Cup, che è già riuscita nel suo intento ovvero quello di portare un assaggio di playoff già a dicembre, vincono gli Indiana Pacers e i New Orleans e staccano il pass per la Final-4 di Las Vegas (in programma da giovedì 7 dicembre). Indiana ha battuto la favorita Boston 122-112, i Peicans hanno sconfitto i Sacramento Kings 127-117. Le semifinali sono fissate per giovedì (sabato la finale): Indiana incontrerà i Milwaukee Bucks o i New York Knicks, che devono giocare i quarti, mentre i Pelicans attendono il duello tra i Los Angeles Lakers di LeBron James e i Phoenix Suns di Kevin Durant. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Fontecchio trascina Utah. Ok Lakers e Philadelphia

    SALT LAKE CITY (STATI UNITI) – È Simone Fontecchio uno dei protagonisti della notte Nba (sei le gare disputate): l’ex ala piccola di Virtus Bologna e Olimpia Milano segna 10 punti in 25 minuti (2/8 dal campo e 2/7 dal campo con 2 liberi) e contribuisce al successo interno degli Utah Jazz che regolano 105-100 i New Orleans Pelicans. Oltre all’azzurro, ben cinque i giocatori in doppia cifra per la franchigia di coach Hardy, il migliore dei quali è Sexton, autore di 16 punti. Sorridono anche i Los Angeles Lakers che vincono 121-115 a Cleveland contro i Cavaliers (inutili i 22 punti di Mitchell) grazie alla doppia doppia di uno scatenato Davis (32 punti e 13 rimbalzi) e ai 22 punti dell’ex LeBron James. Il big match della serata oltreoceano lo vince però Philadelphia che espugna 127-123 il campo di Oklahoma (che deve fare i conti con il caso Giddey) e agganciano il secondo posto a Est: i Sixers volano grazie ai 35 punti (più 11 rimbalzi e 9 assist) di Embiid e i 28 di un ispirato Maxey. I Thunder, reduci da sei vittorie consecutive, ci provano ma i 33 punti di Holmgren e i 31 del solito Gilgeous-Alexander non bastano per ottenere l’ennesimo successo stagionale.
    Nba, Clippers show. Miami ko
    Nelle altre gare della notte oltreoceano spicca la netta affermazione dei Los Angeles Clippers: la franchigia californiana travolge 107-88 i Dallas Mavericks, complici le ottime prove di Paul George (25 punti) e Ivica Zubac (doppia doppia da 11 punti e soprattutto 14 rimbalzi) che rendono vani i 30 punti di Doncic. Prosegue invece il momento altalenante (tre sconfitte e due vittorie nelle ultime cinque partite) di Miami: gli Heat crollano 112-97 sul campo dei Brooklyn Nets, trascinati dai 24 punti di Bridges e i 19 (con 10 rimbalzi) di Johnson. Tra gli ospiti si fanno notare Martin (22 punti) e Jaquez Jr (18). Bel successo in trasferta per Atlanta che surclassa Washington: 136-108 per gli Hawks grazie alla doppia doppia (26 punti e 10 assist) di Young e i 20 di Hunter. Ai Wizards (Gallinari non ha preso parte al match) ben sette giocatori in doppia cifra non sono sufficienti a evitare il nono ko di fila. LEGGI TUTTO